Giorno: 16 febbraio 2011

16 febbraio 2011 0

Tumori al sistema nervoso, a Chieti il convegno nazionale dei radioterapisti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si terrà domani, giovedì 17 febbraio, dalle ore 8.30 presso l’Auditorium del Rettorato dell’Università di Chieti, la IX edizione del Convegno nazionale di Radioterapia «Incontro con gli esperti», organizzato dal direttore dell’Istituto di Radioterapia Oncologica dell’Ospedale «SS. Annunziata» di Chieti, Giampiero Ausili Cèfaro. Il titolo del convegno è «Le terapie integrate nei tumori del sistema nervoso nell’adulto e nel bambino». La particolare delicatezza relativa all’oncologia pediatrica richiede competenze professionali di elevato profilo e, non a caso, i Centri che se ne occupano in Italia non sono numerosi. Per questo l’incontro riveste una particolare importanza ed è una preziosa occasione di interscambio scientifico per gli istituti teatini di Radioterapia Oncologica diretto da Ausili Cèfaro e della Clinica Pediatrica diretta da Francesco Chiarelli, ai fini di una possibile prospettiva di implementazione dell’oncologia pediatrica nel polo teatino. Apriranno i lavori il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Francesco Zavattaro, il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Chieti, Carmine Di Ilio, e la Presidente dell’Associazione italiana di radioterapia oncologica (AIRO), Enza Barbieri. Il Convegno richiamerà a Chieti docenti, relatori e moderatori in ambito medico-oncologico (radioterapisti, oncologi, neurologi, neurochirurghi, neuroradiologi e pediatri) particolarmente esperti proprio in materia di neuro-oncologia. Spiccano infatti le prestigiose presenze dei gruppi neuro-oncologici dell’Ospedale Bellaria di Bologna, del Centro di riferimento oncologico di Aviano, del Policlinico «A. Gemelli» di Roma, dell’Istituto Tumori e Ospedale Gaslini di Genova e dell’Istituto Tumori di Milano, questi ultimi due Centri impegnati nella seconda giornata dei lavori sui tumori pediatrici. L’evento, oltre a essere patrocinato dall’Associazione italiana di radioterapia oncologica (AIRO), conta infatti anche sul patrocinio dell’Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica (AIEOP) e annovera tra i maggiori esperti nazionali anche Felice Giangaspero dell’Università «La Sapienza» di Roma, il quale parlerà dei nuovi scenari biomolecolari e del loro impatto nel management clinico di queste patologie tumorali. Le attese sono dunque importanti, anche in considerazione delle numerose domande di partecipazione giunte da tutta Italia e del numero di pre-iscritti che va ben oltre le 150 unità.

16 febbraio 2011 0

Misteriose luci nel cielo sabato sera a Cassino. Tu le hai viste?

Di redazione

Un misterioso fascio di luce è stato avvistato sabato sera a Cassino tra le 23.30 e mezzanotte. I testimoni riferiscono di aver visto il cielo solcato da una luce ipotizzando una meteora. Il passaparola tra la gente ha permesso di verificare che ad assistere a quel passaggio luminoso sarebbero stati in tanti. Se vuoi, puoi raccontare la tua esperienza all’indirizzo mail redazione@ilpuntoamezzogiorno.it

16 febbraio 2011 0

Avvocato derubato davanti al tribunale, la borsa ritrovata in campagna

Di admin

Avvocato derubato della borsa nei pressi del tribunale di Cassino. Al legale, Sara Bruni di Frosinone, a Cassino per alcune udienze, qualcuno ha portato via la borsa contenente documentazione relativa alle cause in corso, ma anche oggetti personali. Immediata la denuncia al commissariato di polizia di Cassino ma, quando ormai l’avvocato sembrava dover mettersi l’anima in pace, è stata contattata telefonicamente da una donna che le ha ritrovato la borsa e tutti i documenti in una strada di campagna. Ai ladri, evidentemente, non interessavano le pratiche legali; vien da chiedersi, allora, cosa speravano di trovare nella borsa rubata ad un avvocato. Er. Amedei

