Una macchina farcita di “bionde”, maxi sequestro di sigarette sull’A1

25 ottobre 2010 0 Di redazione

Avevano stipato nella loro auto un grosso quantitativo di sigarette e, dall’Ucraina, stavano facendo rotta verso il napoletrano dove avrebbero rivenduto le “bionde” nel mercato clandestino.
Questa notte, verso le 2.45 tra i caselli autostradali di Pontecorvo e Cassino, sulla carreggiata Sud, gli uomini della polizia stradale della sottosezione di Cassino agli ordini del sostituto commissario Italo Acciaioli, hanno arrestato 2 persone, di nazionalità Ucraina trovate in possesso di tabacchi lavorati esteri (184 stecche di sigarette di varie marche, pari a 1840 pacchetti Kg. 36) per un valore commerciale sul mercato di 8 mila euro circa.
Due ucraini sono stati fermati alla guida di una BMW di colore blu scura, recante targa straniera.
Durante il controllo gli stranieri sono sembrati molto agitati manifestando segni di nervosismo, pertanto le unità operative hanno deciso di eseguire un più accurato controllo al veicolo.
Durante le fasi del controllo, ben occultati all’interno del veicolo, gli agenti hanno rinvenuto un ingente quantitativo di tabacchi lavorati esteri, destinato al mercato partenopeo.
I tabacchi erano stati ben occultati all’interno di doppi fondi ricavati all’interno del vano della ruota di scorta, sotto il tetto abitacolo e sotto la pedana dell’alloggiamento del passeggero anteriore.
I due venivano tratti in arresto e dopo le formalità di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale di Cassino.