Sismometro di San Giovanni Incarico torna a funzionare

4 novembre 2010 0 Di redazionecassino1

Singolare riparazione per il geofono S13 installato presso l’Osservatorio Geofisico del Liri sito in San Giovanni Incarico. Tale strumento, dotato di sensori utili a registrare frequenze da 0,75 a 1,1 Herz, è in grado di supportare sofisticati studi sismici adatto ad essere sommerso fino a 100metri. “L’S13, in dotazione alla nostra Stazione sismica – dichiara Paolo Sabetta Presidente di Umanize Organization, della Rete Sismica Sperimentale Italiana – è stato costruito dalla Geotech, azienda che si occupa di ricerca, prospezione sismica delle risorse naturali e sismicità indotta. Questo strumento, deriva dalla Rete sismica dell’Abruzzo e dopo tante ore di lavoro ha avuto bisogno di una manutenzione straordinaria durante la quale abbiamo notato la necessità di sostituire alcune componenti danneggiate. Per accelerare i tempi ed assicurare il monitoraggio della microsismicità locale abbiamo ritenuto opportuno risolvere il problema affidandoci a professionisti locali e dopo accurate ricerche abbiamo trovato il Mollificio Centroitalia di Monte San Giovanni Campano il quale, sensibile alle esigenze del mondo del volontariato ha riprodotto fedelmente i componenti danneggiati, mettendo a disposizione ingegneri e tecnici specializzati. Colgo l’occasione per ringraziare l’azienda per la sensibilità dimostrata nei nostri confronti, quotidianamente siamo al servizio della comunità, monitorando la sismicità del nostro territorio”.