La Guardia di Finanza sequestra immobili a due ex dipendenti del Comune di Chieti

11 novembre 2010 0 Di admin

Nell’ambito delle indagini delegate dall’A.G. di Chieti, Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Chieti ha eseguito il sequestro preventivo di immobili e somme di denaro riconducibili a tale S.M.P. di anni 58 di Chieti e O.D. di anni 72 di Pescara entrambi già dipendenti del Comune di Chieti.
Le indagini avviate su denuncia dello stesso ente locale e condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria e dalla Sezione di P.G. della Guardia di Finanza presso la Procura della Repubblica di Chieti, hanno permesso di acclarare un ammanco dalla casse comunali di un importo di oltre 600 mila euro negli anni che vanno dal 2005 al 2008.
I fatti illeciti posti in essere dai due dipendenti infedeli consistevano sia nell’appropriazione di denaro destinato a pagamenti per conto del Comune sia nella sistematica rendicontazione di spese mai sostenute anche mediante false attestazioni.
In tale contesto si rimarca la fattiva collaborazione del Comune di Chieti nella ricostruzione dei fatti e della riconducibilità ai due ex dipendenti delle responsabilità penali quali peculato e falsità in atti pubblici nella loro qualità di incaricati di pubblico servizio.
Il sequestro preventivo, disposto dal GIP di Chieti su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha riguardato 5 unità immobiliari su Chieti, Pescara e San Giovanni Teatino e somme di denaro per circa 35.000 mila euro quale accantonamento per T.F.S. e il saldo attivo di un conto corrente bancario ammontante 17.000 euro.