Traffico, è polemica. Mastrangeli: “Un altro blocco non rispettato”

25 ottobre 2010 0 Di redazione

“Oramai siamo alla farsa. Anche ieri in occasione dell’ennesimo blocco totale del traffico il divieto non è stato assolutamente rispettato”. Lo scrive in un a nota stampa Riccardo Mastrangeli, Consigliere Comunale di Frosinone del Popolo della Libertà. “Cambiano gli assessori ma la musica è sempre la stessa: le ordinanze in questo notro comune vengono emanate ma mai eseguite.
Insomma la serietà di un ente pubblico si dimostra anche nel modo in cui emana dei provvedimenti e soprattutto nel modo in cui le fa rispettare.
Ancora una volta l’ordinanza che vietava la circolazione delle auto è stata disattesa.
Dato che non è la prima volta, viene da pensare che a questo punto gli amministratori non abbiano a cuore quella di farle rispettare.
Perché sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico.
Il problema è sempre lo stesso: manca il personale alla polizia locale. Ebbene perché non si provvede in tal senso, assumendo nuovi vigili?
Che poi l’ordinanza venga emanata solo per rispettare le normative e non incorrere in sanzioni o provvedimenti disciplinari, appare altrettanto evidente.
Ancora una volta i cittadini sono stati beffati due volte. Chi ha rispettato il divieto, come senso civico e dovere di cittadini imporrebbero, si è privato della libertà di circolazione senza che il risultato venisse raggiunto e sentendosi anche discriminato. Lo stesso cittadino è poi passato per “fesso”, mentre i furbi scarrozzavano tranquillamente per la città senza che nessuno imponesse loro il rispetto dell’ordinanze.
Lo stesso accadrà con l’ordinanza altrettanto ridicola contro la prostituzione in strada. A parte l’irrisoria multa di 25 euro (anche qui siamo alle comiche) che di fatto non frenerà di certo i frequentatori delle lucciole, le domande sono le seguenti: chi eseguirà i controlli? Quante pattuglie saranno impegnate in tale servizio? Si prolungherà l’orario dei vigili visto che il problema sussiste soprattutto durante le ore notturne? La risposta la conosciamo già: nessun controllo, nessuna multa, ordinanza di fatto disattesa.
Ancora una volta l’Amministrazione guidata dal Sindaco Michele Marini si dimostra incapace di governare il suo territorio.
Davanti a ripetuti flop come questi, chiunque avesse un minimo di orgoglio penserebbe di dimettersi. Anche coloro che dichiarano di non possedere gli strumenti adeguati per intervenire.
Invece in questo nostro comune, basta occupare una poltrona per sentirsi appagati. Che poi la città venga amministrata o meglio non amministrata, questo pare non interessare nessuno”.