Frosinone, stazionamento bus Cotral: a quando il trasferimento?

8 gennaio 2011 1 Di admin

Dichiarazione di Riccardo Mastrangeli, Consigliere Comunale di Frosinone del Popolo della Libertà:
Un altro anno è trascorso ma la stazione e l’intero quartiere Scalo continuano ad essere ostaggio della presenza ingombrante dei bus Cotral.
Il problema è stato sollevato già da anni dal sottoscritto (ero Presidente della Circoscrizione Scalo nel 1992 quando proposi e riuscii, insieme agli altri colleghi, a trasferire il deposito di questi mezzi da piazzale Kambo in via Fontana del Melo), ma questo problema non è stato mai completamente risolto.
Infatti, nonostante il deposito sia stato trasferito, la presenza e lo stazionamento di questi bus, oltre a contribuire in maniera pesante, ad incrementare le fonti di inquinamento da polveri sottili determina anche l’ingombro di una piazza che, se opportunamente liberata da questi “bisonti” della strada, potrebbe essere restituita alla nostra Città.
Si potrebbero, ad esempio, allargare gli spazi destinati a parcheggi per i pendolari così come realizzare una vera e propria piazza, magari pedonale, per consentire ai residenti di fruire di spazi pubblici sinora occupati dalle lamiere dei bus.
Di questo problema ne sono consapevoli tutti ma la sensazione è che si proceda con estrema lentezza.
In attesa di creare i punti di stazionamento esterni alla città e fruire all’interno del centro urbano del trasporto pubblico locale (Geaf), non mi sembra difficile scegliere come soluzione, da subito adottabile, quella di consentire a questi bus Cotral la semplice fermata davanti alla stazione senza necessariamente stazionarvi con lunghe soste.
Ciò consentirebbe, inoltre, una maggiore fluidità della circolazione al quartiere ed un miglioramento della salubrità dell’aria e, di conseguenza, un miglioramento della qualità di vita dei cittadini.
Le soluzioni per migliorare la mobilità cittadina sono a portata di mano e non si comprende perché l’Amministrazione guidata dal Sindaco Michele Marini non abbia mai voluto affrontare sul serio questo problema.
Il quartiere Scalo sembra essere dimenticato dall’attuale Giunta Comunale che dagli eventi, alle opere pubbliche, alle questioni urbanistiche sino alla semplice manutenzione ordinaria ha dimenticato questa importante parte di città con decine di migliaia di abitanti e con tantissimi frequentatori giornalieri che vi transitano per la semplice presenza della stazione.