Berlusconi in diretta telefonica: “Senza Fini siamo più forti. Non c’è alternativa a questa maggioranza”

29 gennaio 2011 1 Di redazione

“Andiamo avanti nel governare nonostante gli agguati fatti dalla sinistra”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi intervenendo telefonicamente all’assemblea provinciale di Associazione di Centro di Pionati a Cassino. “Abbiamo un muro di fronte a noi che è questa opposizione che dice no a tutto quello che proponiamo e che si oppone alle riforme coraggiose per fronteggiare la crisi economica.
Un secondo muro – ha continuato il premier – che ha impedito il cambiamento è costituito da politici di lungo corso che si sono spaccati da noi e rimessi insieme e che si chiamano Casini, Rutelli e Fini, che rappresentano un mentalità che non permette loro di capire che governare è cambiare e modernizzare lo Stato. Il passato è rappresentato dal fantomatico terzo polo, noi abbiamo una alleanza che rappresenta l’unica possibilità che garantisce stabilità capace di far uscire dalla crisi globale il nostro Paese. E se ci sono possibilità di uscire dalla crisi lo si deve solo all’alleanza tra la Casa delle Libertà la Lega di Bossi e il gruppo di responsabilità tra cui l’Alleanza di Centro.
Non c’è alternativa a questa maggioranza e a questo Governo. Chi oggi vuole le lezioni anticipate pensa non a nuove legislatura per un Governo forte ma solo ai propri interessi e a spartizione dei potere.
Riforma del Fisco e riforma della giustizia e su questi punti andiamo avanti. Senza Fini, con questa maggioranza, siamo più liberi e più forti. Il passaggio, quindi, all’opposizione di Fini e dei finiani, invece di essere un problema, si è trasformato in una grande risorsa e in una grande occasione per dare al Paese le risposte di cui ha bisogno”.
[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2011/01/29-1-berlusconi.mp3 image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2010/09/fini-berlusconi.jpg /]