Giorno: 4 novembre 2010

4 novembre 2010 0

Truffe per 150mila euro, l’appello dei carabinieri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri della Stazione di Castro dei Volsci, nell’ambito dell’attività istituzionale che vede l’Arma impegnata nel contrasto e nella prevenzione al fenomeno delle truffe agli anziani, hanno attivato una complessa attività di Polizia Giudiziaria, coordinata dal Sost. Procuratore della Repubblica di Frosinone Dott.ssa Barbara TROTTA, finalizzata ad individuare alcuni soggetti specializzati nelle specifico settore. Gli indagati, spacciandosi per ispettori dell’INPS, garantivano alle ignare vittime il riconoscimento di pensioni di invalidità, aggravamento ed indennità di accompagno facendosi consegnare in anticipo ingenti somme di denaro che variavano dai 5 ai 10.000 €. Inoltre gli stessi, a proprietari di terreni, proponevano l’istallazione di tralicci per ponti ripetitori di telefonia mobile assicurando lauti compensi per l’affitto dei terreni facendosi anticipare, anche per questo, dai 5 ai 15.000 €, senza però poi portare a termine la trattativa non essendo delegati da alcuna società telefonica. I casi sinora accertati sono oltre 13 per un danno che ammonta ad € 150.000 circa. Gli accertamenti ancora in corso sono finalizzati, oltre all’individuazione di altre vittime delle truffe, all’identificazione di professionisti compiacenti che producevano certificazione medica attestanti false patologie per avvalorare la richiesta di rilascio della pensione. Il presente comunicato è finalizzato ad informare i cittadini vittime di episodi simili, affinché denuncino il tutto, anche per l’eventuale successiva costituzione di parte civile, mettendosi in contatto con il Comando Stazione Carabinieri di Castro dei Volsci (tel. 0775/686010) o con il 112 Pronto Intervento Carabinieri;

4 novembre 2010 0

Tedeschi (IdV): “Dalla maggioranza Polverini chiusura totale su sanità e consultori”

Di redazionecassino1

“Nel Consiglio Regionale Straordinario sul piano ospedaliero, il Commissario Polverini aveva mostrato inizialmente un atteggiamento di apparente apertura, rivelatosi poi totalmente privo di sostanza nell’intervento finale, quando ha dichiarato di non essere disponibile a mettere in discussione neppure la nuova geografia sanitaria delle quattro macroaree. Una chiusura totale ripetutasi anche oggi, nella Commissione Lavoro e Politiche Sociali, quando si è proceduto alla votazione per la scelta del testo di proposta di legge sui consultori familiari: i commissari della maggioranza hanno votato nuovamente per la proposta Tarzia quale testo base, mentre noi commissari di minoranza avevamo proposto di lavorare su un testo unificato che prendesse in considerazione anche le altre due proposte di legge presentate in Commissione sulla stessa materia. E’ la riprova che questo centro-destra non è affatto disposto a dialogare, e questa preclusione è ancor più grave se consideriamo che nella maggioranza delle audizioni sin qui tenute sono stati espressi pareri fortemente negativi sulla proposta di legge del cons. Tarzia”. Lo dichiara in una nota Anna Maria Tedeschi, consigliere regionale di Italia dei Valori e membro della commissione Lavoro, Pari Opportunità della Regione Lazio. “Mi chiedo” aggiunge Tedeschi “se queste audizioni vengano realmente prese in considerazione dal Presidente e dai commissari di maggioranza della IX Commissione: non mi sembra corretto sul piano politico, né tantomeno produttivo, far finta di ascoltare per poi procedere su una strada già tracciata sin dall’inizio”. “I percorsi della democrazia partecipata sono ben altri e si fondano sulla reale volontà di tener conto della voce di chi vive il territorio in prima persona” conclude Anna Maria Tedeschi

4 novembre 2010 0

Rapinò l’ufficio postale, rimpatriato dal Venezuela ed arrestato

Di admin

In Fiumicino (RM), i militari del N.O.R.M. della Compagnia congiuntamente ai colleghi della Compagnia di Frosinone, al termine dell’iter della procedura di estradizione, hanno arrestato D’ANNIBALE Vincenzo, 49enne, originario di Ceccano e residente in Venezuela. Il predetto è responsabile della rapina perpetrata in danno dell’ufficio postale di Ferentino nel novembre 2009 ad opera di due malviventi che sotto la minaccia di armi si impossessarono di circa 150.000,00 € e delle armi in dotazione alle guardie giurate. Al riguardo, dopo complesse e prolungate indagini culminate con l’identificazione dei due autori del grave reato, il G.I.P. del Tribunale di Frosinone, concordando con le risultanze investigative ed accogliendo analoga richiesta del Pubblico Ministero, ha emesso le ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei due complici, uno dei quali è stato tratto in arresto nello scorso mese di febbraio. Le ulteriori indagini svolte hanno permesso successivamente di rintracciare il D’ANNIBALE che si era rifugiato nello stato sudamericano. L’arrestato è stato associato presso la Casa di Reclusione di Roma Rebibbia.

4 novembre 2010 0

Chi è più maiale? Rubano un suino e lo uccidono trascinandolo con l’auto

Di redazione

Una storia di bestialità umana che arriva da Vico nel Lazio (Fr) dove due uomini hanno rubano un maiale, lo hanno legato all’auto e lo hanno trascinato per sette chilometri causandone la morte. Ieri il proprietario dell’animale ha denunciato il furto ai carabinieri e, subito dopo, h ritrovato parte della carcassa dell’animale sulla strada a circa sette chilometri dalla stalla. Le indagini svolte dai militari, oggi, hanno permesso di risalire agli autori del furto e del gesto crudele. Si tratta di un 48enne di Vico nel Lazio, già censito e un 37enne di Torre Cajetani. I due, dopo aver rubato il maiale, lo hanno legato all’auto per portarlo via. Probabilmente visti da qualcuno hanno accelerato trascinando il suino per sette chilometri uccidendolo. Poi hanno lasciato la carcassa sull’asfalto e sono scappati. Er. Amedei

4 novembre 2010 0

Maresciallo spara alle figlie uccidendone una e si toglie la vita

Di admin

Tragedia a Subiaco in provincia di Roma. Circa due ore fa un uomo ha sparato alle figlie nella propria abitazione. Secondo le prime informazioni sembra che si tratti di un maresciallo dell’Arma dei Carabinieri. La maggiore delle sorelle di circa 16 anni è deceduta, quella minore invece è stata portata con codice rosso in ospedale, sembra colpita alle gambe e all’addome. Il maresciallo si è poi tolto la vita. Al momento sono ignote le cause e gli inquirenti stanno facendo i dovuti accertamenti.

4 novembre 2010 0

Il presidente della Fiat John Elkann a Montecassino

Di redazionecassino

Il futuro dei giovani è stato il tema dibattuto in un convegno all’Abbazia di Montecassino con la partecipazione di importanti personalità. Relatori oltre all’abate Vittorelli e al presidente della Fiat John Elkann, l’on. Antonio Tajani, Nicola Zingaretti, Presidente della Provincia di Roma; Nando Pagnoncelli, Presidente IPSOS e  Giuseppe Cornetto Bourlot, Editore-Presidente ASCA. A  moderare il dibattito sarà Emilio Carelli, Direttore di SkyTg 24. Si è parlato della necessità di formare i giovani perché nei prossimi anni l’Italia avrà bisogno di circa 400 mila persone capaci di usare sistemi informatici e di parlare le lingue straniere.  Tajani  ha sviluppato questo problema a livello europeo  annunciando una serie di progetti per finanziare iniziative mirate  ma l’attenzione era su Elkann il quale ha insistito sulla necessità dell’istruzione, basilare per  il lavoro del futuro. Poi  ha accennato alla visita fatta nello stabilimento Fiat ricordando di essere stato più volte da studente di Ingegneria a Cassino.

4 novembre 2010 0

Sequestro di capi d’abbigliamento contraffatti venduti ‘porta a porta’

Di redazionecassino1

La Guardia di Finanza di Cassino, nell’ambito delle attività di vigilanza sul mercato dei prodotti contraffatti, ha predisposto, nelle ultime settimane, un articolato dispositivo di contrasto, volto a garantire una incisiva sorveglianza sui fenomeni di abusivismo, contraffazione e pirateria audiovisiva. Le Fiamme Gialle, hanno sequestrato capi di abbigliamento e calzature contraffatti,  messi in vendita da un soggetto, cittadino italiano, residente a Napoli, nel quartiere Sanità. Il soggetto, impossibilitato a vendere sulla strada a causa della stringente vigilanza delle Forze dell’Ordine, aveva optato per la vendita a domicilio, suonando ai campanelli di ogni porta, offrendo i capi che portava al seguito oppure prendendo ordini di altri capi che avrebbe consegnato la settimana successiva. Ad un campanello, però, si è trovato davanti una pattuglia delle Fiamme Gialle che in quel momento era impegnata in un servizio di controllo. Rinvenuti i beni in vendita, i militari li hanno analizzati. Tali prodotti, su cui erano indebitamente apposte le griffes di blasonate aziende del settore, seppur simili nel marchio, nella foggia e nelle colorazioni ai prodotti lecitamente venduti nei negozi specializzati in articoli del genere, ad un esame più approfondito dei militari risultavano carenti di quei requisiti di garanzia e qualità che contraddistinguono tale tipologia di oggetti. Tra i pezzi sottoposti a sequestro dai militari, tra abbigliamento, accessori e scarpe, ci sono alcune delle griffes più famose, come “Hogan”, “Burberry”, “Luis Vuitton” , “Alviero Martini”, “Liu-jo”, “Jeckerson”, “Moncler”, “H & B”, “Fred Perry” ed altri.

4 novembre 2010 0

Al M° Michele Santorsola il Premio Internazionale ‘Cartagine’

Di redazionecassino1

La decima edizione del Premio Internazionale ‘Cartagine’ è stato assegnato al M° Michele Santorsola.  

“……. in virtù dei meriti acquisiti in qualità di Direttore d’Orchestra intento alla divulgazione della Musica in generale ed in particolare della Musica Italiana nel mondo. Le sue esecuzioni musicali traggono fondamento ed ispirazione da un’intensa sensibilità coniugata ad un profondo amore per la vita, della quale Egli sa cogliere la musicalità con particolare finezza e capacità di ascolto, nonché per il grandissimo impegno profuso a livello universale nella diffusione della cultura della pace e della sicurezza tra i popoli.” Con questa motivazione, il prossimo 5 novembre, alle ore 17 presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio in Roma, sarà conferito al M° Michele Santorsola il “Premio Internazionale Cartagine 2010” per la sezione “musica”.  Sarà un evento di alto profilo socio-culturale ed istituzionale con la partecipazione di numerosi rappresentanti, noti ed autorevoli a livello nazionale ed internazionale, appartenenti al mondo della politica, della cultura, della solidarietà sociale, dello spettacolo.   Il “Premio Internazionale Cartagine” rappresenta un prestigioso riconoscimento destinato a coloro che hanno contribuito, in Italia ed all’estero, allo sviluppo ed alla diffusione della cultura e del sapere nei diversi settori, nell’interesse supremo dell’elevazione e della promozione del progresso dei popoli, della ricerca della verità, della libertà, della giustizia e della pace e, quindi, della fratellanza universale. Nato nel 2001, festeggia quest’anno i suoi primi dieci anni di vita e  l’edizione del “decennale” si svolgerà autorevolmente nella Capitale e vedrà protagonisti altri numerosi personaggi, più o meno famosi per renderli “Noti nel mondo del Meditarraneo ed ancor più a livello internazionale”. Peculiarità unica ed originale del “Premio Cartagine” è riconoscere quali personaggi illustri, non solo coloro che hanno già alle spalle un background importante e ben noto alla collettività ma soprattutto quelle personalità ancora poco note che lavorano, seppur non ancora alla ribalta, per costruire un percorso virtuoso e determinante in vari settori: dall’impegno sociale alla ricerca medica, dalla divulgazione della cultura all’imprenditoria e di qualità.

4 novembre 2010 0

Sismometro di San Giovanni Incarico torna a funzionare

Di redazionecassino1

Singolare riparazione per il geofono S13 installato presso l’Osservatorio Geofisico del Liri sito in San Giovanni Incarico. Tale strumento, dotato di sensori utili a registrare frequenze da 0,75 a 1,1 Herz, è in grado di supportare sofisticati studi sismici adatto ad essere sommerso fino a 100metri. “L’S13, in dotazione alla nostra Stazione sismica – dichiara Paolo Sabetta Presidente di Umanize Organization, della Rete Sismica Sperimentale Italiana – è stato costruito dalla Geotech, azienda che si occupa di ricerca, prospezione sismica delle risorse naturali e sismicità indotta. Questo strumento, deriva dalla Rete sismica dell’Abruzzo e dopo tante ore di lavoro ha avuto bisogno di una manutenzione straordinaria durante la quale abbiamo notato la necessità di sostituire alcune componenti danneggiate. Per accelerare i tempi ed assicurare il monitoraggio della microsismicità locale abbiamo ritenuto opportuno risolvere il problema affidandoci a professionisti locali e dopo accurate ricerche abbiamo trovato il Mollificio Centroitalia di Monte San Giovanni Campano il quale, sensibile alle esigenze del mondo del volontariato ha riprodotto fedelmente i componenti danneggiati, mettendo a disposizione ingegneri e tecnici specializzati. Colgo l’occasione per ringraziare l’azienda per la sensibilità dimostrata nei nostri confronti, quotidianamente siamo al servizio della comunità, monitorando la sismicità del nostro territorio”.

4 novembre 2010 0

Rifiuti: Sequestri e cinque denunce nel Teramano

Di redazionecassino1

Gli agenti del Corpo forestale hanno sequestrato a Silvi un capannone ed hanno denunciato cinque persone per smaltimento illecito di rifiuti e realizzazione di una discarica di rifiuti speciali provenienti da demolizioni senza autorizzazione. Il capannone e’ stato realizzato in localita’ Piomba, in un’area sottoposta al vincolo ambientale e con destinazione urbanistica agricola. Sono stati sequestrati anche diversi manufatti edilizi abusivi e quattro 4 aree.