Giorno: 20 gennaio 2011

20 gennaio 2011 1

L’associazione Cittadini in Azione chiede un incontro per le Ztl

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il Presidente dell’associazione Cittadini in Azione Riccardo La Morgia scrive al sindaco di Lanciano: “Oggetto: Zone “ZTL” – Sollecito richiesta di sospensione immediata del provvedimento inerente le zone a Traffico Limitato per permettere un incontro finalizzato ad approfondire le valutazioni di merito e valutare le relative decisioni sull’argomento – Deposito di ulteriori firme a sostegno – I sottoscritti Cittadini, Associazioni Cittadine, Associazioni Commercianti, Commercianti delle zone interessate dal provvedimento “ZTL” emanato da codesta Amm.ne Comunale nei quartieri del Centro Storico di Lanciano, facendo seguito alla pregressa istanza del 03.01.2011, acclarata al Vostro Protocollo in data 07.01.2011, in cui si faceva richiesta della sospensione del provvedimento di cui all’oggetto e di un incontro con l’Amministrazione Comunale tesa ad approfondire le valutazioni di merito sull’argomento “ZTL” SOLLECITANO ai Responsabili di codesta Amministrazione Comunale, prima della effettiva attuazione del provvedimento “ZTL” nei quattro quartieri del Centro Storico, di voler sospendere il medesimo per permettere un incontro finalizzato ad approfondire i vari aspetti dell’argomento e a valutarne l’opportunità dell’esecuzione. Nel contempo, i numerosi sottoscrittori che hanno già prodotto, all’Amm.ne Comunale, istanza di proposta di revisione del provvedimento nella zona di C.so Roma, ma senza alcun esito favorevole, si associano alla presente richiesta. Pertanto, gli scriventi allegano ulteriori firme (circa 600) a sostegno della loro richiesta di confronto con l’Amministrazione Comunale, evidenziando che lo stato di preoccupazione dei cittadini residenti nelle zone interessate dalla zona “ZTL” è sempre molto alta. Con Osservanza I Richiedenti ALLEGATI : n. 600 firme di sottoscrittori. Recapiti per convocazione incontro : Confcommercio Lanciano – Confesercenti Lanciano – Ass.ne “Le Vie Del Commercio” – Ass.ne “Amici del Borgo” – Ass.ne Amici di Lanciano Vecchia – Ass.ne “Botteghe Storiche” – Ass.ne Cittadini in Azione” – Ass.ne Progetto Lanciano”.

20 gennaio 2011 2

Cani e gatti feriti o uccisi ai bordi delle strade, fenomeno in crescita

Di redazione

Stando alle stime degli ultimi sei mesi del 2010 sono in forte aumento le segnalazioni dei cani uccisi e feriti abbandonati ai bordi delle strade rispetto allo stesso periodo del 2009. Secondo le segnalazioni ricevute da AIDAA nei sei mesi dell’anno appena trascorso sono state 440 le segnalazioni di cani feriti abbandonati ai bordi della strada rispetto al 286 dello stesso periodo del 2009, mentre sono state 555 le segnalazioni di cani morti ai bordi della strada rispetto alle circa 287 dello stesso periodo dell’anno precedente. Il maggior numero di segnalazioni proviene dalla Puglia, seguita dalla Sardegna , dalla Campania e dalla Sicilia. Ma non mancano le segnalazioni anche da regioni del nord quale il Piemonte e la Lombardia. L’ultimo caso (di cui alleghiamo le foto) riguarda un bellissimo esemplare di pastore tedesco investito, spostato dalla strada e lasciato legato ad un albero per una settimana prima che essere ritrovato e curato grazie ai volontari della Lida di Olbia. “Soccorrere un animale ferito è un dovere ed è obbligatorio almeno sulla carta – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – in realtà sono in aumento le segnalazioni di ritrovamenti di animali uccisi o feriti abbandonati ai bordi della strada, anche perché è difficile reperire un veterinario aperto ed inoltre chi soccorre l’animale si deve pagare anche le spese di degenza del cane presso il veterinario e questo induce molti a lasciare l’animale ferito per terra. Nel caso di cui abbiamo allegato le fotografie- conclude Croce- questo animale è stato abbandonato ai bordi di una strada per oltre una settimana ed ora le spese per le sue cure sono a carico dei volontari dell’associazione sarda che ne se sta occupando e questo non ci pare corrispondere al criterio di corretta applicazione della normativa. Le leggi non basta farle, occorre avere anche la forza di applicarle e di renderle effettive cosa assai rara in questo paese almeno nel discorso della tutela degli animali”.

