Giorno: 10 novembre 2010

10 novembre 2010 3

Bonelli (Verdi): “Presentata interrogazione: no ai privilegi a Califano. E’ ora di dire basta ai favoritismi e ai padrini politici”.

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

«Abbiamo presentato una interrogazione a risposta scritta alla Polverini chiedendo di sapere se risulta vero quanto dichiarato ieri alla trasmissione “La Zanzara”, che a Califano è stata promessa una casa e che la Polverini si è impegnata a garantire a Califano alcuni concerti pagati dalla Regione Lazio». Lo dichiara Angelo Bonelli, capogruppo regionale e presidente nazionale dei Verdi. «Tutto ciò è inaccetabile e immorale nei confronti di decine di migliaia di famiglie laziali che si trovano in situazioni di indigenza e ancor più per quegli anziani con 425 euro al mese di pensione al mese. Non penso che Califano possa essere definito povero considerando che i diritti SIAE gli garantiscono 1.667 euro al mese, come da lui stesso dichiarato. In quanto ai concerti si evitino corsie privilegiate e favori, che nessun giovane artista può ricevere perché non ha padrini politici. E’ ora di dire basta a questa immoralità che in Italia vede premiato solo chi ha padrini politici».

10 novembre 2010 0

Così Campoli Appenino celebra il suo oro bianco

Di admin

Pesa 820 grammi, ed è il più grande tartufo bianco mai trovato nella storia dei tartufai campolesi che sabato 20 e domenica 21 novembre festeggiano la 26° mostra mercato del pregiato tubero di Campoli Appennino.

“Sei libbre e mezzo di tartufoli per il Sig. Capitano di cavalleria” recita la ricevuta che nel 1759 veniva chiesta per l’acquisto del tartufo di Campoli che è ancor oggi gelosamente custodita nell’archivio documentale del comune a testimonianza della lunghissima tradizione che lega questo piccolo comune dell’estrema Ciociaria al tartufo.

Fino al 1960 i campolesi lo cercavano utilizzando i maiali: giù nella valle del paese era il tartufo bianco pregiato, in collina il nero. La “caccia al tesoro” inizia a novembre e termina alla metà di aprile. I tartufari più tenaci si cimentano nella ricerca anche nel periodo caldo, periodo in cui trovano il pregiato tubero conosciuto con il nome “fior di maggio” .

“L’oro bianco di Campoli” verrà spolverato sulle pietanze preparate il 20 e 21 novembre. All’interno di un percorso, realizzato nel centro storico, si trovano cantine e vecchie botteghe che, per l’occasione, alzeranno le saracinesche per offrire bruschette, gnocchetti, tagliatelle, vitello conditi con il tartufo. E poi polenta cotta, per oltre un’ora, con un soffritto di carne macinata, sedano, carota e cipolla tritati il tutto aromatizzato con una spruzzata di vino bianco. L’aggiunta della salsa di pomodoro e, infine, delle scaglie di tartufo bianco completeranno il profumatissimo piatto. Campoli Appennino è adagiato sul bordo di una suggestiva dolina carsica, denominata il “Tomolo”, a 650 metri di altezza. Il paese, che è anche conosciuto come Città del tartufo e dell’orso, conserva, nel centro storico, un museo dedicato al più grande carnivoro d’Europa e da settembre di quest’anno è stata attrezzata anche un’Area Faunistica Dell’Orso Bruno Marsicano, che si sviluppa su una superficie di oltre 15 ettari di bosco, sui cui bordi si snoda il paese. Qui vivono due esemplari dell’ultimo patriarca dell’Appennino, ammirabili dal balcone naturale di Piazza Umberto I. Una “due giorni” per fare un tuffo nel passato e assaggiare i piatti di un tempo. Per chi ama la natura c’è poi l’esperienza irrinunciabile del canyon. Come arrivarci: A24-A25 Roma-Teramo, uscita Avezzano. Proseguire, quindi, sulla superstrada Avezzano- Sora-Cassino, uscire a Sora Centro-ospedale, girare a sinistra e immettersi sulla SS. 666 Sora-Pescasseroli: dopo 6 km. si trova il bivio per Campoli Appennino. Per info: info@tartufodicampoli.it

10 novembre 2010 0

Sicurezza, Abbruzzese: “Bene impegno Regione per sala operativa questura”

Di admin

“L’attuale governo regionale sta dimostrando grande attenzione sul tema della sicurezza. E lo stanziamento di 200mila euro che servirà per modernizzare gli apparati informatici della sala operativa della Questura di Roma, traduce nei fatti questi propositi. I lavori per la realizzazione del Centro per la Gestione della Sicurezza per i Grandi eventi, rappresentano infatti un primo ed importante tassello sulle politiche regionali in tema di sicurezza che vede in prima linea la presidente Polverini. Voglio ricordare come anche il Consiglio regionale, tramite l’Istituto regionale ‘Jemolo’, e di concerto con l’Assessorato ai Rapporti con gli Enti Locali e Politiche per la Sicurezza, si sta impegnando sul tema della sicurezza, promuovendo dei corsi di formazione e aggiornamento per Operatori di Polizie Locali che negli ultimi anni hanno assunto un ruolo sempre più strategico per rispondere alle crescente esigenza di sicurezza, non solo a Roma, ma su ogni singolo territorio. Già 1500 operatori di Roma sono stati coinvolti nei processi formativi e il progetto verrà esteso nei prossimi giorni anche alle province”. Lo ha affermato con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

10 novembre 2010 0

Secondo successo consecutivo per la Di Monte Barbecue

Di admin

CORDIGERI GUARDIAGRELE-DI MONTE BARBECUE LANCIANO 1-3 21/25 (17′) 25/15 (22′) 25/14 (12′) 24/26 (20′)

CORDIGERI GUARDIAGRELE Carosella, Colasante, Tondi, Lupiani, Marsibilio, Pascucci, Pompeo, Ucci, Tenaglia, Valente D., Valente J, Taraborrelli, Rossignoli. All.: Esposito

DI MONTE BARBECUE LANCIANO Sciorilli, Milano, Stante, Di Monte, Cappellaro, Valerio, Micucci, Grossi A. Colacioppo Grossi A. Maranzano All.: Dalerci Di Biase

La DI MONTE BARBECUE incamera il secondo successo consecutivo a spese del Guardiagrele, ma spende molto più di quanto ottiene, anche se alla fine i tre punti sono suoi. I lancianesi sembrano superiori nell’organizzazione di gioco e nella fisicità atletica, ma sul campo le cose si mettono diversamente; nel primo set i frentani impongono il loro gioco anche se commettono qualche errore di troppo; nel secondo però cala di molto il loro rendimento soprattutto in ricezione e in atttacco c’è più di una indecisione.

Dalerci, che già nel finale di primo set aveva alternato Grossi e Valerio, inserisce Colacioppo in banda e ruota Milano e Stante al centro, per cambiare le situazioni di muro e di ricezione che si vengono a creare, inserisce anche e fa debuttare Micucci in posto 4.

I due set finali sono appannaggio della DI MONTE BARBECUE, uno in maniera facile e quello finale equilibrato ed ancora con errori ed indecisioni, risolto soprattutto per la maggiore efficacia della battuta lancianese.

In conclusione l’approccio alla gara della DI MONTE BARBECUE deve migliorare, molto più efficace in occasione del derby della scorsa settimana, di buono c’è che comunque il carattere della squadra riesce a sbrogliare anche le situazioni difficili e coach Dalerci giostrando l’organico ci mette, per ora, le pezze giuste

10 novembre 2010 0

Bonessio (Verdi): “Grave boutade populista di Alemanno. Pari diritti per tutti a prescindere dallo stato civile”

Di admin

«Ecco l’ennesima trovata di Alemanno: aumentare le tasse ai single per aiutare le famiglie con figli. Se non fosse novembre penseremmo a un pesce d’aprile». Lo dichiara Nando Bonessio, presidente dei Verdi del Lazio in merito alle dichiarazioni del sindaco Alemanno nell’ambito della Conferenza sulla famiglia. «I cittadini non sono tutti uguali secondo Alemanno e questo centrodestra, al contrario di quello che dice la nostra Costituzione. Quindi il sindaco prevede trattamenti e diritti diversi a seconda delle scelte di vita delle persone, o ai propri orientamenti personali. Fatti esclusivamente privati, quindi, dovrebbero essere, secondo Alemanno, il metro di misura per separare i buoni dai cattivi, segnare su una lavagna i nomi, come si faceva a scuola 50 anni fa, e decidere così chi debba pagare anche per gli altri». «Si tratta di un modo di pensare ai diritti dei cittadini che rigettiamo senza remore. Tutti hanno pari diritti e pari dignità, che si sia sposati, che si abbiano o non si abbiano figli, che si sia gay, lesbiche, anziani, studenti, trans o coppia di fatto. Ci auguriamo che le parole di Alemanno al Forum della Famiglia, siano state solo una boutade populistica per trarre facili consensi, che non una vera e propria intenzione di procedere di questa amministrazione, il ché sarebbe molto grave. Chiediamo ad Alemanno quindi, di rettificare subito quanto detto, e di assicurare che tutti vedranno garantiti pari dignità e diritti, a prescindere dal loro stato civile. Bisogna facilitare l’accesso ai servizi per le famiglie numerose, senza però far gravare questa scelta, aumentando le tasse, su altre categorie sociali, come i single, che spesso sono studenti o anziani».

