Giorno: 13 dicembre 2010

13 dicembre 2010 0

Meteo, in arrivo temperature molto rigide su gran parte del paese

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una massiccia irruzione di aria gelida, di origine artica, porterà una drastica riduzione delle temperature a partire dalla prossima notte e fino al termine della settimana su gran parte delle regioni italiane.

In particolare, punte di gelo piuttosto intenso riguarderanno le regioni settentrionali, del centro e le zone interne del sud, con minime in diminuzione nella giornata di domani che scenderanno a partire da mercoledì fino ai -5/-8°C anche a quote di pianura, raggiungendo valori ancor più rigidi nelle località di media montagna.

Già da stasera sulle regioni centrali adriatiche, e successivamente a partire dal pomeriggio di domani anche al sud della penisola e sulle isole maggiori sono previsti compatti addensamenti nuvolosi, con associate nevicate di debole intensità fino a quote molto basse, con conseguente rischio di gelate notturne e mattutine su tutte le aree interessate dalle precipitazioni nevose. Tempo, invece, prevalentemente soleggiato al nord e sulle regioni centrali del versante tirrenico.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di eventuali avvisi di avverse condizioni meteorologiche laddove necessario.

13 dicembre 2010 0

Verdi: “Incidente sintomo pericolosità impianti. Si accertino condizioni di lavoro e indicatori ambientali”

Di admin

“L’incidente sul lavoro avvenuto questo pomeriggio all’interno dell’area della discarica di Malagrotta dove due operai hanno rischiato di soffocare durante la manutenzione di un condensatore, ripropone in maniera drammatica sia il tema della sicurezza sul lavoro, sia quello della presenza di impianti a rischio rilevante in zone che ormai sono urbanizzate e densamente popolate. – afferma il Presidente dei Verdi del Lazio, Nando Bonessio – È necessario che siano avviati degli accertamenti circa le condizioni di lavoro dei due operai, ma anche che si proceda alla messa insicurezza sia ambientale, sia sul fronte degli incidenti rilevanti dell’intera area, nella quale sono presenti impianti, oltre alla discarica e il suo inceneritore, come l’inceneritore di rifiuti ospedalieri e la raffineria di Roma”.

13 dicembre 2010 0

Abbruzzese:”apertura nuovo ospedale è frutto di un grande gioco di squadra”

Di admin

“Il lavoro che è stato fatto per dare finalmente inizio al trasferimento dei pazienti nel nuovo ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone è il frutto di un grande gioco di squadra che ha visto tutti, in primis il commissario e presidente della Regione Lazio, Renata Polverini e il direttore generale dell’Asl di Frosinone, Carlo Mirabella, impegnati per raggiungere l’ambizioso traguardo di rendere operativa e all’avanguardia questa struttura ospedaliera, che sarà un punto di riferimento per tutti i cittadini della nostra Provincia.

Quella di ieri è una data che rimarrà nella storia del nostro territorio. L’apertura del nuovo nosocomio del capoluogo è sempre stata una priorità dell’agenda dell’attuale Governo regionale. Il trasferimento avviato è dunque la dimostrazione di un impegno preso in campagna elettorale, e rappresenta il regalo più atteso dai nostri concittadini. Al di là delle polemiche che si sono succedute negli ultimi mesi, questo Governo sta dimostrando nei fatti quanto abbia a cuore il rilancio delle province, supportando scelte importanti che incidono sulla vita delle comunità locali.

Al dottor Mirabella va un titolo di merito, perché è riuscito con grande dedizione e caparbietà ad avviare un nuovo percorso per la sanità pubblica provinciale”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

13 dicembre 2010 0

Saldi, Abbruzzese:”Decisione equa, ora lavorare su modifica legge”

Di admin

“E’ una decisione equa e che per il momento mette al riparo consumatori e commercianti da eventuali disparità che sarebbero nate rispetto agli indirizzi stabiliti dalle regioni limitrofe alla nostra”. E’ il commento del presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese sull’emendamento proposto dall’Assessore alle Attività Produttive, Pietro Di Paoloantonio e approvato oggiAggiungi un appuntamento per oggi in Aula sul differimento dei saldi al prossimo 6 gennaio.

