Saviano attacca la Lega ma la Rai rifiuta la Replica di Maroni

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. Gustavo ha detto:

    La negazione volontaria dell’evidenza, la travisazione intenzionale della realtà

    L’attacco alla Lega continua, vergognoso, impudente, violento, insinuante, devastante.

    Un attacco concentrico che tende a terrorizzare il popolo sovrano, a devastare un intero paese, a negare l’evidenza ed a travisare la realtà.

    E’ ancora una volta “dall’eroe Saviano” che proviene l’ennesimo “attacco cronometrico” alla Lega, nel contesto di una “volontariamente procurata crisi politica” che sta devastando il paese, piegando le istituzioni e negando alle nucleazioni fondamentali della società, le famiglie e le aziende, una via d’uscita dalla crisi, aggredendo consapevolmente e premeditatamente il buongoverno, il riformismo e l’unica speranza di questo paese:

    la Lega Nord.

    L’obiettivo del tradimento di Fini, l’obiettivo dell’attacco a testa bassa di Saviano, l’obiettivo dei Casini, dei Bersani, dei Vendola, dei Rutelli è sempre stato uno, ed uno solo:

    – aggredire violentemente la Lega,

    – delegittimarla,

    – provocarla continuamente nella illusoria speranza di ottenerne una reazione errata che sia prova della sua
    “illegittimità politica” a governare il paese.

    Questa italietta ipocrita e scorretta che disconosce in modo assoluto il valore della sicurezza e del suo governo è uno squallore assoluto.

    Questa politica omicida è una malversazione intenzionale dell’interesse generale.

    Questa volgare indecenza senza alcuna valorizzazione con la realtà, questa “monnezza mediatica” che la realtà distorce, che la realtà piega, è la prova che in questo momento storico, vi è una “intenzione omicida” nel paese:

    si vuole uccidere l’unico movimento politico che ha realizzato il più grande contrasto alle organizzazioni criminali di stampo mafioso che la storia repubblicana italiana conosca,
    attraverso la semplice negazione della verità.

    E quando in un paese civile e democratico si nega pubblicamente e senza alcuna vergogna o remora morale la verità storica dell’unico impegno politico che possa essere definito sano, onesto, leale e corretto, allora possiamo ben affermare che questo stato di diritto, questo stato di fatto, questo stato democratico, ha fatto il suo tempo.

    Se uno stato democratico, in virtù della libera espressione della parola e delle idee, consente linciaggi pubblici mediatici che accusano incredibilmente e senza alcuna prova oggettiva di voler “costituzionalizzare le mafie” quell’unico movimento politico che non si sottopone al ricatto elettorale mafioso in quelle regioni dove le mafie provano ampiamente di “indirizzare e prostituire” il libero voto del popolo sovrano,
    se uno stato democratico lascia che uno squallore simile avvenga alla luce del sole, attraverso i canali televisivi della televisione pubblica e negando il “diritto ad alcuna replica”, nello stesso luogo pubblico che ha originato un simile “danno”, allora è lecito pensare ed affermare che:

    “ Questo Paese non si salverà, la grande stagione dei diritti risulterà effimera, se non nascerà in Italia un nuovo senso del dovere ”

    E che ad affermarlo fosse un filosofo della politica, un filosofo del diritto, un profondo conoscitore dei termini di “stato” e di “democrazia”, un democratico cristiano e non un leghista, questo è un dato di fatto incontrovertibile.

    Questo paese non si salverà, poichè è da sempre orientato al suicidio, moralmente orientato a crogifiggere il bene e ad esaltare il male.

    No, questo paese, non si salverà.

    Poichè è sempre più chiara ed evidente l’intenzione di molti, di troppi,

    di volerlo premeditatamente suicidare.

    Ma che sia ben chiaro a tutti:

    nonostante si sprechino enormi energie nel senso della delegittimazione politica della Lega Nord, nonostante esista una volontà costante e continua in molti settori di questo paese che resistono alle riforme ed al cambiamento (oranizzazioni mafiose in primis) di attentare alla stessa esistenza della Lega Nord,
    io, leghista per scelta avversa ad “ogni cultura mafiosa”, affermo che la Lega non si vende, non si piega e non si spezza.

    Perchè i leghisti sono persone per bene che tentano di cambiare un paese disgraziatamente condizionato dalle mafie, dalle caste mafiose e da quelle caste e quelle corporazioni che vivono e vivono bene di questo “status quo criminale e mafioso”, sia pur per vendere libri coraggiosi che non intaccano le mafie nella realtà nemmeno di striscio.

