Contro il razzismo e l’intolleranza

12 dicembre 2010 0 Di admin

Cari studenti, professori, genitori e lettori,
sono felice che un tale progetto abbia avuto un così alto riscontro, e affinchè venga compreso e recepito in pieno intendo spiegare come è nato e quali sono gli obiettivi.
L’idea di questo progetto nasce dalla raccomandazione fatta dall’ECRI (Commissione Europea contro il razzismo e l’intolleranza) all’Italia nel 2006, quando, preoccupata del crescente uso di discorsi a sfondo razzista e xenofobo contro immigrati e gruppi minoritari quali rom e sinti, invita lo Stato ad intraprendere una serie di provvedimenti per arginare il fenomeno sia in senso giudiziario che educativo.
Sempre a tale proposito L’ECRI raccomandava di mettere in atto una campagna educativa e di sensibilizzazione nelle scuole, in quanto la didattica antropologica, è un ottimo antidoto al razzismo culturale che genera scontri, discriminazione e intolleranza. L’Antropologia applicata, dispone gli allievi al dialogo interculturale ed interreligioso, previene l’intolleranza, rende i ragazzi che saranno i futuri cittadini più aperti, più rispettosi dell’ “altro”, più consapevoli dei Diritti Umani e della Cittadinanza Europea.
Il progetto “Contro il razzismo e l’intolleranza”, che stò svolgendo presso la scuola media “Diamare-Conte” è stato improntato proprio all’insegna della didattica antropologica.
I suoi obiettivi sono
– La costruzione di comportamenti responsabili e motivati, attraverso la lettura e interiorizzazione dei diritti e doveri del cittadino
– I ragazzi di oggi saranno i futuri cittadini del domani
– L’ abbattimento dei pregiudizi causa di violenza e scontri per arrivare al dialogo interculturale ed interreligioso, fondamentale per una cultura di giustizia e pace.
Il progetto ha, dunque, l’ambizione di formare il cittadino del domani e una società improntata sui principi di “libertà, uguaglianza, fratellanza” e pace, e la scuola media Diamare-Conte ha scommesso su di esso. Il Dirigente Scolastico Loretta M. Panaccione e i professori tutti agli obiettivi ne hanno posto un altro altrettanto ambizioso: coniugare la scuola alla società; tutti i loro sforzi puntano in questa direzione e sono felice che il mio progetto possa essere una delle pietre miliari di questo percorso.
Il seme è stato gettato, ora aspettiamo che germogli.
Dottoressa Diomira Zompa