Giorno: 12 novembre 2010

12 novembre 2010 0

Bertolaso lascia la Protezione Civile, gli succede il prefetto Gabrielli

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Il dottor Guido Bertolaso ha cessato il proprio servizio di Capo del Dipartimento della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri”. Lo si legge in una nota stampa redatta dalla Protezione civile che annuncia l’avvicendamento al vertice a partire dalla mezzanotte di ieri. “Gli subentra in data odierna il Prefetto Franco Gabrielli che era già stato collocato fuori ruolo dal Ministero dell’Interno presso il Dipartimento della Protezione civile”. Bertolaso lascia nel corso dell’emergenza maltempo in Veneto; nel corso del suo mandato ha coordinto i soccorsi e la ricostruzione del terremoto de L’Aquila in Abruzzo.

12 novembre 2010 0

Lo strappo dei Finiani, lunedì lasciano il Governo

Di redazione

Ormai non si parla più di quando il Governo finirà, perchè sembra scontato, si parla invece di come finirà. Lunedì sembra essere il giorno dei nodi al pettine; quando cioè i finiani lasceranno il governo perchè inascoltato l’ultimatum lancianto dal loro leader Fini: o si dimette Berlusconi o dimissioni. A nulla è valsa la mediazione di Bossi; le posizioni troppo lontane non hanno permesso accordi. Quindi lo “strappo” di Fini matura e nel lasciare le cariche di governo, con al fianco anche il Movimento per le Autonomie dice addio alla maggioranza. Gli effetti si avranno sicuramente alla Camera dove i numeri della maggioranza si reggono prorpio sui finiani; al Senato, invece, le cose andranni diversamente dato che Berlusconi conserva un controllo saldo. Entrambe, però, Camera e Senato, dovranno votare su mozioni di sfiducia presentate dalle opposizioni, e per quelle di fiducia presentate dalla maggioranza. Quindi, nello scenario in cui il premier ha detto in maniera categorica che non pensa alle dimissioni, il timone della barca ferma in unza zona di bonaccia lo mantiene in presidente della Repubblica. A questo punto Napolitano potrebbe guidare la situazione verso le elezioni, o dare mandato di “esplorazione” tra i vari gruppi parlamentari per cercare una nuova maggioranza. Solo una di queste cose accadrà la prossima settimana.

12 novembre 2010 0

Acquistava e vendeva auto, ma evadendo le tasse

Di redazionecassino1

I militari della Guardia di Finanza  di Cassino, a Pontecorvo, hanno proceduto alla denuncia di un cinquantenne pontecorvese per reati fiscali, contestandogli diversi milioni di euro di evasione. In particolare, i militari hanno concentrato la loro attenzione su un’attività di compravendita di autovetture, operante soprattutto all’estero, da dove importava auto tedesche da rivendere nel mercato italiano. Ad insospettire le Fiamme Gialle è stato il fatto che, dopo un breve periodo di vita, l’impresa aveva cessato la propria attività, chiudendo la partita Iva. Tale scelta, però, non era coerente con i risultati economici dell’azienda, che nei pochi mesi di vita aveva guadagnato notevoli somme. A seguito del controllo fiscale, tuttavia, è stato svelato l’arcano: a fronte dei notevoli guadagni ottenuti, il titolare aveva pensato semplicemente di “far sparire” l’impresa, allo scopo di non dover ottemperare agli obblighi fiscali. Il soggetto, infatti, non aveva versato l’Iva sulle autovetture né negli Stati esteri dell’Unione Europea dove le aveva acquistate, né in Italia, confidando che il Fisco non se ne sarebbe accorto. La Guardia di Finanza, invece, è arrivata inesorabile sull’evasore, contestandogli di aver omesso di dichiarare oltre due milioni e mezzo di euro di ricavi e di non aver versato l’Iva per oltre tre milioni e mezzo di euro. L’evasore, ora, dovrà pagare le imposte evase, le sanzioni sulle imposte evase (che sono pari al 100% delle somme nascoste), e gli interessi per averle versate in ritardo. Inoltre, dovrà sostenere un processo penale per aver presentato una dichiarazione infedele, nel quale rischia la condanna da uno a tre anni di reclusione, e per l’omesso versamento delle imposte, punito con una pena da sei mesi a due anni.

12 novembre 2010 0

«Corriamo più veloci del diabete!» informazioni e screening gratuiti per la Giornata mondiale del Diabete

Di admin

A Chieti la passeggiata del benessere da piazza San Giustino e gazebo al Megalò.

