Tedeschi (IdV): “Indagine rifiuti grazie a intercettazioni”

26 ottobre 2010 0 Di redazione

“Si riconferma ancora una volta il primato della Guardia di Finanza, questa volta si tratta dei Baschi verdi di Formia, nella lotta al crimine contro i reati ambientali. Con gli arresti di alcuni esponenti del Gruppo Ciummo di Cassino, nell’indagine che vede implicato anche il consigliere regionale Romolo del Balzo, si apre un altro spiraglio di luce nella poco chiara gestione dei rifiuti nella nostra regione.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori Anna Maria Tedeschi.
“E’ purtroppo molto frequente – prosegue Tedeschi – che i reati ambientali passino attraverso l’azione delle amministrazioni locali che invece dovrebbero essere il baluardo della legalità, perché chiamate a gestire tutti gli aspetti operativi del ciclo dei rifiuti. Ancora una volta, poi, si riconferma cruciale l’importanza delle intercettazioni telefoniche per portare il Pm all’emissione dei provvedimenti di custodia cautelare. Qualora dovessero passare norme che limitino l’utilizzo delle intercettazioni gli inquirenti dovrebbero basarsi prevalentemente sui documenti che invece nell’indagine in questione si sono rivelati essere falsi. Il rispetto dell’ambiente e quindi la nostra salute passa attraverso il rispetto della legalità, ma bisogna continuare a dare alle forze dell’ordine la reale possibilità di svolgere le indagini”.