Crocifisso di Gismondi, dopo il restauro sarà collocato nell’atrio del palazzo della Provincia

12 gennaio 2011 0 Di redazione

Il Crocifisso Carolingeo di Tommaso Gismondi, un’opera di notevole importanza di questo artista ciociaro di fama internazionale, E’ stato restaurato completamente e sottoposto ad opera di pulizia. L’opera è stata donata dai figli del grande scultore anagnino alla Provincia di Frosinone che il prossimo 10 febbraio la installerà nell’atrio della sua sede.
Le operazioni di restauro e pulitura sono state effettuate dalla Provincia di Frosinone tramite l’Accademia di Belle Arti. Ieri è stato possibile vedere il Crocifisso Carolingeo nella sua veste restaurata e l’opera si è confermata di suggestione (oltre, ovviamente, di significato) straordinaria.
“Siamo emozionati – ha affermato l’ssessore alla Cultura Antonio Abbate – al pensiero di arricchire il già notevole patrimonio della Provincia di Frosinone con una scultura cosìsignificativa. Essa rappresenta l’ingresso del grande Gismondi, vanto della nostra terra, nel Palazzo della Provincia e per noi si tratta di un evento molto importanti. La scultura di Gismondi segue l’cquisizione (in corso di perfezionamento) della “anzatrice”di Amleto Cataldi, un altro importante artista nella nostra terra, che è tata posta al centro dell’atrio. Un grande ringraziamento da parte nostra ai figli di Tommaso Gismondi per la loro grande sensibilità”.