‘PuliAmo Cassino’ missione compiuta, ora la sfida è mantenere pulito quel muro

25 ottobre 2010 0 Di redazionecassino1

Si è svolta domenica l’iniziativa dei volontari di “A viso aperto… puliamo ‘sta città” per sensibilizzare i cittadini di Cassino sul degrado in cui alcuni luoghi, anche del centro, stanno piombando da anni a questa parte. Domenica mattina e per tutto il corso della giornata i volontari di ‘A viso aperto’ e non solo loro, armati di tute, mascherine, idropulitrici, stracci, ramaze ed ‘arnesi ad hoc’ hanno iniziato a liberare i muri di corso della Repubblica da manifesti, locandine, grafiti, o pseudo grafiti, e scarabocchi. I passanti per il corso erano tutti incuriositi da questi ragazzi con la tuta bianca e mascherine, volontari che per amore della propria città hanno di domenica mattina impugnato scopa, stracci e spugne per ripulire un muro che è un bene della collettività. Alle 12.30 ha voluto fare una sorpresa l’Abate di Montecassino, Sua Eccellenza Dom Pietro Vittorelli, che di ritorno dalle cresime non ha voluto far mancare il suo sostegno e il suo apprezzamento ad una iniziativa che non solo vede collocare al primo posto il bene comune, ma soprattutto ha come protagonisti i”giovani” e un “giovane” modo per mostrare il rispetto e l’amore per Cassino. L’Abate si è fermato a parlare con i ragazzi e ha chiesto incuriosito come la città avesse risposto a questa iniziativa, la risposta è stata semplice:  “E’ bello vedere di aver raggiunto un risultato, perché ora il muro è pulito, ma è ancora più bello vedere liberi cittadini, ragazzi e non, che si uniscono perché  si sentono protagonisti di una sfida culturale”.  Da oggi la sfida sarà quella di mantenerlo pulito, questo è l’augurio dei ragazzi e di tutti quei cittadini che hanno rispetto della propria città. Certo il lavoro andrebbe continuato, ma soprattutto andrebbero perseguiti i trasgressori…ma si sa non sempre si può avere tutto e l’amministrazione (quella commissariata, s’intende!) sotto questo aspetto è stata largamente deficitaria, anzi colpevolmente latitante! E allora ben vengano iniziative simili, magari anche in altri quartieri, sempre ad opera dei volontari. Bravi e grazie ragazzi!

F. Pensabene

Foto di Alberto Ceccon