Omicidio Tortella: dinnanzi al Gip, Del Bello preferisce il silenzio

23 dicembre 2010 0 Di redazione

Luigi Del Bello, accusato dell’omnicidio della moglie, preferisce tacere davanti al Gip. Si è svolta questa mattina in tribunale a Lanciano l’udienza di garanzia per l’80enne arrestato la scorsa settimana su oprdine dello stesso magistrato frentano a conclusione delle indagini sulla morte della consorte Emilia Tortella. La 74enne disabile, la mattina del 2 luglio scorso, è stata trovata senza vita dal figlio, distesa sul letto nella sua casa di Guastameroli, frazione di Frisa. Al fianco il marito Del Bello, privo di sensi e con il volto tumefatto. L’anziano, una volta ripreso, aveva tentato di depistare le indagini sostenendo la tesi della rapina finita con l’assassinio della moglie per mano dei malviventi. Le indagini hanno svelato un altro scenario e, venedì, i carabinieri di Lanciano, agli ordini del capitano Geremia Lugibello, hanno arrestato l’uomo notificandogli un ordine di carcerazione ai domiciliari presso una clinica per anziani.