««Corriamo più veloci del diabete» è lo slogan e l’invito della Giornata mondiale del diabete 2010 che si celebra domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, sabato 13, e domenica 14 novembre anche in nove luoghi della provincia di Chieti. Grazie all’impegno volontario di medici, infermieri, altri operatori sanitari e associazioni di pazienti, saranno allestite postazioni diabetologiche aperte gratuitamente al pubblico, dove i cittadini potranno ricevere materiale informativo sulla prevenzione della patologia, ottenere consulenze mediche qualificate ed effettuare screening gratuiti per la misurazione della glicemia. Da una piccola goccia di sangue ottenuta con una semplice puntura sul polpastrello di un dito è, infatti, possibile conoscere il livello del glucosio nel sangue. Sarà inoltre possibile compilare un questionario diagnostico per scoprire la percentuale di rischio diabete da qui a dieci anni.

Tra le iniziative da segnalare c’è quella del Fitwalking, una «passeggiata del benessere» alla quale tutti potranno partecipare: l’obiettivo principale è avvicinare le persone diabetiche all’attività fisica, vero e proprio «farmaco» nella cura e nella prevenzione di una patologia come il diabete, insieme a un’alimentazione adatta a raggiungere e mantenere il proprio peso ideale. A Chieti l’iniziativa è promossa dalla Diabetologia dell’Ospedale “SS. Annunziata”: il raduno è previsto alle ore 10.15 di domenica 14 novembre, in piazza San Giustino.

Le postazioni diabetologiche saranno allestite ad Atessa, Casalbordino, Chieti, Lanciano, Ortona, San Salvo, Vasto.

A Chieti sarà allestito un presidio presso il Centro commerciale «Megalò», sabato 13 novembre dalle ore 16 alle 19.30 e domenica 14 novembre dalle ore 9 alle 19.

In tutte le altre località le iniziative si svolgeranno solo domenica 14 novembre.

A Lanciano l’appuntamento è lungo corso Trento e Trieste dalle ore 9 alle 12 e presso il Centro commerciale «Oasi» dalle ore 15 alle 21.

A Vasto la postazione sarà in piazza Rossetti dalle ore 9 alle 19.

A San Salvo in piazza Papa Giovanni XXIII dalle ore 9 alle 19.

A Ortona presso l’Ospedale «Gaetano Bernabeo» dalle ore 9 alle 19.

Ad Atessa in piazza San Rocco dalle ore 9 alle 19.

A Casalbordino in piazza dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle 19.

Il diabete

In Italia sono presenti circa tre milioni di persone con diabete. Più di 280 milioni di persone nel mondo sono colpite da diabete mellito. Questo numero è destinato a crescere enormemente nei prossimi anni, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, in conseguenza non solo dell’aumento della popolazione e della durata media di vita, ma anche della mancanza di esercizio fisico e dell’alimentazione non corretta.

Nel 2025, se non si realizzerà una prevenzione efficace, ci saranno nel mondo 380 milioni di soggetti con diabete mellito, che aumenteranno a 430 milioni nel 2030.

Cos’è il diabete mellito?

Il diabete mellito è una condizione nella quale il nostro corpo non è capace di utilizzare lo zucchero presente nel sangue (glicemia).

Esistono due forme principali di diabete:

• il diabete tipo 1, che in genere colpisce bambini e adolescenti (ma anche adulti), nel quale le cellule del pancreas che producono insulina sono distrutte da un processo autoimmune e non sono più capaci di produrre insulina, per cui è necessario somministrarla con piccole iniezioni;

• il diabete tipo 2, che di solito colpisce gli adulti per lo più in sovrappeso (ma l’età media si sta sempre più riducendo, fino a colpire anche i bambini e gli adolescenti), nel quale le cellulle del pancreas producono insulina in modo inadeguato e l’insulina prodotta non è ben utilizzata. Il 90% dei pazienti è affetto da questo tipo di diabete, che può essere curato con semplici modifiche nello stile di vita, ma spesso è necessario usare farmaci e, talvolta, insulina.

Il diabete non si vede e non si sente.

La glicemia provoca disturbi solo quando è molto alta. Così è possibile essere affetti dal diabete mellito per anni senza accorgersene. Ma, nel tempo, gli zuccheri elevati danneggiano occhi, reni, circolazione del sangue, nervi, cuore, piedi. Tutto questo può essere evitato con pochi, semplici mezzi. Per questo è importante scoprire se si è affetti dal diabete mellito!

Previeni quindi il diabete mellito recandoti il 13 e il 14 novembre 2010 a una postazione di Diabete Italia

• effettuando il test per valutare il tuo rischio

• misurando la glicemia

e da domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani

• adottando uno stile di vita sano, ovvero facendo esercizio fisico regolare, e seguendo un’alimentazione adatta a raggiungere e mantenere il tuo peso ideale.

