Cassino e Lanciano al voto, due le possibili date a Maggio

4 gennaio 2011 0 Di redazione

L’8 o il 15 maggio sono le date utili per andare al voto nei comuni in cui si devono rinnovare le amministrazioni comunali; gli eventuali ballottaggi potrebbero, invece, svolgersi tra il 22 e il 29 maggio. A Cassino e Lanciano si preparano le alleanze in un contest odi politica nazionale, però, certamente non chiaro e gennaio, inevitabilmente, diventa il mese più importante per costituire possibili alleanze e individuare i potenziali candidati a sindaco. Nel centrosinistra si punta alle primarie, nonostante il parere contrario del Pd, per la scelta del candidato a sindaco. Si dovrebbe votare il prossimo 30 gennaio. Per ora sono pronti a confrontarsi l’ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone (Idv) e l’avvocato Lio Sambucci (Psi). Manca il candidato del Pd. C’è però chi, come l’Udc, che muove passi concreti e questa sera presenterà il programma elettorale nella sede del partito amici e sostenitori, mentre l’8 gennaio lo presenterà alla stampa. “Prima presentiamo il programma – ha detto il coordinatore cittadino Marino Fardelli – e poi faremo i nomi per la carica di sindaco”. Tra l’altro aggiunge che il partito di Casini a livello Nazionale e di Anna Teresa Formisano a livello locale, manterrà aperte le porte a tutti. Carmelo Palumbo sembra essere l’alfiere di Mario Abbruzzese, l’unico, probabilmente, che può dire di parlare a nome del Pdl nel Cassinate, ma non l’unico che annuncia candidati di centro destra. Da tempo, infatti, una candidatura a sindaco della città Martire la rivendica anche l’ex assessore Giuseppe Sebastianelli e l’ex vice sindaco Michele Nardone. A sfilacciare ulteriormente il centrodestra è anche l’asse costituito dall’ex sindaco Scittarelli e il consigliere regionale D’Aguanno che, ancora non hanno lasciato intendere le loro intenzioni. Fuori dai normali schieramenti di centro destra e centro sinistra, ci sono poi le liste civiche che appoggiano la candidatura del giudice Paolo Andrea Taviano.
Er. Amedei