“D’altra parte condivido quanto emerso nel corso della discussione in merito alla necessità di ridisegnare la legge regionale n.33/99. Sono passati più di dieci anni, il settore del commercio ha subito profondi cambiamenti ed è più che opportuno che si lavori insieme ad una rivisitazione complessiva delle nuove regole che impone oggiAggiungi un appuntamento per oggi il mercato”, ha puntualizzato Mario Abbruzzese.

13 dicembre 2010 0

Dice di essere stato rapinato, denunciato per simulazione di reato

Di admin

Il rappresentante che questa mattina è rimasto vittima di rapina e aggressione in autostrada nel territorio del comune di Ceprano ha inventato tutto. Il 69enne ha raccontato agli agenti di polizia stradale del distaccamento di Cassino che sono intervenuti di essere stato costretto da due giovani che viaggiavano in sella ad una moto di grossa cilindrata a fermarsi. I due, armati di coltello calzanti e casco integrale, dopo averlo ferito al capo lo avrebbero rapinato della somma di 13.000.000 euro e poi sarebbero fuggiti. Immediatamente la polizia ha iniziato le ricerche per rintracciare i rapinatori. G. F. veniva accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino dove veniva giudicato guaribile in 8 giorni. Presso gli Uffici dela Sottosezione Polizia Stradale di Cassino durante le fasi delle immediate indagini, G.F. si è continuamente contraddetto tanto che incalzato dalle domande ha confessato che ha simulato la rapina per problemi economici, confessando anche di essersi autolesionato per dar forza alla storia della rapina. G.F. e’ stato denunciato in stato di libertà per simulazione di reato.

13 dicembre 2010 0

La Polizia di Stato traccia il bilancio di un anno di attività

Di redazionecassino1

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nell’attività di prevenzione e controllo del territorio, grazie alla stretta attuata contro l’incursione nella provincia di pericolosi pregiudicati dediti a varie attività illecite, può vantare l’emissione, negli ultimi sei mesi, da parte del Questore di Frosinone di 253 Fogli di Via Obbligatori. In particolare nell’area del capoluogo, nel Cassinate, e nel circondario di Sora sono state fermate persone con precedenti penali relativi a reati contro il patrimonio, per lo più rapine, furti, usura, riciclaggio e soprattutto spaccio di droga. Nella zona di Cassino è stata svolta un attività di “Frontiera” per respingere elementi legati alla criminalità organizzata di clan camorristici campani che tentavano di inserirsi in attività commerciali del luogo e del bacino di Coreno. La Polizia di Stato è riuscita a fermare anche pregiudicati dell’area romana, specializzati nel traffico illecito di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina, e rapine, nei confronti dei quali sono emessi  F.V.O. che nei casi più gravi sono stati inflitti per un periodo di  3 anni. In queste ultime settimane, l’applicazione della misura del F.V.O., è stata estesa anche a ragazze dedite alla prostituzione presenti nella zona industriale di Frosinone e quella di Cassino, oltre a stranieri sorpresi agli incroci stradali del Capoluogo, che, in qualche caso utilizzavano minori per chiedere l’elemosina. Sono stati emessi, inoltre, 101 “Avvisi Orali” ad altrettanti pregiudicati responsabili di reati gravi in quest’ultimo periodo. I due Tribunali di Cassino e Frosinone hanno accolto da parte della Questura, 63 “Sorveglianze Speciali” a carico di pericolosissimi  appartenenti alla criminalità Ciociara. Nell’attività svolta contro la violenza calcistica negli stadi, sono stati emessi 20 “Daspo”, divieto di accesso negli impianti sportivi.

