Pirateria fonografica, controlli e sequestri in tutto l’Abruzzo

13 novembre 2010 0 Di redazione

Le Fiamme Gialle abruzzesi hanno eseguito nelle ultime settimane a L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo 40 interventi nel quadro dell’azione di contrasto della pirateria fonografica, audiovisiva e informatica. Sono stati sequestrati complessivamente 174.917 Compact disk, 33 computer ed elaboratori, 337 supporti magnetici di altro genere, applicate violazioni sia di carattere amministrativo che penale e segnalate all’Autorità Giudiziaria 48 persone.
Di rilievo l’operazione eseguita dalla Compagnia di Avezzano dove i finanzieri hanno sequestrato 100.000 DVD e CD, 21 masterizzatori, denunciate 3 persone all’A.G.
L’azione di contrasto, svolta dalla Guardia di Finanza in Abruzzo, proseguirà al fine di reprimere questo tipo di illecito che oltre a creare un grave danno alle finanze statali, altera le regole della concorrenza leale a danno delle numerose imprese che operano nel settore.
Secondo i più recenti dati IFPI (Federazione Internazionale dell’Industria Fonografica), l’Italia è il quinto Paese nella classifica mondiale dove è più grave il fenomeno della pirateria audiovisiva e informatica, dopo Cina, Russia, Messico e Brasile.