Giorno: 2 novembre 2010

2 novembre 2010 0

Educazione alla legalità e alla solidarietà, il progetto riscuote successo

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un successo la presentazione del “Progetto di educazione alla legalità ed alla solidarietà” per le scuole primarie e secondarie per l’anno scolastico 2010-2011 che si è tenuta nel Salone del palazzo della Provincia di Frosinone. “Il Progetto – ha spiegato la docente Ombretta Ceccarelli, referente della Provincia di Frosinone – ha un’alta valenza civica e si propone di promuovere la consapevolezza dell’importanza delle norme giuridiche e l’acquisizione di comportamenti socialmente corretti; di ottenere le informazioni necessarie per tutelare la propria salute; di educare al rispetto delle persone più deboli e quelle di diversa etnia; di educare alla stima di sé e degli altri. Gli studenti partecipanti a questo articolato progetto, insomma, potranno approfondire tematiche educative e sociali allo scopo di contribuire alla formazione, nei giovani, di una corretta cultura civica. Inoltre avranno alcuni elementi per analizzare delle situazioni di disagio dei bambini e degli adolescenti”. Il progetto prevede l’organizzazione di concorsi didattici, convegni e varie manifestazioni, seminari e giornate di studio per alunni ed insegnanti. Alla manifestazione di presentazione oltre alla presenza della professoressa Ceccarelli, il saluto dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Quadrini e la lezione del dott. Aurelio Spaziani della Polizia di Stato che ha tenuto una lezione per gli oltre 300 studenti presenti nel salone della Provincia.

2 novembre 2010 0

Progetto rifugiati politici a rischio tra ricorsi e verifiche requisiti

Di redazione

Cambio di “gestione” al progetto “rifugiati politici” di Cassino. Dal 2003 il progetto è stato affidato fino alla scorsa settimana alla cooperativa “Etica”. All’ultimo bando per l’affidamento del servizio ha risposto anche la cooperativa “Casa di Tom” che già gestisce la casa famiglia di Cappella Morrone. La scorsa settima, quindi, dopo aver aperto le buste si è scoperto che le due offerte si equivalevano per cui il servizio è stato affidato ad estrazione. Ad avere più fortuna è stata la “Casa di Tom” ma, contro questo affidamento, Etica si starebbe preparando a presentare ricorso. Al momento però bisognerà stabilire se la vincitrice ha tutti i requisiti per poter svolgere il servizio; si dovrà, cioè, verificare se corrispondono al vero tutti i requisiti che la cooperativa vincitrice dice di avere o di aver avuto al momento della presentazione dell’offerta: personale qualificato e contratti di affitti di appartamenti. Qualora la verifica dovesse dare esito negativo si rischia di perdere il progetto che è, un fiore all’occhiello della città e che spesso è preso ad esempio anche da altri centri. Il progetto in questione, attualmente si occupa di 21 stranieri tra eritrei, senegalesi e colombiani; costa alla Regione circa 200 mila euro l’anno e permette ai rifugiati che vi rientrano di avere una casa, da mangiare, vestire, si occupa della alfabetizzazione e di trovare loro un lavoro. Er. Amedei

