Rifiuti / Terremoto in Regione, Arrestato il consigliere Del Balzo

25 ottobre 2010 0 Di redazione

Se a Napoli la questione rifiuti crea scontri tra manifestanti e forze dell’ordine, nel Lazio, fanno scattare manette ai polsi di personaggi noti. Una inchiesta svolta dalla guardia di Finanza di Formia durata ben sei anni e che si è focalizzata sul comune di Minturno, Si è conclusa oggi con l’arresto di sette persone, tra questi Romolo Del Balzo, consigliere regionale del Lazio (Pdl), presidente della commissione regionale Lavori Pubblici e Casa. Tutta la vicenda gira intorno alla società Ego Eco, con sede sociale a Cassino ma con appalti per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in molte zone del centro Italia. A Minturno, dove Del Balzo era stato presidente del Consiglio comunale negli anni dell’indagine, secondo i finanzieri, la società sotto inchiesta percepiva regolarmente il pagamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, anche se i mezzi non funzionavano, la prevista raccolta differenziata non è mai partita e i rifiuti venivano smaltiti in discariche irregolari. Per questo, a finire in galera, oltre al consigliere regionale, sono stati anche due impiegati del comune di Minturno, due dipendenti della società Ego Eco e due delle amministratrici. I reati contestati sono associazione a delinquere, frode in appalti pubblici e truffa ai danni di enti pubblici. Per questo sono stati anche sequestrate tre società legate allo smaltimento di rifiuti con sede a Roma e operanti su tutto il territorio nazionale, nonché beni mobili, immobili e conti correnti bancari per un valore complessivo di 15 milioni di euro.