File al Cup, la Asl invita i cittadini a utilizzare gli sportelli sparsi sul territorio

9 dicembre 2010 0 Di admin

Utilizzare i percorsi “alternativi” per evitare lunghe attese ai Cup: è questo l’invito ai cittadini della Direzione Asl, in considerazione degli affollamenti registrati in alcune sedi e, al contrario, di sportelli quasi deserti in altre. E’ il caso, per esempio, del Cup dell’ospedale di Colle dell’Ara a Chieti, come del “Renzetti” a Lanciano, dove in questi giorni si sono concentrati utenti numerosissimi, costretti ad affrontare file prolungate con conseguenti disagi. Peraltro la carenza di personale, dovuta all’assenza per malattia di alcuni addetti, non ha consentito l’apertura di un maggior numero di sportelli che pure avrebbero consentito uno smaltimento più veloce delle richieste. Quello delle assenze comunque, è un aspetto che ha fatto già scattare una doverosa indagine interna da parte della Direzione.

Il boom di presenze, comunque, non è stato rilevato in sedi come il vecchio ospedale, in via Valignani a Chieti, o al Distretto sanitario di Chieti Scalo, come anche al Distretto di via Don Minzoni a Lanciano, dove le attività di prenotazione e cassa procedono sempre con maggiore fluidità a causa del ridotto numero di utenti che vi accedono. Per questa ragione la Direzione Asl raccomanda ai cittadini di rivolgersi soprattutto, quando possibile, alle altre strutture presenti sul territorio, dove tutte le operazioni possono essere concluse in tempi decisamente più contenuti. A tal proposito val la pena ricordare anche che le prestazioni possono essere prenotate da casa telefonando al call center, chiamando l’848-000952, attivo tutti i giorni no-stop dalle 9 alle 19, e il sabato dalle 9 alle 13.