Non installa il misuratore fiscale, fioraio chiuso per 15 giorni

26 ottobre 2010 0 Di redazione

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone in località Cervaro, nell’ambito delle istituzionali attività di polizia tributaria, rivolte alla tutela della finanza pubblica, hanno proceduto alla chiusura temporanea di una attività commerciale ambulante di vendita piante e fiori, facente capo ad un uomo di Cervaro.
Il provvedimento di chiusura, disposto dall’Agenzia delle Entrate, è una delle sanzioni che vengono applicate al contribuente che omette di installare, nel proprio esercizio, il misuratore fiscale previsto dalla legge.
Il misuratore fiscale è l’apparecchio che permette l’emissione e la registrazione degli scontrini fiscali, che i commercianti sono obbligati a consegnare a chiunque acquisti i prodotti in vendita.
Nel caso specifico, il commerciante aveva “dimenticato” di avvalersi, nel corso di un mercato settimanale in un comune del cassinate, il registratore di cassa.
Quindi, non solo non emetteva nessuno scontrino o ricevuta fiscale, ma non aveva proprio l’apparecchio che li emette, in totale dispregio della legalità fiscale.
A seguito della contestazione della violazione da parte di una pattuglia della Guardia di Finanza impegnata nel servizio di controllo nel mercato, gli è stata comminata, da parte dell’Agenzia delle Entrate, la pena della sospensione della licenza e dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività commerciale per quindici giorni.
Le Fiamme Gialle mantengono intensa la vigilanza in materia fiscale, al fine di garantire il rispetto delle leggi dello Stato, il gettito erariale e la libera concorrenza tra gli operatori commerciali, reprimendo le pratiche scorrette e creando i presupposti per una rapida ripresa dalla crisi economica ed occupazionale che attanaglia, da anni, la Provincia di Frosinone.