Scoperti 6 lavoratori in nero. Denunciato il gestore di una discoteca

29 ottobre 2010 0 Di redazione

Nel corso dell’ultimo fine settimana, i controlli della guardia di finanza di Chieti hanno riguardato principalmente alcune discoteche del teatino.
Nello specifico sono stati scoperti 6 lavoratori non in regola, di cui due come animatori, due intenti alla somministrazione di alimenti e bevande, uno intento al rilascio di biglietti e un altro come DJ.
Il gestore del locale è stato segnalato alle Autorità competenti ai sensi dell’art. 666 del C.P. per chiare e palesi inosservanze alla legislazione sul lavoro, sanitaria e di pubblica sicurezza per il mancato possesso delle autorizzazioni di P.S. e comunali previste per lo svolgimento di manifestazioni da intrattenimento e di pubblici spettacoli.(Per alcune delle gravi violazioni riscontrate è previsto anche la chiusura del locale.)
Il servizio svolto si inquadra nella più vasta attività posta in essere dalla Guardia di Finanza a contrasto agli illeciti economici legati allo sfruttamento di lavoratori irregolari o in nero-attività da ultimo anche definita con la Convenzione stipulata in data 26.10.2010 tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero del lavoro e Politiche Sociali per la cooperazione nel settore tra i Reparti del Corpo e le Direzioni Provinciali del Lavoro- e per la tutela della sicurezza sugli ambienti di lavoro in quanto il lavoro nero e/o irregolare non solo rappresenta un ostacolo alla crescita economica-sociale del territorio ma costituisce una grave minaccia per la sicurezza del lavoro.