Semplificare norme a Piccole e medie imprese, Abbruzzese “mette al lavoro” le Commissioni

3 gennaio 2011 0 Di redazione

Dopo il via libera della Giunta regionale del Lazio, che nei giorni scorsi ha espresso parere favorevole verso due importanti proposte di legge, la prima relativa alla semplificazione delle norme per le piccole e medie imprese, la seconda sul sostegno dello sviluppo del settore cinema e dell’audiovisivo, il presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese, ha assegnato alle Commissioni consiliari competenti i due documenti che, a breve, verranno discussi e portati all’attenzione dell’Assemblea per l’approvazione.
“La proposta di legge sulla semplificazione normativa per le Pmi – ha spiegato Abbruzzese – sarà un valido strumento utile a favorire la competitività delle nostre aziende e per far sì che gli imprenditori laziali possano disporre di normative chiare e facilmente comprensibili. Una importante rivoluzione che aiuterà soprattutto a sburocratizzare, semplificare e snellire le procedure di accesso ai finanziamenti europei. Dobbiamo dare alle nostre aziende i mezzi necessari per accedere a tutti quei benefici messi a disposizione dell’Ue se vogliamo far ripartire il tessuto economico del Lazio. La proposta di legge in questione, in linea con quanto indicato dalla Commissione europea, è stata redatta proprio con il chiaro intento di affrontare al meglio l’emergenza economica che imperversa sulla nostra regione. Il documento recepisce le disposizioni dello ‘Small business act’, il manifesto delle piccole e medie imprese lanciato a fine giugno del 2008 proprio dall’Unione Europea. E’ evidente che l’amministrazione Polverini e l’assessore alle Attività produttive Pietro Di Paolantonio stanno lavorando per riconoscere alle nostre Pmi il ruolo di ‘motore’ del sistema produttivo regionale”.
La proposta di legge è stata assegnata alla X Commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato, e alla XII Commissione, Risorse umane, demanio, patrimonio, affari istituzionali, enti locali, tutela dei consumatori e semplificazione amministrativa.
“Anche sul settore cinema e audiovisivo – ha continuato il presidente Abbruzzese -, la nuova legge quadro rappresenta un ulteriore traguardo grazie all’introduzione di un unico Ente Regionale che si occuperà di elaborare il programma degli interventi per tutto il comparto. Sono convinto che sia le Commissioni preposte a valutare il documento che il Consiglio regionale non avranno difficoltà a dare via libera ad una legge che assicurerà al settore un maggior coordinamento degli interventi, cospicui risparmi e una corretta gestione delle risorse a disposizione. L’obiettivo che qualifica questa legge è infatti proprio quello di dar vita ad una reale semplificazione che farà emergere i veri attori di questo settore, ovvero il mondo dell’impresa e del lavoro che producono e vivono attraverso le attività culturali. Un ottimo risultato per la presidente Polverini e per l’Assessore Santini che vogliono continuare ad investire in un settore che rappresenta una risorsa per tutti i territori. Sulla proposta di legge – ha concluso Abbruzzese – sono certo che la presidente della VII Commissione consiliare, Cultura Spettacolo e Sport, Veronica Cappellaro, saprà lavorare in sinergia con tutti i membri su una riforma che legittima il valore e l’importanza che la cultura può rivestire nel circuito economico e nello sviluppo della nostra regione”.