Giorno: 8 dicembre 2010

8 dicembre 2010 0

Meteo, la penisola spazzata da forti venti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un nucleo di aria fredda di origine polare in rapido avvicinamento al nostro Paese determinerà una forte ventilazione dapprima sulle regioni settentrionali in successivo spostamento sul resto dell’Italia. Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteo che prevede dalle prime ore di domani, giovedì 09 dicembre, venti forti sulle regioni del Nord e sulla Sardegna in estensione sulle regioni centrali e sui settori adriatici meridionali, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

8 dicembre 2010 0

Tagli ai teatri, Tedeschi (IdV): “Emendamento per finanziamenti a S. Donato e Ceccano”

Di redazione

“In attesa di capire se i 7 milioni per il teatro di Frosinone saranno confermati o meno nel prossimo bilancio regionale, nella nostra provincia ci sono due teatri, due realtà piccole ma importanti per le comunità che ne usufruiscono, che sicuramente perderanno i finanziamenti regionali: il teatro di Ceccano e quello di San Donato Val di Comino”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi. “Se per il teatro di Ceccano il contributo riguarda il sostegno alla stagione e al cartellone degli spettacoli, quello di San Donato sarebbe stato utilizzato per interventi di ristrutturazione e per abbattere le barriere architettoniche, quindi il suo taglio è più grave. In proposito presenteremo un emendamento, durante la prossima discussione del bilancio regionale, per fare in modo che i finanziamenti vengano ripristinati.”

8 dicembre 2010 0

Un milione di italiani beve acqua con arsenico. L’Europa dice stop

Di admin

Forse non tutti sanno che in alcune regioni italiane ed in particolare in 128 comuni italiani i cittadini, circa un milione, bevono acqua dichiarata potabile ma con soglie di arsenico molto spesso superiori a quella massima consentita. E così l’ennesima richiesta di deroga alla somministrazione, la terza, effettuata dal governo nei confronti della Commissione europea si è conclusa con la non concessione dell’ulteriore eccezione. Studi sui pericoli dell’ingestione di arsenico effettuati anche dall’agenzia dall’Autorità per la sicurezza alimentare europea che come è noto a sede in Parma, non hanno ritenuto opportuno definire una dose che non presenti rischi apprezzabili per la salute (la concentrazione media in Europa è inferiore ai 2 microgrammi/litro) concludendo che non è possibile escludere l’esistenza di un rischio per alcuni consumatori. L’EFSA si è quindi soffermata sui possibili effetti associati all’assorbimento a lungo termine di arsenico inorganico, con conseguenze che fanno accapponare la pelle: lesioni cutanee, tumori alla vescica, ai polmoni e alla pelle oltre ad effetti sullo sviluppo, la neurotossicità, le malattie cardiovascolari, l’interferenza col metabolismo del glucosio e il diabete. Ciò però va correlato ad aspetti senza alcun dubbio soggettivi anche se dall’indagine a cui si è fatto riferimento sembrerebbe che l’ingestione prolungata abbia un incidenza maggiore nell’insorgere delle patologie sopra elencate. V’è da specificare che i livelli d’arsenico non dipendono da inquinanti ma si trovano naturalmente in falda e pertanto la situazione è di difficile soluzione se non si adottano misure che riducano drasticamente la sostanza nelle acque anche perché secondo Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” e fondatore dello “Sportello Dei Diritti” è inutile creare allarmismi visto che il problema, peraltro, persiste da anni e potrebbe essere risolto attraverso vari rimedi tra cui la miscelazione con acque a bassissimo contenuto, la ricerca di nuove risorse idriche o in alternativa processi meccanici o chimici che depurano l’acqua dalla sostanza rendendola completamente potabile. Ciò che sorprende, che nonostante il tempo trascorso da quando nel 2001 è stata abbassata la soglia massima di arsenico di 10 microgrammi/litro, rispetto ai 50 microgrammi/litro precedenti per definire un’acqua potabile e nonostante le precedenti due deroghe rilasciate dalla Commissione, ad oggi non si è fatto nulla o poco per risolvere un problema di questa portata e pertanto sorprende ancor di più l’atteggiamento del Ministero della Salute che pare non si sia attivato, almeno pubblicamente, per avviare tutte le procedure per informare la popolazione interessata e “obbligare” i gestori degli acquedotti a realizzare i rimedi suindicati anche perché non si può costringere i cittadini a comprare solo acqua in bottiglia per servizi idrici che spesso vengono pagati a caro prezzo o farli continuare a bere per altrettanti anni quella stessa acqua con possibili rischi per la salute. Prevenire, come diceva una famosa pubblicità, è meglio che curare.