    Perchè le mafie si combattono con i fatti, e non con le parole.

    Perchè gli unici uomini e le uniche donne che hanno dimostrato di saper combattere le mafie con i fatti, sono i leghisti.

    Ed ora potete anche impazzire di invidia e di gelosia, sbavare rabbia e odio per quel che non siete e non sarete mai, potete pure tutti impazzire per la Lega, ma sia ben chiaro che voi la Lega non la fermerete, così come non avete mai fermato – se non con le parole – le mafie quando la Lega non ancora esisteva e non ancora governava la sicurezza di questo paese.

    E allora, ancora Tutti Pazzi per la Lega.

    E allora, viva la Lega, viva i leghisti.

    Gustavo Gesualdo
    alias
    Il Cittadino X

  2. Alessandro ha detto:

    816mila euro a Saviano per questa trasmissione.
    Normalmente la mafia accusa chi la combatte di essere mafioso ma in Lombardia siamo tutti indignati dalle parole di questo scrittore.
    Forse la Lombardia farebbe bene a fare accordi politici con la Svizzera dove esiste la democrazia ed il federalismo fiscale e soprattutto molti Italiani anche del Sud perfettamente integrati e che in Italia (del Sud) non vanno neppure per le vacanze.
    Grazie al Ministro Maroni per quello che ha fatto e quello che fara’ i mafiosi ci sono di certo anche in Lombardia ma questa mentalita’ e’ totalmente estranea ai cittadini del Nord.
    Vergogna alla Rai per la mancata concessione del diritto di replica, ma in Lombardia si vede LA1 (TV Svizzera) che e’ mille volte meglio della RAI e non costa nulla.

  3. IGNAZIO ha detto:

    PENSO CHE UN CONSIGLIERE REGIONALE DELLA LEGA NON SIA LA LEGA,QUINDI SE LA LEGA SI SENTE COLPITA IN QUALCHE MODO VUOLE DIRE CHE SA CHE E’ VERO.MARONI E I LEGHISTI ORIGINAL NON DEVONO OFFENDERSI MA ESSERE GRATI A SAVIANO.
    MI DOMANDO ANCHE PERCHE’ OGNI VOLTA CHE CI SONO CRITICHE PESANTI A QUESTO GOVERNO SULLA MAFIA O ALTRO ,UN PAIO DI GIORNI DOPO VIENE SEMPRE ARRESTATO UN PERSONAGGIO MAFIOSO RICERCATO DA ANINI E ANNI???????
    MEDITATE GENTE MEDITATE

  4. Gustavo ha detto:

    MI DOMANDO ANCHE PERCHE’ OGNI VOLTA CHE CI SONO CRITICHE PESANTI A QUESTO GOVERNO SULLA MAFIA O ALTRO ,UN PAIO DI GIORNI DOPO VIENE SEMPRE ARRESTATO UN PERSONAGGIO MAFIOSO RICERCATO DA ANINI E ANNI???????
    MEDITATE GENTE MEDITATE

    Medito e rispondo che, se non co fosse la Lega al governo della sicurezza non vedremmo il più potente contrasto al mondo delle criminalità rganizzate che questa repubblica abbia mai vissuto.
    Se al posto di Maroni vi fosse stato qualnque politico non leghista, i mafiosi ricercati andrebbero liberi in giro a fare quel che gli pare.
    E questo fatto vuol dire solo una cosa.
    Avete capito?
    La Lega ed il federalismo sono incompatibili con le mafie.
    Solo la Lega e solo il federalismo.
    Meditate gente, meditate.

    Gustavo Gesualdo
    alias
    Il Cittadino X

  5. IGNAZIO ha detto:

    Sarebbe tutto da appurare e tutti sappiamo che con i se ei ma non si va da nessuna parte,non contesto la LEGA ma contesto le critiche rivolte a Saviano per quanto ha detto al programma televisivo “VIENI VIA CON ME”A SOLO ELENCATO I FATTI CONFERMATI DALLA MAGISTRATURA.
    Per quanto riguarda il resto spero con tutto il cuore che sia effettivamente come tu dici e quel giorno gridero’VIVA LA LEGA E IL FEDERALISMO.

  6. IGNAZIO ha detto:

    Ho dimenticato l’H dopo “vieni via con me” ha solo elencato i fatti ecc..ecc..

  7. Prego tutti di leggere attentamente il mio post di oggi, del mio sito/blog
    http://www.funigiglio.net , che è strettamente e pesantemente attinente l’argomento. Grazie infinite.
    Angelo Funiciello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *