Un pendolare alla D’Aguanno: “Prima di cambiare gli orari ai treni, ascoltateci”

30 ottobre 2010 0 Di redazione

“Gentile Dott.ssa D’Aguanno – così scrive un lettore rispondendo all’articolo in cui il consigliere regionale Annalisa D’Aguanno annunciava cambiamenti negli orari dei treni in transito sulla linea Cassino Frosinone Roma http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2010/10/22/tratta-ferroviaria-roma-frosinone-cassino-cosi-cambiano-il-calendario/ – sono un Sottufficiale dell’Esercito pendolare che da 20 anni, per recarsi sul proprio posto di lavoro nella Capitale ogni giorno si alza alle 4,30 del mattino e rientra a casa alle 19,00 di sera. Premesso che, in tutti questi anni e tutt’ora ho dovuto sostenere le spese di viaggio e tantissimi disagi dovuti a ritardi/guasti che non sto’ qui
ad elencare. In questi giorni, ho appreso da fonti giornalistiche e da colleghi pendolari che dal 12 Dicembre p.v. alcuni treni tra cui quello delle 17,15 diretto a Campobasso che effettua la prima fermata nella Stazione di Cassino verranno cancellati ed altri addiritura anticipati o posticipati nelle partenze di 7 minuti. Ho appreso anche che dalla Vs. riunione/incontro la suddetta tratta verrà potenziata da altri treni in orari che sinceramente a noi pendolari non interessano minimamente; ora mi domando e dico: se prima di prendere certi accordi/decisioni non era il caso di interpellare direttamente noi pendolari o chi ci rappresenta? Lei ha mai viaggiato sui nostri treni? Ha una minima idea dello stress che ci sobbarchiamo ogni giorno per poterci recare sul posto di lavoro? Oltre alle 8 ore lavorative, io ogni giorno regalo a Trenitalia semprechè i treni arrivino in orario, circa 5 ore della mia vita che potrei benissimo dedicare alla
mia famiglia o ai miei hobby ma ciò purtroppo non accade e nella mia stessa condizione o peggio, ci sono centinaia di persone. Il treno delle 17,15 per Campobasso, a noi pendolari di Cassino ci fa molto comodo perchè non effettua fermate intermedie e in un’ora e mezzo circa ci porta a destinazione; con la cancellazione dello stesso saremmo costretti a prendere quello delle 17,40 che impiega circa 2 ore e di conseguenza rincasare verso le 20,00! Una soluzione al mio problema ci sarebbe, ed è quella se Lei riesce a farmi trasferire all’80° Reggimento RAV con sede in Cassino… Sicuro che quanto appena esposto venga preso da Lei a cuore, rimango per qualsiasi chiarimento e/o informazione a Sua disposizione. Cordiali saluti”.