Spaccio davanti al Sert, 38enne vende droga a chi tenta di uscire dal tunnel

13 gennaio 2011 0 Di redazione

Da alcuni gironi i carabinieri di Lanciano hanno intensificato i controlli davanti al Sert alla ricerca di quei spacciatori che, come diavoli tentatori, si appostano davanti la struttura Asl preposta a distribuire metadone a tossicodipendenti inseriti in programmi di recupero, per vendere loro dosi di droga. Oggi pomeriggio quando i carabineri hanno tratto in arresto Giulio L., nato a Pescara ma residente a Mozzagrogna, 38 anni fa. L’uomo, all’atto del controllo, manifestava una evidente irrequietezza che ha ulteriormente insospettito i carabinieri, che immediatamente hanno potuto notare un piccolo involto di cui l’uomo cercava di liberarsi. Verificato che si trattava di eroina, gli operanti hanno proceduto con perquisizione presso l’abitazione, dove sono stati rinvenuti ulteriori 5 grammi dello stesso stupefacente, un bilancino di precisione e due pasticche di suboxone, un farmaco per il trattamento sostitutivo per la dipendenza da oppioidi.
Quanto rinvenuto, congiuntamente ad alcune banconote per un ammontare pari a 60 euro, quale provento dell’attività di spaccio, è stato posto sotto sequestro e il giovane è stato associato alla locale casa circondariale, così come disposto dal P.M., Dott.ssa Vecchi.