13 dicembre 2010 0

Mostre, convegni e degustazioni per valorizzare l’olio extravergine ciociaro

Di redazionecassino1

L’Assessore provinciale all’Agricoltura, Giovanni Melone, ha annunciato per domenica prossima, 19 dicembre, la grande Fiera dell’Oro Verde della Ciociaria. Un’intera giornata dedicata all’olio extravergine di oliva della provincia di Frosinone che servirà anche ad indicare alla cittadinanza tutti i punti vendita dove possono approvvigionarsi di olio di altissima qualità e, nello stesso tempo, far bene all’economia locale. La qualità dell’olio ciociaro è infatti notevolissima. “I ciociari stessi – dice Melone – non sanno che l’olio della nostra terra non ha praticamente rivali da un punto di vista qualitativo e continuano ad acquistare prodotti di dubbia provenienza qua e la senza godere di un bene che hanno a quattro passi da loro. La colpa non è tutta loro. Manca informazione sui nostri prodotti ed è mancata, specialmente sull’olio, la necessaria attenzione. Lo scorso anno, insieme al Presidente Iannarilli, abbiamo lanciato la prima campagna di valorizzazione dell’Oro verde, quest’anno replichiamo ampliando la manifestazione. Ci saranno convegni, assaggi e soprattutto la possibilità per i cittadini di incontrare i produttori, conoscerli e avere anche gli indirizzi giusti dove andare ad acquistare olio di grande qualità e prezzo contenuto anziché accontentarsi di prodotti quasi sempre stranieri e di scarsa qualità come spesso avviene”. Domenica prossima, dunque, nel Palazzo della Provincia si terrà la “Fiera dell’Oro Verde della Ciociaria  – L’olio extra vergine d’oliva e prodotti tipici d’eccellenza della Provincia di Frosinone.Ci sarà una  Mostra di oli extra vergine d’oliva e di prodotti tipici d’eccellenza della Provincia di Frosinone, una Conferenza su “L’olio extra vergine d’oliva nella dieta mediterranea Patrimonio dell’Unesco”,  Degustazione di piatti e prodotti tipici come la Polenta ciociara ed altri, Il Convegno: “Olio Extravergine d’oliva eccellenza della Provincia di Frosinone (Premio ambasciatore dell’olio extra vergine d’oliva di qualità della Ciociaria); Musica popolare, Canti di Natale, concerto per zampogne e ciaramelle;  Degustazione di baccalà in bianco con olio extra vergine d’oliva e bruschette con pane ciociaro;  Mostra fotografica: Antichi e nuovi frantoi in Ciociaria, visite guidate al palazzo della Provincia.

13 dicembre 2010 0

La cancellazione del finanziamento per il Parco Urbano a Torre San Gregorio è da censurare. Grincia non si smentisce mai.

Di admin

Da “Aquino nel cuore” riceviamo e pubblichiamo: Siamo alle solite. Grincia non è nuovo a commettere, a livello amministrativo, delle sciocchezze di questa natura. Per questo insisto sulla richiesta di tornare a votare. Questo il mio auspicio e la mia preghiera affinché il Sindaco di Aquino, sebbene trattasi di grosso sacrificio, rimetta il mandato nelle mani degli elettori. D’altronde, e su questo devono convenire anche i suoi alleati dopo tutti quelli che ha commesso, e di cui ne stiamo pagando le conseguenze, non può più essergli consentito di continuare a far danni e scempi di Aquino. Mi riferisco, in primis, alle questioni politiche relative al dissesto su cui si sta, giustamente, facendo un gran parlare in questi giorni e su cui entra di prepotenza anche questo altro capolavoro di incapacità ed inefficienza. Grincia scrive una lettera alla Regione ed in maniera del tutto arbitraria comunica di voler rinunciare ad un finanziamento per riqualificare un’area importante del nostro territorio. E’ ovvio che la Regione non ha perso tempo ed ha cancellato la somma che aveva messo a disposizione del Comune di Aquino. Non sono affatto sorpreso – continua Libero Mazzaroppi, capogruppo Aquino nel cuore – infatti, dopo la lunga lista e la sequela di iniziative scriteriate e di decisioni adottate dalla Giunta Grincia, l’ennesimo strafalcione sembra quasi passare in sordina. Invece, non appena ne sono venuto a conoscenza, ho ritenuto opportuno sottoporlo al vaglio ed al giudizio dei miei concittadini. Sono convinto, inoltre, che molti consiglieri di maggioranza non erano stati informati dell’iniziativa ed era giusto che sapessero. In maniera garbata e civile, ho proposto la determina regionale all’attenzione degli aquinati i quali hanno dimostrato irritazione nell’appurare che la decisione di rinunciare al finanziamento sia stata assunta dal sindaco di Aquino che ritiene di essere monarca assoluto della Città. Proprio lui che governa con meno del 30%, con una maggioranza risicata, violando anche le più elementari norme dell’etica politica ha deciso senza investire alcun amministratore più saggio ed illuminato di lui (o quantomeno più sensibile). Probabilmente – andavano valutati ed adottati tutti gli accorgimenti possibili prima di indirizzare una lettera alla Regione Lazio e richiedere la cancellazione di un finanziamento. L’opera in questione, a mio avviso, è qualificante per il territorio, ed avrebbe incassato, senza ombra di dubbio, anche la nostra approvazione ed il nostro plauso. Purtroppo, è doveroso rimarcarlo, Grincia non è nuovo a simili performance ed il suo atteggiamento è la certificazione della giustezza delle nostre tesi e la dimostrazione della fondatezza di quanto affermiamo dal 2007. Oggi, sconfortati anche da questa ennesima figuraccia cui è stata esposta la nostra comunità, lo ribadiamo con forza: Grincia e la sua amministrazione sono una iattura per Aquino, continuano a dimostrare incapacità, inadeguatezza amministrativa, sono capaci solamente di patetiche lamentazioni e di inconcludenti argomentazioni che tentano di propinare per confondere le idee ai cittadini. Lo ripeto, sono lontani anni luce dal bene pubblico e dalle esigenze della gente che, purtroppo, continuano ad amministrare “nonostante tutto”. Noi intanto non ci fermiamo e continueremo ad esercitare il nostro diritto di controllo pronti ad informare, qualora ce ne fosse bisogno, dettagliatamente i cittadini di tutti gli scempi perpetrati, ingiustamente, ai loro danni. La nostra azione critica, ferma e severa, ha come unico obiettivo il bene della collettività, la difesa della legalità e la rinascita di Aquino.

