Case Ater, Tedeschi presenta una interrogazione su quelle di San Bartolomeo a Cassino

29 gennaio 2011 0 Di redazione

Una interrogazione urgente per chiedere all’assessore alle Politiche per la casa, Teodoro Buontempo, se non si intenda sollecitare il commissario Ater della provincia di Frosinone circa il degrado in cui versano gli inquilini delle strutture abitative popolari di Cassino. L’ha presentata il Consigliere regionale Anna Maria Tedeschi (IdV). Nell’atto Tedeschi chiede anche quali interventi urgenti si intendano adottare per mettere in sicurezza l’impianto elettrico degli edifici e se siano previsti finanziamenti volti alla ristrutturazione e al riordino del patrimonio immobiliare Ater di Cassino località San Bartolomeo.

“Queste strutture abitative popolari – prosegue nell’interrogazione la Tedeschi – di proprietà dell’Azienda Territoriale Residenziale, Ater, sono in uno stato di profondo degrado a causa di numerose fenditure sia all’esterno che all’interno degli immobili. Da tempo l’impianto elettrico non rispetta i requisiti minimi di sicurezza con grave pericolo per l’incolumità dei condomini e si sono verificati recentemente atti vandalici, tra cui l’incendio doloso di un motorino che sostava nei pressi del complesso immobiliare, che ha determinato danni alla struttura esterna degli edifici. “In più occasioni gli inquilini hanno manifestato all’Ater della Provincia di Frosinone richieste di interventi urgenti sulle strutture abitative – ha dichiarato Anna Maria Tedeschi – considerato che la Regione Lazio con il piano casa della giunta Marrazzo aveva stanziato 65 milioni di euro all’anno per le annualità 2010/2018 per i Comuni con emergenza abitativa destinati alla realizzazione di nuove costruzioni destinate all’edilizia economica e popolare, ed alla ristrutturazione del patrimonio immobiliare esistente e con legge regionale 24 dicembre 2010, n. 8 sono stati stanziati 100 milioni di euro per l’anno 2011 per interventi di edilizia residenziale”. L’interrogazione è firmata anche dal capogruppo e segretario regionale dell’Italia dei Valori, Vincenzo Maruccio.