Cambiare Cassino non parteciperà alle primarie del centrosinistra

26 ottobre 2010 0 Di redazionecassino1

E’ ormai ufficiale, il movimento Cambiare Cassino non parteciperà alle primarie del centrosinistra. Lo ha deciso il Coordinamento cittadino nei giorni scorsi.  “La decisione è scaturita – si legge in una nota – da un’attenta analisi dell’attuale situazione del centro-sinistra, coalizione all’interno della quale non si evidenzia purtroppo una chiara e limpida unione di intenti e di percorsi condivisi. Eloquenti, a tal proposito, le dichiarazioni dell’attuale coordinatore del maggiore partito del centro sinistra, il Partito Democratico, il quale propone soluzioni chiaramente riconducibili a logiche trasversali e tra l’altro pianificate dall’abile regia dei soliti noti potentati di Frosinone, rei di avere, con le loro “illuminanti” strategie, portato il PD ai minimi storici. Il persistente agire senza chiarezza di costoro e di autorevoli esponenti locali del PD, rischia di falsare le primarie e lo stesso sforzo di unione e compattezza delle forze del centro sinistra in vista delle elezioni amministrative”. Il rischio reale secondo gli esponenti del movimento che fa capo all’ex consigliere comunale Andrea Vizzaccaro,  e’ quello di un isolamento del vincitore delle primare, pur potendo contare su forze politiche come  il Psi e l’Italia dei Valori.  Cambiare Cassino, riconosce ai socialisti e all’Italia dei Valori il merito di essere state le uniche forze intenzionate  a ricomporre i ‘cocci del centro sinistra’ed esprimere gratitudine in particolare a Lio Sambucci, Pino Spiridigliozzi e Fausto Pellecchia per l’impegno profuso e per la serietà dimostrata in questi mesi. Ma lo sforzo, a giudizio di Cambiare Cassino, non è stato sufficiente e per questo motivo Vizzaccaro e i suoi preferiscono non partecipare alle primarie.  “Prendiamo, purtroppo, atto – conclude la nota – che il PD non e’ ancora capace di mostrare serietà politica e chiarezza e pertanto dal nostro punto di vista non lo consideriamo un interlocutore credibile per il ricambio della città, fino a che non mostrerà con una nuova classe dirigente di assumere impegni seri e concreti. Cambiare Cassino continuerà a lavorare alla formazione della lista e del programma, aprirà un confronto serio con tutti coloro che seriamente desiderano  il bene della città. Con tutti coloro che condivideranno un metodo diverso, nuovo,  e che vorranno,  come noi, mettere al centro dell’attenzione i reali problemi di Cassino, con chi vorrà chiudere definitivamente la stagione della politica clientelare. In questa direzione va l’iniziativa che partirà nei prossimi giorni tesa ad aprire un confronto pubblico su questioni programmatiche per noi imprescindibili che abbiamo individuato nelle problematiche relative ai diversamente abili, problematiche sociali, riqualificazione dei quartieri periferici, riassetto urbanistico del territorio, sport, problematiche giovanili, risanamento delle casse comunali. Su questi temi ci confronteremo cercando la più ampia condivisione e dando il nostro contributo affinché ci si possa presentare alle prossime amministrative con un progetto politico/amministrativo serio e credibile”.