2 novembre 2010 0

Rifiuti, la Protezione Civile punta il dito sulla società Asia

Di redazione

In un conunicato stampa la protezione civile punta il dito contro la società Asia che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Napoli. “Il buon senso vorrebbe che la società Asìa, – si legge nel comunicato – alla luce delle gravi inadempienze che hanno caratterizzato la sua gestione del trattamento e dello smaltimento dei rifiuti nella città di Napoli, evitasse di nascondersi dietro a un dito e accusare chi, con grande dedizione e senso di responsabilità ha sempre lavorato per la soluzione del problema rifiuti in Campania. L’elenco delle negligenze della società è lungo. Ci limitiamo a far osservare le più eclatanti, ad iniziare dalla Cava Sari, che i tecnici della Protezione Civile hanno trovato in condizioni pessime e con una anomala presenza di percolato, senza però che questo impedisse ad Asìa di fatturare, dal primo di gennaio ad oggi, 5 milioni di euro. Nell’ultima fase di gestione della discarica sotto il controllo della Protezione civile sono stati approvvigionate 8 mila tonnellate di terreno di copertura, quantitativo ben maggiore di quanto apportato da Asìa, consentendo così la ripresa dei conferimenti. Riguardo all’impianto Stir di Giugliano, non si capisce perché i capannoni siano stati lasciati quasi vuoti quando c’erano la possibilità e i tempi – sfruttando magari la pausa dovuta alla manutenzione – di allestire un impianto di stabilizzazione. Per quanto riguarda poi lo Stir di Tufino, dotato di impianto di stabilizzazione, sfuggono i motivi che hanno portato a completare solo 2 cicli di trattamento a fronte di una capacità di 12/13. Sarebbe infine utile sapere i motivi per i quali la seconda linea dell’impianto è ferma per manutenzione ordinaria essendo ormai trascorso un mese e mezzo”.

2 novembre 2010 0

Pizz’Abruzzo Doc, al Festival “Eruzioni” di Narni. Detenutidi Terni a scuola di pizza

Di redazione

Dall’Abruzzo a Narni, in Umbria, per guidare gruppi di detenuti del carcere di Terni alla preparazione di pizze all’interno del Festival “Eruzioni”, organizzato dall’Associazione culturale ternana e che si è svolto dal 28 al 31 ottobre. Si tratta di Nicola Salvatore, residente a Castel Frentano, presidente di Pizz’Abruzzo Doc e che ha messo la propria esperienza per completare la formazione di detenuti che hanno frequentato un corso di panetteria, pizzeria e pasticceria nel penitenziario umbro. Per quattro giorni lo splendido centro storico di Narni è stato occupato da spettacoli, convegni, presentazioni di libri. Tutto il comparto alimentazione e ambiente della rassegna è stato imperniato sulla lotta agli sprechi, sui consumi ”a chilometro zero” e sull’educazione alimentare soprattutto delle giovani generazioni. Un premio anche, “L’Anello d’Oro”, ispirato alla Corsa dell’Anello, la più importante manifestazione folkloristica narnese, che è stato assegnato all’astronoma Margherita Hack, all’attore e regista Moni Ovadia e al giornalista Antonio Padellaro. Anche per Nicola Salvatore un riconoscimento per il lavoro da lui svolto l’anno scorso, durante l’emergenza terremoto a L’Aquila, quando i pizzaioli di Pizz’Abruzzo Doc si sono prodigati nella tendopoli di Barisciano. Nicola Salvatore, maestro pizzaiolo di lungo corso e di esperienza e professionalità conclamate, ha incontrato anche anche alcuni dei volontari narnesi e ternani della Protezione civile che, nei mesi post sisma, prestarono la loro opera in Abruzzo. Tutte le sere, inoltre dalle 19,30 a mezzanotte sono state sfornate pizze… eccezionali. Eccezionali non soltanto per la loro bontà, ma proprio perché gli impasti erano preparati dai detenuti, che dall’incontro con Nicola Salvatore certamente potranno arricchire la loro specializzazione in vista del futuro. E prima di mandare in tavola le pizze, tra l’altro, Salvatore ha intrattenuto tutti coloro che hanno voluto scoprire i segreti della pizza, con estemporanee brevi lezioni di “Pizza in casa”. L’invito a partecipare alla kermesse gli è arrivata da Vito Saturno, editore e direttore della “Guida alle Pizzerie d’Italia Edikronos”, che ha presentato in anteprima per l’Italia la nuova edizione della Guida.

2 novembre 2010 0

Controllo dei carabinieri, 80 proposte di fogli di via nel mese di ottobre

Di redazione

Ottanta sono stati, nel mese di ottobre, i fogli di via proposti ndai carabinieri del comando provinciale, nell’intera procincia ciociara. Il numero emerge a seguito dei controlli del territorio, predisposti dal Comandante Provinciale Col. Antonio Menga, tesi ad una maggiore attenzione sulla prevenzione e repressione dei reati predatori. Delle 80 proposte della misura di prevenzione, 32 sono a carico di cittadini romeni. Le persone proposte, per la maggior parte già censite per specifici reati, sono state intercettate e bloccate nei pressi di banche, uffici postali, attività commerciali ed isolate abitazioni. Sempre nel corso del mese di ottobre sono state inoltre denunciate in stato di libertà 7 persone per violazione alle citate misure di prevenzione. In tale attività di polizia, che ha visto l’impiego di un considerevole dispiegamento di uomini e mezzi, sono state inoltre identificate 1.300 persone e controllati 800 autoveicoli.

