Sequestrato dai finanzieri un autoarticolato che trasportava illegalmente rifiuti chimici pericolosi

11 novembre 2010 0 Di admin

Durante un servizio finalizzato al controllo del territorio ed al rispetto delle norme del codice della strada una pattuglia delle fiamme gialle del Nucleo Mobile della Compagnia di Frosinone, ha fermato per un controllo un autoarticolato di proprietà di una nota società di smaltimento rifiuti della provincia di Frosinone. Nel corso di tale attività i militari rilevavano che l’automezzo trasportava numerosi estintori scaduti ed ancora pieni di sostanza estinguente senza il prescritto formulario previsto dalla normativa ambientale necessario, per l’identificazione dei rifiuti durante il trasporto e per attestarne l’avvenuto smaltimento attraverso aziende idonee e specializzate.
I rappresentanti della società si sono giustificati adducendo che si era trattato di una semplice dimenticanza, esibendo, nel contempo, un formulario che solo in apparenza sembrava regolare.
Infatti, i successivi approfondimenti svolti dai finanzieri hanno permesso di accertare che il formulario esibito riguardava materiale ferroso in genere, classificato dalla normativa vigente “rifiuto non pericoloso”, mentre gli estintori ed in particolare le sostanze chimiche in essi contenute rientrano tra i “rifiuti pericolosi”.
Gli estintori ed il mezzo con cui erano trasportati sono stati sottoposti a sequestro penale mentre tre soggetti responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per violazione dell’art. 258, c.4 del D.Lgs. 152/2006.
Fanno sapere da via Cavour che lo smaltimento di rifiuti speciali e/o pericolosi quali gli estintori, non utilizzando le giuste procedure e cautele, avvalendosi di ditte non idonee o non autorizzate, produce inquinamento chimico considerato oggi come una delle principali cause di inquinamento ambientale.