10 novembre 2010 0

Lazio: sos infrastrutture – domani una conferenza stampa a Roma

Di admin

Milioni di euro in infrastrutture finanziati e mai iniziati a Roma, eppure Alemanno pensa a ricostruire interi quartieri. Scuole, parcheggi, mercati, strade, fognature, palestre, centri anziani bloccati, anche se i soldi ci sono già. La Provincia di Roma annuncia solo ieri di avere soldi a disposizione, ma di non poterli spendere a causa del Patto di Stabilità. La Regione Lazio, incontrando i sindacati e le associaizoni di categoria, ammette di non avere fondi per le opere previste nel Piano Pluriennale. E intanto il mercato del lavoro è fermo ed incombe la crisi. Un nuovo appuntamento per domani, giovedì 11 novembre alle ore 11,15 a Roma, presso la sede Cgil Lazio, in Via Buonarroti, 12, al terzo piano, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio, Roberto Cellini, segretario generale della Fillea Cgil di Roma e del Lazio, Eugenio Stanziale, segretario della Cgil di Roma e del Lazio, terranno una Conferenza Stampa per chiedere chiarezza e trasparenza al Comune di Roma, oltre che risposte concrete, per chiedere un allentamento del Patto di Stabilità che permetta alla Provincia di utilizzare i fondi a disposizione e creare nuovi posti di lavoro e per ribadire con forza che la lotta all’evasione ficale e al sommerso, oltre che per la sicurezza sui luoghi di lavoro devono andare di pari passo ad una politica di sviluppo nella legalità e con prospettive concrete, senza promesse elettorali di difficile mantenimento.

10 novembre 2010 0

Diamanti falsi in tre tentano la truffa, uno fermato e denunciato

Di admin

La polizia stradale del distaccamento di Cassino ha denunciato per truffa aggravata e associazione a delinquere G.G. 47 anni di Palermo. In seguito ad alcune segnalazioni gli agenti di polizia stradale sono intervenuti in Viale Dante dove un gruppo di tre persone stava tentando di vendere per strada avvicinando i passanti, diamanti e oggetti preziosi. Alla vista degli agenti i tre sono scappati gettando un involucro che, recuperato, è risultato contenere pietre preziose di ogni genere chiaramente false. Le successive indagini hanno permesso di fermare poco dopo il siciliano che aveva indosso una ingente quantità di danaro frutto, probabilmente, di truffe andate a segno.

10 novembre 2010 0

La provincia di Frosinone e il Pony di Esperia a Fieracavalli

Di admin

La Provincia di Frosinone in primo piano a Fieracavalli Verona 2010. La folta delegazione, composta soprattutto dalle diverse anime che hanno intrapreso le attività di valorizzazione del  Cavallino di Esperia, peculiare della Ciociaria, è stata guidata dallo stesso Presidente della Provincia, Antonello Iannarilli. La Provincia di Frosinone, inserita nel contesto del Villaggio Lazio, realizzato dalla Regione,  si è distinta in tutti i settori presenti. Si è detto del Cavallino di Esperia, una delle cinque razze ufficiali della nostra regione, rappresentata in terra scaligera da più associazioni. In particolare il Centro Alexandra di Alatri che, tra le altre cose, è molto attivo nel settore dell’ippoterapia, l’Associazione Cavalieri di Montagna (Fitetrec-Ante) specializzata nell’equiturismo e la più antica, numerosa e rappresentativa, l’Associazione Pony di Esperia. Ma la partecipazione a Fieracavalli ha visto anche la realizzazione di uno stand per la promozione turistica della nostra provincia, con particolare riferimento alle ippovie e al sistema dell’equiturismo ma anche, più in generale, con le varie proposte che la nostra terra offre. Non ultima quella di una gastronomia ormai a buon livello in ambito nazionale per proposta e fama, con esempi come la Maxitorta delle eccellenze laziali preparata da “Le delizie di Maria” e inaugurata da Claudia di Ciociariaturismo. La colonna sonora delle esibizioni è stata “Terra di Fuoco” degli MBL. Il tutto sotto la guida e il coordinamento di CiociariaTurismo. Al pranzo organizzato per i giornalisti e gli operatori del settore erano presenti tra le altre autorità, insieme al Presidente Iannarilli, l’Assessore regionale all’Agricoltura Birindelli e il Presidente della Commissione regionale Agricoltura, Battistoni. Assente suo malgrado l’Assessore provinciale all’Agricoltura, Giovanni Melone che ha comunque manifestato la sua grande soddisfazione per gli ottimi risultati raggiunti. In particolare quelli di un noto allevamento ciociaro in Atina, l’allevamento del Saturno di Giandomenico Bastianelli, che ha colto dei risultati eclatanti. “Bastianelli – dice l’assessore Melone – ha vinto più di chiunque altro in questa edizione di Fieracavalli, ed è un allevatore della nostra provincia. Non possiamo che sottolineare come, quando si vuole, sappiamo esprimere grande qualità”. In effetti Bastianelli ha vinto il primo, secondo e terzo premio nella categoria maschi 2 anni, con Copit, Atobias e Cicerone. Si è imposto al primo posto con Anna Bolena nella categoria salto in libertà; ha preso un secondo posto con Gran Champion nel categoria maschi di un anno e ha collezionato due quinti posti con altri due cavalli. “Non posso che essere felice e orgoglioso – ha detto Bastianelli – il mio allevamento ha solo cinque anni di vita e i risultati mi stanno dando ragione da subito. Orgoglioso lo sono anche per i tanti allevatori inglesi e francesi, alcuni molto importanti, che hanno manifestato interesse per i miei cavalli. Vuol dire che siamo sulla strada giusta”. “Io non posso che ringraziare tutti per l’impegno che hanno profuso in questa trasferta veronese – ha detto il Presidente Iannarilli – dai ragazzi in difficoltà e quelli più giovani ai quali va il mio pensiero più frequente a tutti quanti hanno concorso a fare di questa esperienza un punto a favore del nostro territorio”. Il presidente Iannarilli ha consegnato a tutti i partecipanti un attestato di partecipazione.