Notizie utili

• un italiano su dieci ha il diabete mellito o è a rischio di averlo, e non sempre lo sa;

• è possibile avere il diabete per anni senza accorgersene;

• il diabete mellito non curato è la principale causa in Italia di:

– amputazioni non traumatiche

– infarto e ictus

– cecità e disturbi della vista

– dialisi

Tutte le complicanze possono essere prevenute, ma soprattutto il diabete di tipo 2 può essere prevenuto con un corretto stile di vita.

12 novembre 2010 0

Una speranza per i malati, sembra funzionare il vaccino anti-Aids

Di redazionecassino1

 Una speranza per i tanti ammalati di Aids, forse, dalle risposte del vaccino messo a punto da Barbara Ensoli (Istituto Superiore di Sanità). Il vaccino italiano anti-Aids funziona e induce risposte immunitarie che riportano alla normalità i pazienti con infezione da Hiv trattati con terapia antiretrovirale. Sono questi i risultati, appena pubblicati sulla rivista scientifica PlosOne 2, dei test effettuati su 87 malati che stanno comunque prendendo i farmaci. Si tratta dello studio di fase II avviato tra molte polemiche nel 2009, quando furono fatti i primi arruolamenti di volontari per la sperimentazione in undici centri clinici italiani. “I risultati pubblicati su PlosOne dimostrano chiaramente che valeva la pena di esplorare le potenzialità del vaccino Tat e ci danno ragione degli sforzi compiuti – ha dichiarato il presidente dell’Iss, Enrico Garaci – la dimostrazione del miglioramento dei parametri immunologici nei pazienti vaccinati trattati con terapia antiretrovirale rappresenta una tappa importante”. I risultati, a 48 settimane dalla prima vaccinazione (in due diversi dosaggi, 7,5 mgr o 30 mgr con 3 o 5 somministrazioni intradermiche) segnalano che oltre che sicura, la proteina Tat svolge un ruolo chiave nel generare risposte immunitarie spercifiche anticorpali e cellulari e riduce significativamente le alterazioni del sistema immunitario indotte dall’infezione Hiv e che, in genere, persistono con i farmaci antiretrovirali. Dai risultati sembra che proprio i pazienti più immunocompomessi abbiano maggiore giovamento. I pazienti vaccinati presentano un aumento significativo non solo delle cellule T CD4 ma anche dei linfociti B – entrambe cellule più colpite dal virus.

12 novembre 2010 0

Terremoto, scossa di magnitudo 2.3 nel Cassinate

Di redazione

Una scossa di terremoto di magnitudo pari a 2.3 della scala Richter è stata registrata ieri sera alle 23.22 con epicentro in località Colle Belvedere a Sant’Elia Fiumerapido, nella zona sismica di Cassino. A darne notizia è stato l’osservatorio Geofisico del Liri di San Giovanni Incarico. Il sisma, secondo i rilevatori, si è verificato a circa 9 chilometri di profondità senza causare danni nelle zone Atina, Belmonte Castello, Cassino, Piedimonte San Germano, Sant’Elia Fiumerapido, Terelle, Vallerotonda, Villa Latina, Villa Santa Lucia.

12 novembre 2010 0

In arrivo il tagliando rosa per donne in attesa

Di admin

E’ frutto di una proposta dell’Assessore Simone Marucci la decisione della Giunta Comunale di istituire il ‘TAGLIANDO ROSA’ per mamme in attesa. Si tratta di una forma di agevolazione pensata per le donne in gravidanza consistente nel rilascio di un apposito tagliando che consentirà al veicolo condotto dalla gestante che ne fa richiesta, di sostare in esenzione del pagamento del parcheggio e in deroga alla sosta regolamentata a tempo su tutti i parcheggi del Comune di Paliano. Tale Contrassegno Identificativo Temporaneo, che entrerà in funzione nel mese di dicembre con l’adozione di specifica ordinanza, avrà validità a partire dal terzo mese di gravidanza fino al termine della stessa. Le donne col pancione residenti nel Comune di Paliano, al fine di munirsi del C.I.T. non dovranno far altro che recarsi presso il Comando di Polizia Locale con la certificazione dello stato di gravidanza, rilasciato da un medico, e l’indicazione della presunta data del parto. Al momento della presentazione della richiesta verranno prodotti anche copia della carta di circolazione e della patente di guida. Verrà rilasciato un solo C.I.T., relativo ad un massimo di due autoveicoli, da esporre correttamente sulla parte anteriore del veicolo. Alla nascita del bebè, il tagliando dovrà essere riconsegnato entro 30 giorni alla Polizia Locale.