20 gennaio 2011 0

Concerto in abbazia dedicato al Maestro Pio Di Meo

Di redazione

Sabato 22 gennaio 2011 alle ore 18.00, nella grandiosa Basilica Cattedrale dell’ Abbazia di Montecassino, si terrà, ad un anno dalla prematura scomparsa, il concerto di commemorazione ed omaggio dedicato al M° Pio Di Meo, già docente presso i Conservatori di Frosinone e Campobasso. L’evento, voluto dai familiari del maestro ed originato dai profondi sentimenti di stima e affetto di studenti, collaboratori e amici, vedrà la partecipazione dell’Orchestra Giovanile del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone sotto la docenza del Maestro Gianluigi Zampieri e dei Cori “Città di Sora” e “Giovan Battista Pergolesi” di Ceccano, cresciuti entrambi sotto la Direzione Artistica del M° Di Meo ed oggi, come allora, diretti in qualità di maestri del coro da due suoi allievi: Giacomo Cellucci e Giovanni Panella. Alle due compagini si uniranno alcuni musicisti “veterani” del Coro della classe di Esercitazioni Corali del Conservatorio di Frosinone della quale il Maestro Di Meo è stato docente. Il programma del Concerto prevede: Lacrymosa per Coro e Orchestra di Antonio D’Antò Maurerischen Trauermusik KV 477 di Wolfgang Amadeus Mozart Requiem KV 626 per Soli, Coro e Orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart I ruoli solisti saranno interpretati da: Maria Adele Matassa (soprano), Alessandra Ciriaci (mezzosoprano), Seunghwa Jeong (tenore), Kihwan Kim (basso); Direttore Giovanni Panella. Un omaggio nell’omaggio sarà rappresentato dall’esecuzione in questo concerto del Requiem KV 626 per Soli, Coro e Orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart, il cui studio da parte dei membri dei due cori ha avuto inizio proprio sotto la guida del M° Di Meo. Nel dare quindi appuntamento alla cittadinanza per il concerto che si terrà alle ore 18.00 di sabato 22 gennaio 2011, la famiglia Di Meo e gli organizzatori desiderano rivolgere un particolare ringraziamento a S.E. dom Pietro Vittorelli, Padre Abate di Montecassino, al M° Antonio D’Antò, Direttore del Conservatorio di Musica “Licinio Refice” di Frosinone, al M° Gianluigi Zampieri, Docente della classe di Esercitazioni Orchestrali, al M° Daniela Valentini, Docente di canto del Conservatorio di Frosinone, per la particolare sensibilità dimostrata rendendo così possibile la realizzazione dell’evento.

20 gennaio 2011 0

Meteo, ancora neve a basse quote e venti forti

Di redazione

L’annunciata perturbazione proveniente dall’Europa settentrionale si approfondirà nelle prossime ore sull’area del Mediterraneo centrale, apportando sul nostro Paese aria fredda di origine artica, che causerà instabilità sulle regioni centro-meridionali, con piogge diffuse e nevicate fino a quote collina al centro. Al nord, neve fino a quote di pianura sull’Emilia-Romagna, sostanzialmente bello e senza nebbie sulle restanti aree. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso quindi un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri e che prevede il persistere di nevicate sui settori orientali delle regioni centrali e sull’Emilia-Romagna con quota neve in calo fino al livello del mare sui settori adriatici; i quantitativi cumulati potranno risultare localmente moderati o elevati sulle zone appenniniche. Sono inoltre previsti venti forti e molto forti da nord/nord-est, con possibili mareggiate lungo le coste esposte, sui settori costieri del Friuli-Venezia Giulia, sulle regioni centro-settentrionali e sulla Sardegna, in estensione nel corso della giornata di domani anche alla Sicilia. Un progressivo miglioramento delle condizioni meteorologiche è atteso a partire da domani sulle regioni settentrionali e, successivamente, nel corso della giornata di sabato anche al centro, con precipitazioni e nevicate al sud, sulle zone adriatiche e sulla Sardegna. Per un generale miglioramento si dovrà probabilmente aspettare domenica, quando la perturbazione potrebbe spostarsi sui Balcani, anche se sulle estreme regioni meridionali saranno ancora probabili delle precipitazioni e qualche nevicata sui monti. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

