Parte la gestione della riserva di San Giovanni in Venere

11 novembre 2010 0 Di admin

Il network europeo AdriaPAN (Adriatic protected areas network), la rete delle aree protette del mar Adriatico, ha accettato l’adesione del Comune di Fossacesia per la riserva naturale di San Giovanni in Venere. «La segreteria di AdriaPAN ce ne ha dato notizia lunedì scorso con una comunicazione ufficiale», annuncia con grande soddisfazione l’assessore all’Ambiente, Andrea Natale.
L’area protetta, istituita dalla legge regionale n°5 del 30 marzo 2007, e definita da molti “la Riserva dimenticata”, poiché vittima della confusione normativa, ha così avuto il suo primo riconoscimento a livello europeo. Oltre alla zona vincolata dalla Soprintendenza, la Riserva si estende al Vallone di San Giovanni, che comprende il torrente omonimo e la collina antistante l’Abbazia, per un’estensione di 58 ettari.
«Siamo partiti con la gestione attiva continua», continua Natale, «abbiamo finalmente un Comitato di Gestione “provvisorio” che sta mettendo in cantiere una serie di attività armonizzate in un Piano d’Azione tra cui la tabellazione, l’attuazione delle norme di salvaguardia e attività di comunicazione. Entro la fine dell’anno puntiamo a produrre una proposta organica da sottoporre al Forum Ambiente e successivamente in consiglio comunale»
La valorizzazione della Riserva, che gode della indubbia fama dell’Abbazia, è punto cardine delle azioni dell’amministrazione e in sintonia con la partecipazione alla “Costituente per il Parco Nazionale della Costa Teatina” e all’impegno per far diventare finalmente Parco la Costa dei Trabocchi.
Puntare sull’Ecoturismo, sul Turismo eno-gastronomico, sulla Cultura e sulla tutela del Paesaggio e dell’Ambiente, valorizzando l’agricoltura e le produzioni locali sono l’unica via per uscire dalla crisi che stiamo vivendo per essere competitivi come territorio senza dover competere in un mondo globalizzato riducendo i diritti dei lavoratori e degradando le risorse naturali e paesaggistiche di cui godiamo.
«Venerdì 12 novembre, alle ore 20,30, invito tutti a partecipare, presso il teatro comunale in Via Roma, alla seconda riunione operativa della Costituente per il Parco Nazionale della Costa Teatina», conclude Natale, «organismo aperto a tutti e al quale chiunque può aderirvi».