Si fingeva poliziotto per rapinare coppiette

2 ottobre 2010 0 Di redazione

Tre mesi sono serviti alle forze dell’ordine per assicurare alla giustizia un 37enne di Cassino che, fingendosi poliziotto, insieme ad un complice, “multavano” le coppiette ppartate nei pressi del campo sportivo di Cassino. Era piena estate quando una giovane coppia in cerca di intimità, sarebbe stata avvicinata da due uomini sedicenti poliziotti. Il gesto rapidissimo di mostrare il portafogli con un qualcosa che somigliasse ad un distintivo era servito per farsi accreditare come tuttori dell’ordine. Quel gesto, almeno uno dei due finti poliziotti, l’avevano visto fare tante volte da agenti veri dato che, si scoprirà dopo, essere ben fornito di precedenti penali. Comunque, quella notte la ragazza non aveva i documenti e, per questa grave mancanza, i due si sono motrati inflessibili: multa di 40 euro o accompgnamento coatto presso il locale commissariato. Pur senza credere a tutte quelle frottele, il ragazzo saggiamente ha deciso di sborsare il denaro, salvo dopo, presentare regolare denuncia con tanto di descrizione e riferimenti dell’auto di “servizio”. Ben tre mesi dopo, oltre 90 giorni nonostante le precise segnalazioni, finalmente uno dei due, pobabilmnte l’intestatario dell’auto, è stato arrestato con l’accusa di rapina.
ermanno amedei