Giorno: 6 gennaio 2011

6 gennaio 2011 0

Un albero per ogni nuovo nato, i giovani dell’Udc chiedono l’applicazione della Legge

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La proposta parte dai Giovani dell’ UDC di Cassino che chiedono, per il Comune, l’applicazione della legge 113/92 che prevede “l’obbligo per il comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica”. I Giovani dell’Udc di Cassino, tra le tante proposte suggerite al partito per la formulazione del programma elettorale, hanno richiesto l’attuazione delle legge che prevede la messa a dimora di un albero per ogni nuovo nato. “Ci stiamo impegnando molto per la nostra città, afferma la coordinatrice giovanile dell’Udc di Cassino Marika Durante, ci confrontiamo e discutiamo ogni giorno sui diversi problemi. Uno tra i più importanti risulta essere la mancanza di verde pubblico. Intendiamo dare il via a questa iniziativa, impegnandoci noi nella piantumazione di tante piante quanti sono i bambini nati nel primo mese del nuovo anno 2011, per avvicinare i ragazzi alla natura, per dare importanza e rispetto al territorio e all’ambiente, aspettando fiduciosamente di renderla operativa una volta che l’Udc vinca le elezioni comunali”. “Da un punto di vista sociale la corretta gestione del verde non potrà che migliorare il rapporto tra il cittadino e gli spazi verdi pubblici che nella nostra città attendiamo da anni – afferma il candidato al consiglio comunale Emilio Roncone. Questa iniziativa si propone di diventare un contributo concreto per la salvaguardia e il recupero dell’ambiente naturale ma, soprattutto, vuole essere un messaggio rivolto alle famiglie e ai loro bambini affinchè possano valorizzare con maggiore sensibilità il legame con la natura che li circonda ed è per questo che dobbiamo cercare di valorizzare la nostra villa comunale e la pista ciclabile nonché tanti altri spazi verdi cittadini”. Danila Di Mambro, responsabile dell’organizzazione dei giovani dell’UDC sostiene: “Gli alberi sono vita ed è dovere degli adulti tutelare questo patrimonio, diritto per i bambini vivere in modo migliore. La rilevanza del tema dell’ecologia, del rispetto della natura e dell’importanza che essa ha per l’uomo ci impegna in quest’iniziativa. L’idea di far crescere insieme un bambino ed un albero non può che portare una boccata d’ossigeno alla nostra città.” I Giovani dell’Udc nelle prossime settimane chiederanno intanto l’autorizzazione al Comune di Cassino di poter piantare a loro spese i primi alberi in alcune zone della città (villa Comunale, verde nei pressi Sorgenti del Gari) per dare una prima impronta e un serio contributo proposto. “Sono accanto ai giovani amici dell’Udc di Cassino, commenta Marino Fardelli coordinatore dell’Udc di Cassino. Hanno dato tutti una grande mano in termini di idee e proposte per la formulazione del nostro programma elettorale. Siamo orgogliosi come partito di avere dei giovani volenterosi e pieni di entusiasmo e sono la vera ricchezza all’interno del panorama politico cittadino. Vedere una sede di partito come l’Udc piena e viva di giovani è una gran bella cosa, un primo traguardo ad altri che ci siamo prefissati tra cui vincere le prossime elezioni a Cassino chiedendo il consenso alla città sulle proposte vere e sentite”.

6 gennaio 2011 0

Caramelle e dolci dalla “vecchina” ai bimbi della Solfegna

Di redazione

Anche per quest’ anno la Befana ha mantenuto il suo impegno, e con la sua scopa è arrivata in Largo Don Bosco a Cassino nella zona Solfegna Cantoni dove una folla trepidante la attendeva. I bambini, hanno fatto pazientemente la fila per ricevere un dono, una caramella, un buffetto un bacio raccolti in una simpatica calzetta di pezza dalla simpatica vecchina, che pur burbera, ha avuto tenerezza per tutti. Intanto, già dal primo pomeriggio e fino a sera, i partecipanti hanno sostato presso largo don bosco intrattenendosi brindando alla buona riuscita della giornata con spumante e dolcetti locali. La festa è continuata fino a quando all’imbrunire la vecchietta è scomparsa nella notte gelida lasciando grande stupore e gioia ai piccolini accorsi da tutte le contrade per starle affianco mentre si riposava dinanzi al gruppo statuario di San Giovanni Bosco e San Domenico Savio. L’associazione largo a don bosco ringrazia tutti coloro che anche questa volta non hanno esitato a dare il loro aiuto per realizzare tutto quanto e da appuntamento a tutti per le prossime iniziative in programma per il 2011.