20 gennaio 2011 0

Ladri di tubi di rame, denunciati due uomini

Di redazione

I carabinieri della Stazione di Cupello, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Vasto, hanno individuato e denunciato alla locale Procura della Repubblica: S. A., 30enne, nullafacente; D. N., 49enne, operaio. Entrambi di Vasto e già noti alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed il patrimonio, sarebbero gli autori di un furto di tubi in rame. A loro gli investigatori sono arrivati a seguito di immediate indagini avviate dopo la denuncia di furto fatta ai militari di Cupello da un imprenditore del posto, il quale si era accorto che ignoti, durante la serata, approfittando dell’assenza dei proprietari, si erano introdotti nel cortile del deposito dell’azienda di famiglia, asportando alcune decine di tubi in rame utilizzati normalmente per impianti di riscaldamento. L’ammontare del danno è stato di circa un migliaio di euro. I carabinieri, terminati gli accertamenti, sono riusciti a raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due soggetti, i quali dovranno rispondere di “furto aggravato in concorso”. Il materiale asportato, purtroppo, non è stato recuperato.

20 gennaio 2011 0

Radio Odeon inaugura una nuova filiale

Di redazione

Radio Odeon inaugura una nuova filiale ad Alba Adriatica. La nuova sede dell’emittente radiofonica trova posto all’interno del Parco Giochi Giocolandi e il taglio del nastro è previsto per sabato prossimo in via Bompadre 1 alle 17. Tutta la cerimonia sarà trasmessa in diretta.

20 gennaio 2011 0

Sbanda e si ribalta pullman, paura per un gruppo di studenti

Di admin

Paura, oggi pomeriggio in via Panaccio ad Arpino quando, un pullman con una scolaresca a bordo, è uscito di strada ribaltandosi su un fianco. L’incidente è avvenuto alle 14.30 circa e sul posto, considerando che in gioco c’erano la vita di molti giovanissimi di ritorno da scuola, si sono riversati molti mezzi di soccorso ra vigili del fuoco, ambulanze e carabinieri. Per fortuna però, solo due 15enni sono stati trasportati in ospedale per lievi contusioni. I carabinieri della compagnia di Sora stanno indagando per risalire alle cause dell’incidente Er. Amedei

20 gennaio 2011 0

Dichiara il falso per percepire il reddito minimo, denunciato falso povero

Di redazione

Uno dei compiti istituzionali della Guardia di Finanza è quello di controllare che la spesa pubblica, cioè le uscite del bilancio dello Stato, delle Regioni, delle Provincie e dei Comuni, sia rispondente ai requisiti previsti dalle leggi. Una delle spese dell’erario pubblico che la Guardia di Finanza controlla costantemente è quella relativa al Reddito Minimo Garantito, che consiste in un sussidio che le Regioni erogano a persone che versano in particolari condizioni di bisogno. Per ottenere il sussidio, i richiedenti devono presentare agli organi competenti una serie di documenti, tra i quali alcune autocertificazioni che attestano il reddito conseguito negli ultimi anni sia dal richiedente che dai propri familiari conviventi. Nel corso dei controlli, le Fiamme Gialle hanno accertato che un cittadino italiano, residente a Cassino, ha falsamente dichiarato il livello di reddito della propria famiglia, cercando di ottenere così fraudolentemente il sussidio. In particolare, ha presentato una dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi della c.d. “legge Bassanini”, con la quale falsamente attestava di possedere un reddito ed un patrimonio inferiore al limite previsto per la concessione del contributo. La falsa dichiarazione non è però sfuggita agli ispettori della Guardia di Finanza impegnati nei controlli, che hanno ricostruito il vero livello reddituale del soggetto, accertando la frode. Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria: sosterrà ora un processo per falso e truffa e rischia una condanna a diversi anni di reclusione. La frode è stata scoperta in collaborazione con gli uffici della Provincia di Frosinone – Centro per l’Impiego di Cassino. La Guardia di Finanza continua i controlli per verificare che tutte le prestazioni sociali e le agevolazioni, erogate dallo Stato, dalle Regioni, dalle Provincie e dai Comuni per aiutare i cittadini che versano in situazioni di disagio economico e di marginalità sociale, affluiscano effettivamente a chi ne ha diritto e non vengano distratte da comportamenti disonesti di altri.