8 dicembre 2010 0

Sapori a Palazzo, olio vino e piatti tipici

Di admin

Torna sabato 11 e domenica 12 dicembre, per la settima edizione, “Sapori a Palazzo”, la festa dell’olio, del vino e dei piatti tipici. Sono oltre trenta le aziende coinvolte nella preparazione di piatti tradizionali e nell’allestimento di spazi per la degustazione di vino e olio nuovo, formaggi, salumi , miele e marmellate di agrumi della Costa dei Trabocchi. Si potranno degustare pietanze tipiche come “pizze e foje” e “cotiche e fajiul”, polenta con funghi, salsicce e pancetta alla brace, crespelle, castagne e bocconotti. L’evento enogastronomico si svolgerà come di consueto nelle cantine e negli androni dello storico palazzo Mayer e proseguirà, quest’anno, lungo via XIV Luglio fino all’antico frantoio Stante. I vicoli si animeranno del mercatino di Natale e delle botteghe artigiane. In qualità di Città dell’olio e grazie ad un patto di amicizia tra Comuni, Fossacesia ospiterà per la prima volta le delegazioni di Bitritto (Bari), Cerchiara (Cosenza), Ostra Vetere (Ancona), Uggiano La Chiesa (Lecce) e Lugo di Vicenza (Vicenza), arricchendo la manifestazione enogastronomica di musiche della tradizione popolare e altri eventi culturali, convegni mostre editoria ed esposizioni museali. I gruppi musicali che animeranno le due serate sono il gruppo “Aranee” di pizzica salentina e “Lu Sole Allavate” con la musica di tradizione abruzzese. La settima edizione di “Sapori a Palazzo”, promossa dall’amministrazione comunale, dall’associazione Itaca e dal comitato Eventi Turismo in collaborazione con l’Arssa, la Coldiretti, la Cia e le varie associazioni locali: Pro Loco Fossacesia Marina, lo Scrigno, il Canestro di Frutta, le associazioni sportive F90 e A.S.F. e Old Star e Amatori Calcio, aprirà alle 16,30, al teatro comunale, con il convegno “Il territorio e il suo appeal”. Parteciperanno il sindaco Fausto Stante, il presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio, Carlo Ricci di Maiella Verde che parlerà della centralità dell’offerta enogastronomica nelle vie del turismo, il botanico Aurelio Manzi che si soffermerà sulle biodiversità e le produzioni tipiche, e Lilli D’Agostino che parlerà della ricerca e diffusione delle ricette locali. Alle ore 17,30 l’apertura degli stand di degustazione e del mercatino di Natale; dalle 18,30 alle 20,30 sarà possibile visitare la Casa museo Palazzo Mayer con l’installazione “La Camere della musica”: strumenti musicali meccanici a cura di Domenico Pantaleone. Contemporaneamente a Palazzo Massari ci sarà la mostra di manufatti della tradizione tessile locale a cura di Linda Caravaggio e nell’antico frantoio Stante la personale della pittrice Marina Ranieri. Domenica 12 dicembre, alle ore 12, il sindaco Fausto Stante e il prefetto di Chieti, Vincenzo Greco, insieme alla cittadinanza saluteranno le delegazioni ospiti. La manifestazione continuerà con lo stesso programma nel pomeriggio, a partire dalle 18.