2 novembre 2010 0

Sanità, Tedeschi (IdV): “I problemi non si risolvono con l’elisoccorso”

Di redazione

“Pensare di risolvere le emergenze e le criticità della sanità della provincia di Frosinone con una postazione h24 di elisoccorso è quanto mai discutibile se non addirittura al limite dell’inverosimile.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Anna Maria Tedeschi “La nostra Provincia non è il set di 007 dove arrivano dal cielo i salvatori e con manovre mozzafiato riescono in tempi record a salvare il malcapitato. Torniamo con i piedi per terra: qui si tratta di organizzare anche in provincia la rete dell’emergenza, ma non con eliambulanze, bensì con reparti adeguati e personale competente. Considerato che non bisogna calcolare solo i tempi di arrivo dell’eliambulanza, ma anche i tempi di intervento sul posto ed i tempi di percorrenza per arrivare all’ospedale più vicino, se non di Roma, disposto a ricevere il paziente, se ne deduce che la soluzione dell’emergenza è più che altro affidata al fattore “fortuna”. Se quindi il modello sanitario che si intende implementare in Provincia è sostanzialmente affidato al caso allora sono da ritenersi del tutto inopportune analisi, discussioni e confronti. Tuttavia nessuno ci ha ancora detto quanto, con dati alla mano, costa il servizio di eliambulanza h24 considerando una determinata media di interventi al mese. Se dovesse venir fuori solo successivamente che sarebbe stato più conveniente effettuare altre scelte non si parlerà solo di rivincita politica, ma forse anche di intervento della Corte dei Conti. Bisogna pensarci prima a come spendere il denaro pubblico”.

2 novembre 2010 0

Ruba in casa e chiede riscatto per il bottino

Di redazione

Ha rubato alcuni monili d’oro, un telefonino e una motosega, poi ha chiesto il riscatto al proprietario. E’ accaduto ieri a Fiuggi quando un rumeno, C.A.I. 24 anni che vive in ciociaria, si è introdotto all’interno di una abitazione del posto rubando oggetti di vario genere. Poi ha contattato il proprietario e ha chiesto 350 euro per restituire il maltolto. L’uomo ha quindi pensato bene, prima di recarsi all’appuntamento per la consegna del denaro, di avvertire i carabinieri i quali, di nascosto, hanno assistito all’incontro facendo scatatre le manette al momento della consegna dei soldi. Il rumeno, quindi, è stato arrestato con l’accusa di estorsione.

2 novembre 2010 0

Paliano a “Mezzogiorno in famiglia”. L’assessore Marucci invita al televoto

Di redazione

In occasione della partecipazione della città di Paliano alle puntate di sabato 6 e domenica 7 novembre del programma televisivo di Michele Guardì ‘Mezzogiorno in famiglia’, condotto da Amadeus e in onda su Rai Due nel fine settimana, l’Assessore allo Spettacolo, Simone Marucci, che ne sta curando l’organizzazione in collaborazione con lo staff di autori e tecnici della Rai, rivolge un appello ai palianesi affinché non facciano mancare il loro sostegno alla squadra che gareggerà in rappresentanza del Comune di Paliano: “Sabato e domenica siamo chiamati a dare il nostro televoto – invita Marucci – per premiare e contribuire alla vittoria di Paliano sul Comune di Longobardi (in Calabria) nel corso del programma che vede come protagonisti i paesi con le loro tradizioni, la storia e la cultura, mostrando in diretta i luoghi e i monumenti più caratteristici. Colgo l’occasione per ringraziare Danilo Timperi, palianese d’adozione, che ci ha permesso di sfruttare questa opportunità portando sulla seconda rete Rai quanto di meglio il territorio può esprimere sotto il profilo artistico, delle tradizioni, delle prelibatezze culinarie e, perché no, anche per l’abilità nell’affrontare i giochi nei quali ci misureremo sia da studio che in piazza con la formula della diretta. Ci aspettiamo una mano dai telespettatori – aggiunge Marucci – che dovranno esprimere il loro televoto, mi auguro in favore della nostra squadra, o con sms al numero 4784785 digitando 2 per la preferenza su Paliano oppure da fisso 894222 seguito sempre dal 2”.

2 novembre 2010 0

Scherma Cassino, il Cus Cassino manca di poco la vittoria ad Ariccia

Di redazione

Nel week end scorso di è disputata ad Ariccia la Prima Prova Interregionale Gran Premio Giovanissimi Kinder+sport, in pedana ragazzi e ragazze delle regioni del centro e del sud Italia. La gara ha visto la partecipazione anche degli atleti del CUS Cassino Scherma, accompagnati dal Responsabile del Settore scherma del CUS Cassino, Aldo Terranova e dal Maestro Francesco Leonardi. Nelle gare di spada sono scesi in pedana nella categoria allieve, Lucrezia Marandola, attuale campionessa regionale che dopo una spettacolare cavalcata nel girone fatta di sei assalti vinti e zero persi, accedeva direttamente al secondo turno della fase ad eliminatoria diretta. La giovane Lucrezia, dopo aver superato nell’ordine la De Rosa, la Colacchio e la Galzerano accedeva alle semifinali dove incontrava Erica Caponera della Scherma Frascati. Il match era equilibrato e combattuto, sicuramente alla portata della Marandola che inaspettatamente cedeva nel finale 15-13. Nel complesso una grande torneo da parte dell’atleta cassinate che si è piazzata cosi al terzo posto assoluto, ma che punta decisamente a migliorarsi gara dopo gara con l’obiettivo di arrivare bene alle finali del campionato italiano che si terrà a Rimini nella primavera del prossimo anno. Soddisfazioni arrivano anche dalla categoria allievi dove era impegnato nel girone 7, Federico Farci, il cassinate riusciva a trovare il ritmo che gli consentiva di vincere quattro assalti e perderne solo uno. Anche per lui si apriva la fase ad eliminatoria diretta con l.accesso al 2° turno, tuttavia, dietro l’angolo errivava una sconfitta inaspettata dopo le premesse iniziali. Farci chiudeva con un buon 33esimo posto finale che lascia sicuramente qualche rammarico dopo lo splendido girone. A fine gara la soddisfazione del Responsabile scherma del CUS Cassino, nonché fiduciario provinciale, era palpabile . . la scherma cassinate si sta confermando a alti livelli in questa prima fase della stagione, stiamo raccogliendo i frutti di un lavoro intenso grazie alla guida dei nostri tecnici Francesco Leonardi e Roberta De Meo, ma anche alla dedizione che stanno dando i ragazzi che lavorano tanto in sala durante la settimana, il risultato di Lucrezia Marandola conferma il valore assoluto della ragazza, lo scorso anno campionessa regionale Lazio, ma ottimo lavoro sta producendo anche Federico Farci che con un po. di fortuna e un pizzico di convinzione sarebbe arrivato sicuramente nelle finali ad otto.. Prossimo appuntamento della squadra cassinate la Prima tappa del Campionato Giovani che si svolgerà a La Spezia il 13 e 14 novembre.

2 novembre 2010 0

Perde il controllo del ciclomotore e si schianta, muore 23enne

Di redazione

Si chiama Simone Martelli l’ultima vittima della strada a Lanciano. Il ragazzo, appena 23 anni, si è schiantato ieri sera, con il suo ciclomotore, contro un’auto nella frazione Iconicella a Lanciano. Un incidente quasi certamente causato dall’asfalto reso viscido dalla pioggia. Per il giovane centauro sono stati vani i soccorsi, il suo trasferimento nell’ospedlae Renzetti e i tentativi fatti dai medici per salvargli la vita: è morto poco dopo.