Fini a Lanciano, Nasuti: “L’Fli è un’arca che accoglie chi crede in una Italia diversa”

5 dicembre 2010 0 Di redazione

Oltre mille persone hanno accolto oggi pomeriggio a Lanciano il presidente della Camera Gianfranco Fini in tour per l’Abruzzo. Dopo aver fatto tappa a Chieti, l’ex leader di Alleanza Nazionale è arrivato nel centro Frentano. Nel Multisala Ciak, in una sala che poteva accogliere circa 600 persone, a sedere, ce ne erano quasi il doppio assiepati nei corridoi o sulle scale. A fare gli onori di casa c’era Emilio Nasuti consigliere regionale e il coordinatore regionale di Fli Daniele Toto. A lui è toccato aprire la serie degli interventi e ha detto: “La politica deve fare ciò che è giusto per la gente e non conveniente per qualcuno. Noi abbiamo il dovere di cambiare questo Paese”. Nasuti, invece, ha paragonato l’Fli ad un’arca: “L’Fli è un’arca che vuole raccogliere chi crede in una Italia nuova. Il Super Presidente del Consiglio dice che siamo traditori (…) se tradire significa rispettare il programma elettorale, rispettare le istituzioni, i ruoli , il Presidente della Repubblica, i giovani e gli anziani, se significa frenare l’onnipotenza di qualcuno, allora siamo contenti di essere definiti traditori”. Fini ha parlato per circa 45 minuti e, a proposito della crisi di Governo, ha detto: “(clicca e leggi)
Er. Amedei