8 dicembre 2010 0

I carabinieri ritrovano Mariana, la 20enne era sparita venerdì

Di redazione

E’ stata ritorvata la 20enne di Alatri che venerdì aveva fatto perdere le sue tracce. I carabinieri hanno cercato per diversi giorni Mariana Mindru, 20 anni, origini rumene. Il timore di trovarsi dinnanzi ad un nuovo caso Yara, o peggio, Sara, hanno spinto gi investigatori a divulgare la forto della giovane per avere notizie. Pare che l’espediente sia riuscito dato che Mariana è stata ritrovata ma, al momento, non si conoscono i particolari che l’hanno portata a dileguarsi nel nulla. Ermanno Amedei

8 dicembre 2010 0

Non mandano il figlio a scuola, mamma e papà denunciati dai carabinieri

Di redazione

A lanciano i Carabinieri della stazione hanno denunciato in stato di libertà L.G. 37enne e D.N. L. 36enne del luogo, per inosservanza dell’obbligo di istruzione dei figli minori. Dagli accertamenti scaturiti da una segnalazione del Dirigente Scolastico, è emerso che gli stessi non inviavano da mesi il loro figlio a scuola perchè non voleva studiare. La Legge impone almeno il livello minimo di istruzione, obbligando i genitori a seguire la condotta dei figli. Per questo motivo potranno essere sanzionati per la loro condotta omissiva.

8 dicembre 2010 0

Stragi del sabato sera, controlli a tappeto dell’Arma

Di redazione

Servizio a largo raggio dei Carabinieri di Lanciano e delle stazioni contermini, nell’ultimo fine settimana sino alla notte dell’Immacolata. Le finalità sono sempre il contrasto ai reati contro il patrimonio, gli stupefacenti e la guida in stato di ebbrezza. Inoltre l’esecuzione di provvedimenti di cattura in carico. I catabinieri, quindi, coordinati dal capitano Geremia Lugibello, con un massiccio uso dell’apparato etilometrico, hanno operato numerosi controlli sulle principali strade che conducono al centro frentano. Molti sono statti coloro che guidavano in stato di ebbrezza alcolica per i quali è scattata la denuncia: C.M. 19enne; M.P. 38, D.B. I. 30enne, D. B. N. 48enne e A.Z. 35enne, tutti di Lanciano. D.B. M. 29enne di San Vito e A.R. 37enne di Fossacesia sono stati trovati con un grammo di hascisc e segnalati alla Prefettura di Chieti quali assuntori di stupefacenti. Gli stessi, nel contrasto all’immigrazione clandestina ha tratto in arresto ATEWE Morinno 20enne nigeriano, che non aveva ottemperato all’ordine di espulsione del Prefetto di Isernia. Sorpreso a vendere merce per la strada è stato accompagnato in caserma ove è stato arrestato e processato per direttissima. Dopo le fomalità è stato espulso di nuovo dal territorio nazionale. I Carabinieri di Castel Frentano hanno tratto in arresto E. G., 31enne del luogo. Lo stesso era da tempo che sottoponeva a continui maltrattamenti i propri familiari che, esasperati, hanno presentato una denuncia. Le indagini hanno dimostrato la pericolosità dell’uomo se continuava a vivere tra le mura domestiche, ciò ha determinato l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in luogo di cura per il soggetto. Così si è impedito che tra le mura domestiche si potesse consumare l’ennesima tragedia.

8 dicembre 2010 0

Combattenti per Telethon, i nomi delle squadre che si sono affrontate a Vallerotonda

Di redazione

Queste sono le squadre di Soft Air e non che hanno aderito alla raccolta fondi x “Operazione Telethon 2010” (leggi articolo precedente) che si è svolta a Vallerotonda presso la Pineta Valle dell’Inferno, organizzata dal ASD Gruppo Arditi Cassino e che ha permesso di raccogliere 1.910 euro da destinare alla riceca: BullDog Ciociari, Battaglione Cicero, Roots, Silent Threath, Linea Gustav, Extreme Elite Squad, Briganti Ciociari, Antares, Madness, Brigata del Diavolo, Gladius, SAC Pantera, Green Team Six, Gruppo 44, Vespa Club, Gruppo Arditi Cassino Calcetto. Un ringraziamento speciale và al Sindaco di Vallerotonda, ai Carabinieri, alla Guardia Zoofila.