Tra le iniziative annunciate per il 2011 a giugno un concorso internazionale di salto ad ostacoli ad Atina e ad ottobre l’annuale mostra del Pony di Esperia ad Alatri. www.ciociariaturismo.it il portale turistico ufficiale della Ciociaria

10 novembre 2010 0

Sequestrato un fabbricato in zona soggetta a vincolo paesaggistico

Di admin

Il 10 novembre 2010, la Stazione Carabinieri di Torino di Sangro (CH), a seguito di una attività d’indagine d’iniziativa svolta in località Borgata Marina, deferiva in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto, t.l. 42enne ingegnere, direttore dei lavori e socio amministratore di una ditta edile, nonché c.m., 30enne e m.p., 28enne, entrambi geometri e soci amministratori della suddetta ditta, in quanto avevano posto in costruzione n. 25 (venticinque) appartamenti in un unico corpo abitativo per una superficie utile totale di circa 2.000 (duemila) metri quadri, in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e senza le prescritte autorizzazioni, dissimulando una semplice richiesta di ristrutturazione di un vecchio fabbricato presentata all’Ufficio Tecnico della locale Amministrazione Comunale. L’immobile, del valore commerciale complessivo di circa 2.000.000,00 (duemilioni) di euro, e’ stato sottoposto a sequestro.

La specifica attività investigativa svolta dall’Arma di Torino di Sangro, che già recentemente ha consentito di sequestrare n. 16 fabbricati in legno nella stessa zona, fornisce una efficace risposta alle molteplici istanze di tutela del territorio, così variamente e straordinariamente ricco di peculiarità ambientali e culturali, soprattutto lungo la costa del chietino. L’azione di vigilanza, prevenzione e repressione delle violazioni compiute in materia ambientale e paesaggistica, continuerà con la massima attenzione e sempre con lo scopo di salvaguardare quanto più possibile il patrimonio culturale del nostro territorio.

10 novembre 2010 0

Equitalia, incubo di tanti cittadini aumenta le proprie competenze per la riscossione di crediti.

Di admin

Per dovere di cronaca, Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di IDV e fondatore dello “Sportello Dei Diritti” ritiene opportuno comunicare le nuove competenze riconosciute alla società concessionaria di riscossione Equitalia che da un anno a questa parte ha ampliato in virtù di specifiche disposizioni di legge o amministrative il novero dei crediti per i quali può procedere alla riscossione e tra queste in particolare vanno segnalate quelle in materia di contestazioni delle irregolarità di viaggio e relative sanzioni per conto di Trenitalia Spa (Decreto MFE 16/1/2009). Peraltro, secondo quanto individuato nel bilancio consolidato di gruppo redatto dalla stessa società di riscossione al 31.12.2009, tra le nuove competenze dell’Ente sono previsti anche i provvedimenti di revoca di agevolazioni disposte dai ministeri dell’industria delle attività produttive e dello sviluppo economico (Legge n. 99 del 23/07/2009 art. n.3); la riscossione coattiva di contributi dovuti per la iscrizione all’albo dei consulenti finanziari (dlgs n. 101 del 17/07/2009); la riscossione di sanzioni iscritte a ruolo dall’ISVAP( Decreto del 19./06.2009 n.94); la riscossione spontanea a mezzo ruolo delle spese di giustizia (Legge n. 69/2009 art. 67 comma 3) nonché la riscossione di alcune tipologie di crediti INPS per i quali non si procede ad iscrizione a ruolo( Decreto legge n. 5 /2010 art. 7 quater, comma 6).