6 gennaio 2011 1

La Befana scende dal Campanile di Sant’Antonio grazie ai vigili del fuoco

Di redazione

La Befana, a Cassino, scende dal campanile della Chiesa di Sant’Antonio grazie alle corde del gruppo Saf dei vigili del fuoco del distaccamento di Cassino. Quello del 6 gennaio in piazza Diamare è un appuntamento annuale e che, grazie ai vigili del fuoco, regala un sorriso ai bambini e ai loro genitori. Un vigile del fuoco, ben camuffato da befana, si è calato lungo la parete dell’edificio sacro scendendo grazie a corde e imbragature le stesse usate nei soccorsi in dirupi o zone scoscese.

6 gennaio 2011 0

Operaio incensurato arrestato per tentato furto aggravato

Di admin

Primo arresto del 2011 operato nel tardo pomeriggio di ieri dagli uomini della Compagnia di Venafro che nella diuturna azione preventiva di controllo del vasto territorio di competenza, hanno sorpreso nell’area industriale di Pozzilli un 24enne operaio incensurato che, armato di arnesi atti allo scasso si era introdotto nel perimetro di una azienda dell’importante sito produttivo. Ma l’intervento dei militari della Stazione dei Carabinieri di Filignano nella cui giurisdizione ricade l’ampio ed importante nucleo industriale della Valle del Volturno, ha interrotto l’azione del giovane che aveva appena forzato con gli arnesi da scasso alcune porte interne di un’azienda chiusa ed in atto sottoposta a procedura concorsuale, evidentemente per asportare materiali già individuati. Con la collaborazione dei rinforzi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia subito fatti convergere sul posto per dare man forte ai militi operanti, il giovane è stato dapprima compiutamente identificato presso la Caserma di Venafro e quindi dopo gli ulteriori e necessari atti d’indagine, è stato dichiarato in arresto per tentato furto aggravato ed associato alla Casa Circondariale del capoluogo Pentro a disposizione della competente autorità giudiziaria subito informata. Gli arnesi utilizzati sono stati sequestrati.

6 gennaio 2011 0

Scuola, Abbruzzese: “Sette scuole del frusinate selezionate per il progetto Cl@asse 2.0”

Di admin

“I nostri giovani devono poter studiare stando al passo con lo sviluppo delle nuove tecnologie informatiche. E’ per questo che tengo ad esprimere la mia piena soddisfazione per quanto è stato portato a termine dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca scientifica in merito al contributo concesso a ventidue scuole del Lazio selezionate per ottenere contributi utili a creare una ‘Cl@sse 2.0’”. Lo ha affermato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, commentando la notizia del Miur che ha pubblicato la graduatoria degli istituti scolastici regionali scelti nell’ambito del progetto.

“Grazie a questa iniziativa – ha continuato – sarà possibile creare ambienti di lavoro e studio indispensabili per migliorare la didattica mediante l’utilizzo di computer, lavagne luminose e apparecchiature informatiche di ultima generazione. La cosa mi rende ancor più orgoglioso, perché dei ventidue istituti laziali selezionati sette sono della provincia di Frosinone: quattro scuole elementari (il Quarto Circolo di Frosinone, l’Istituto Comprensivo di Castro dei Volsci il Primo e Secondo Circolo di Cassino) e tre superiori (il Liceo Classico “Carducci” di Cassino, l’Itis “Volta”di Frosinone e il Liceo Scientifico di Ceccano)”.

“Un’iniziativa – ha concluso il presidente Abbruzzese – che si è proposta di modificare gli ambienti di apprendimento attraverso un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana. Alunni e docenti potranno quindi disporre di aule dotate di apparati per la connessione ad Internet dando vita ad importanti sperimentazioni di metodologie didattiche avanzate”.

6 gennaio 2011 0

Oggi a Falvaterra la presentazione del libro “Nel segno di Valcento”

Di admin

Nel segno di Valcento approda a Falvaterra, si terrà oggi pomeriggio presso il bar caffetteria Sagittario nel cuore del piccolo centro fabrateriano la presentazione del nuovo volume firmato da Giancarlo Pavat. Un suggestivo viaggio nel Lazio meridionale sulle tracce del misterioso ordine dei cavalieri templari e degli altri ordini cavallereschi che rivive nelle pagine di documentazione storica e storiografica condotta dal Pavat. La presentazione del volume promossa dall’amministrazione comunale di Falvaterra, dalla XVI comunità montana e in collaborazione con l’associazione Fabrateria Nova e della Proloco si terrà alle ore 17.00 in piazza Umberto I. Tra i relatori dell’incontro, oltre all’autore, anche il direttore della rivista scientifica Fenix, Adriano Forgione, la storica dell’arte Alessandra Leo e l’artista Laura Quatrini. L’iniziativa era stata prevista per lo scorso 18 dicembre ma a causa del maltempo è stata spostata al 6 gennaio.