Tela della Sacra Famiglia del ‘600 restituita all’antico splendore

6 dicembre 2010 0 Di redazione

Una splendida tela raffigurante la Sacra Famiglia, restituita finalmente al suo antico splendore e all’ammirazione della comunità di S. Elia Fiumerapido e di tutta la Provincia. Si tratta del quadro del Seicento custodito nella Chiesa Parrocchiale di S. Maria La Nova e restaurato grazie al contributo della Banca Popolare del Cassinate.
Ieri, in una chiesa gremita, la grande tela è stata la vera protagonista di una serata davvero emozionante.
A introdurre l’incontro il Parroco don Remo Marandola, che ha dato il benvenuto ai presenti e ha ringraziato la Banca Popolare del Cassinate per la sensibilità mostrata di fronte alla necessità, avanzata dalla Parrocchia, di restaurare una tela di grande pregio e a cui la comunità è fortemente legata.
La parola è poi passata al Sindaco di S. Elia Fiumerapido Fabio Violi, che ha espresso tutta la sua soddisfazione per una giornata particolarmente importante per la città: al mattino l’inaugurazione del Centro Commerciale Naturale – di cui la BPC è main sponsor -, poi una giornata ricca di eventi e, a sera, la riconsegna della tela.
Non è voluto mancare l’Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone Antonio Abbate, che ha ringraziato la Banca per l’attenzione mostrata a questa iniziativa di restauro e ha sottolineato l’importanza della collaborazione dei privati per la conservazione del patrimonio artistico, una delle vere ricchezze dell’Italia e della Provincia, che merita particolare cura.
Non ha voluto far mancare il suo saluto anche il neo assessore provinciale ai Trasporti e ai Rapporti con l’Università, nonché Sindaco di Cervaro, Ennio Marrocco. Tra i presenti in sala anche il dott. Mauro Vicano, direttore Sanitario della ASL di Frosinone.
La serata è stata introdotta da un brano eseguito all’organo dal Maestro Mauro Niro. Poi spazio al vero protagonista della serata, il quadro restaurato e raffigurante la Sacra Famiglia. Ad illustrarlo la dott.ssa Melania Marrocco, storica dell’arte, che, con chiarezza e passione, ha presentato anche il patrimonio artistico presente nella Chiesa. Non soltanto la tela della Sacra Famiglia, ma anche le altre opere: un quadro rappresentante le anime del purgatorio, una Crocifissione, una raffigurazione di S. Antonio e una di S. Francesco.
L’attenzione si è poi concentrata sulla tela restaurata. La dott.ssa Marrocco, con grande competenza, ha illustrato i principali aspetti e le principali caratteristiche iconografiche del dipinto e ha chiarito anche le difficoltà di ricostruzione storica e di attribuzione. Sarebbe auspicabile, infatti, poter condurre studi approfonditi per reperire documenti e studiare meglio l’opera. La dott.ssa Marrocco ha anche mostrato quelli che sono stati i più significativi interventi di restauro sul dipinto, fornendo un confronto tra quello che era il quadro prima dell’intervento e il capolavoro emerso dal restauro.
Melania Marrocco ha ringraziato la Banca Popolare del Cassinate: spesso si ritiene che la finanza e le banche siano svincolate da tutto il resto. Non è così: al contrario le banche possono essere fondamentali – come è stato in questo caso – per tutelare, promuovere e valorizzare il patrimonio artistico.
Al termine della serata ha preso la parola il Presidente Donato Formisano, che ha ribadito l’impegno della BPC per la tutela del territorio e ha ricordato come il restauro del quadro sia iniziato in occasione del ventennale dell’apertura della filiale di S. Elia Fiumerapido.
All’incontro è stato presente, naturalmente, anche il Direttore Generale della BPC Bonaventura Fiorillo, cittadino di S. Elia.
La serata si è conclusa con un concerto del Coro G. Bozzelli, del Soprano Carla Mazzarella, del tenore Vincenzo Sanso. Al pianoforte il Maestro Mauro Niro.