13 dicembre 2010 0

Un successo la VII edizione di ” Sapori a Palazzo”

Di redazionecassino1

Grande successo per la settima edizione di “Sapori a Palazzo”, la festa dell’olio, del vino e dei piatti tipici, che si è svolta a Fossacesia nel fine settimana. La partecipazione è stata notevole malgrado il maltempo. In tanti hanno visitato gli stand delle oltre trenta aziende coinvolte nella preparazione di piatti tradizionali e nell’allestimento di spazi per le degustazioni (vino e olio nuovo, formaggi, salumi, miele e marmellate di agrumi della Costa dei Trabocchi) e del mercatino natalizio che ha affiancato i tradizionali stand. In qualità di Città dell’olio e grazie ad un patto di amicizia tra Comuni, l’amministrazione comunale di Fossacesia ha ospitato, per la prima volta, i Comuni di Ostra Vetere, in  provincia di Ancona, e di Uggiano La Chiesa, in provincia di Lecce (come da foto allegata), ricevuti nella sala consiliare dal sindaco Fausto Stante e dal presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio. La manifestazione enogastronomica è stata arricchita da musiche della tradizione popolare e da altri eventi culturali, come convegni mostre editoria ed esposizioni museali. La settima edizione di “Sapori a Palazzo” è stata promossa dall’amministrazione comunale,  dall’associazione Itaca e dal comitato Eventi Turismo in collaborazione con l’Arssa, la Coldiretti, la Cia e le varie associazioni locali: Pro Loco Fossacesia Marina, lo Scrigno, il Canestro di Frutta, le associazioni sportive F90  e A.S.F. e Old Star e Amatori Calcio.

13 dicembre 2010 0

Saldi, Parroncini e Mei (Pd): la giunta rivede le sue decisioni

Di admin

La decisione di fissare al 6 Gennaio l’apertura della stagione dei saldi non solo è giusta ma anche molto attesa dai cittadini consumatori e dalle piccole e medie imprese del Lazio. Va nella direzione che avevamo chiesto in Commissione senza essere ascoltati. La decisione di oggi corregge quell’impostazione errata. Scegliere una data posticipata rispetto a quella di altre regioni avrebbe costituito un danno economico che rischiava di essere rilevante per il tessuto economico e produttivo delle piccole e medie imprese delle nostre province. Con il voto di oggi il Consiglio regionale va incontro agli interessi dei cittadini altrimenti costretti a viaggi nelle regioni limitrofe alla ricerca delle occasioni rappresentate dai saldi. Ci saremmo aspettati maggiore concertazione tra assessorato e Commissione competente che si è dimostrata comunque capace di aprire una discussione approfondita e aperta anche alle indicazioni arrivate dalle associazioni dei consumatori.