Donna uccisa a colpi di pistola dal suocero, ferito grave il fratello dell’uomo

8 ottobre 2010 0 Di redazione

Il fatto di sangue di Pontecorvo, il cui bilancio, al momento conta un morto, una persona ferita gravemente e un ricercato, trova spunto in dissidi dovuti alla spartizione di una eredità. La donna morta, uccisa a colpi di pistola, si chiamava Anna Spiridigliozzi, aveva 33 anni ed era vedova. Il marito è morto due anni fa a causa di un incidente stradale. Nel tardo pomeriggio di oggi, la donna sarebbe stata raggiunta in via Ponte Teano dal suocero, Sebastino Migliorelli che avrebbe esploso i colpi di pistola stroncandole la vita. Poco dopo, l’uomo ha raggiunto il proprio fratello, Vincenzo Migliorelli, in via Ravano. Lì, sotto gli occhi di testimoni, avrebbe esploso 4 colpi di pistola al consanguineo ferendolo gravemente. Poi, probabilmente pensando di averlo ucciso, è fuggito mentre i testimoni allertavano i carabinieri. E’ nata quindi una caccia all’uomo che continua ancora adesso. Si teme che l’aggressore possa commettere altre aggressioni o il suicidio.
Er. Amedei