20 gennaio 2011 0

Gang di minorenni sgominata dalla polizia

Di redazione

Stavano costituendo una vera banda ma la polizia non gli ha lasciato il tempo. Le indagini della polizia di Fiuggi sono iniziate in seguito ad una serie di furti avvenuti nottetempo in città. In particolare nella scuola elementare dove, ignoti, avevano portato via computer e altre cose di valore. In quella circostanza sono stati trovati elementi per i quali era evidente che ad agire fossero un gran numero di persone. Indagando senza allontanarsi di molto dalle mura della città termale gli agenti hanno messo gli occhi su otto ragazzi, tutti incensurati e quasi tutti minorenni guidati da un 26enne che si atteggiava a boss della gang. Il gruppo, è stato quindi identificato e denunciato. Er. Amedei

20 gennaio 2011 0

De Angelis (Pd): “La giunta Polverini ha affossato la legge sull’indotto Fiat”

Di redazionecassino1

“Ancora una volta, alla prova dei fatti, il centrodestra si rivela per quello che è: incapace di governare”. Lo afferma in una nota l’europarlamentare Francesco De Angelis.  Non usa mezzi termini nel commentare il bilancio regionale redatto a fine anno dalla Giunta Polverini, in particolare per alcune scelte legate alla Legge 46, più conosciuta come Legge sull’indotto Fiat: “Leggendo il bilancio regionale – prosegue De Angelis – fa scalpore vedere come nel capitolo relativo alla Legge 46, specificatamente denominata “Contributo alle aree interessate dalla crisi dello Stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano”, sia presente un misero stanziamento di 50 mila euro, che in pratica equivale a zero! Si vanifica, con un colpo di spugna, tutto il lavoro svolto nella legislatura  precedente a sostegno dell’indotto fiat e sulla Legge 46, che negli ultimi anni è stato uno strumento formidabile per rilanciare lo sviluppo del settore automobilistico e quindi dell’economia dell’intera provincia di Frosinone. Nella precedente legislatura da Assessore Regionale alle attività produttive ho puntato molto su questo strumento di crescita, destinando alle legge oltre 45 milioni di euro che hanno permesso  la realizzazione di progetti mirati allo  sviluppo, alla tutela dei livelli occupazionali e alla realizzazione di servizi ed infrastrutture a servizio delle imprese. Risorse che hanno ridato forza e competitività a molte aziende, proteggendo e rilanciando il tessuto economico e produttivo. Adesso la Giunta Polverini abbandona e cancella  questo strumento e lo fa in un momento di grave crisi economica ed occupazionale. Tutto questo conferma l’incapacità e la debolezza di un governo che dimentica la ciociaria, le imprese e il lavoro. Hanno cancellato una legge che in questi anni  grazie ad una felice concertazione con le forze economiche e sindacali ha dato risultati importanti allo sviluppo economico della nostra provincia. E’ questa la  grave responsabilità di una destra che predica bene e razzola male e che si conferma non all’altezza della sfida e dei problemi della nostra Regione e se questo e’ l’inizio hanno già fallito, prima ancora di cominciare. Non servono le visite e le passerelle alla Fiat di Cassino. servono fatti! E sui fatti questa giunta produce meno di zero!”