16 febbraio 2011 0

Fossacesia aderisce a “M’Illumino di Meno” per contrastare uno stile vi vita troppo… energivoro

Di redazione

Anche quest’anno la Città di Fossacesia aderisce alle Campagne Nazionali per la sensibilizzazione sul risparmio e la riduzione dei consumi energetici “M’Illumino di Meno” ed “Earth Hour 2011”, promosse rispettivamente dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio Due e dal WWF Italia. “I nostri stili di vita sono troppo energivori – esordisce l’Assessore all’Ambiente, Andrea Natale (PRC) – consumiamo troppa energia. Dobbiamo prendere coscienza che il cambiamento è possibile e necessario. In una ricerca pubblicata su una rivista specializzata si è dimostrato che sarebbe possibile ridurre il consumo energetico mondiale del 73% (cfr. http://www.newscientist.com/article/dn20037-efficiency-could-cut-world-energy-use-over-70-per-cent.html) – argomenta Natale – un obiettivo che sarebbe possibile raggiungere non dopo qualche anno, ma ora. Questo attraverso il miglioramento delle pratiche quotidiane e delle tecnologie già esistenti”. Il team di esperti, coordinato da Julian Allwood (www.cei.cam.ac.uk/directory/jma42@cam.ac.uk), ha posto in evidenza una serie di buone prassi, come ad esempio: le modifiche agli edifici già esistenti attraverso un maggiore isolamento delle pareti, che porterebbe il fabbisogno energetico dell’edificio stesso a meno di 15 kilowattora per metro quadro annuo. Ridurre il peso delle automobili al di sotto dei 300 Kg, diminuirebbe di molto le emissioni inquinanti prodotte dal veicolo stesso. Cucinare con i coperchi sulle pentole, ridurre le temperature per i lavaggi della lavatrice e abbassare di qualche grado il riscaldamento della propria abitazione. “Già nel novembre 2009 – precisa Natale – l’Amministrazione Stante ha impostato le linee guida per il Piano Energetico Comunale che adesso stiamo sviluppando con Alesa e la Provincia di Chieti, all’interno del Patto dei Sindaci. Puntiamo sull’efficienza energetica mettendo a norma gli impianti di illuminazione pubblica e riducendo i consumi, intervenendo sugli edifici comunali e sul fotovoltaico sui tetti e realizzando pensiline ombreggianti con le somme risparmiate dagli interventi di efficientamento”. “Importantissimo è coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza, cosa che – conclude Natale – non facciamo solo con la partecipazione a queste campagne di sensibilizzazione, che sono un atto dovuto, ma anche nel Forum Ambiente, durante tutto l’anno e Venerdì mattina – chiosa Natale – verrò a lavoro in bicicletta per dare il buon esempio”.

16 febbraio 2011 0

Super nonno a Sora, a 82anni salva la pensione aggrappandosi alla ladra facendola arrestare

Di redazione

Si è aggrappato con tutte le sue forze alla ladra che gli è entrata nell’appartamento. Nel tentativo di liberarsi la donna, 67 anni, è rimasta senza vestiti ed è finita in manette. Protagonista di questa incredibile vicenda accaduta in via Mameli a Sora un nonnetto di 82 anni malato di cuore e portatore di pace – maker. Il pensionato era in casa con sua moglie quando in due hanno bussato alla porta e si sono presentate come assistenti sociali. L’82enne le ha fatte accomodare in salotto. La donna più anziana ha chiesto di andare in bagno, mentre l’altra, 30 anni, è rimasta seduta. IL pensionato diffidente l’ha seguita fino a trovarla in camera da letto mentre rovistava nei cassetti. E’ stato a quel punto che si è creato il parapiglia. Il nonnetto ha bloccato il tentativo di fuga della donna aggrappandosi al suo braccio. La 67 enne nel dimenarsi lo ha picchiato senza riuscire a liberarsi del pensionato trascinato sulla strada. La gente attonita ha assistito alla scena senza intervenire. Al loro arrivo gli agenti della squadra anticrimine al comando dell’ispettore di Pierluigi Di Vittorio si sono trovati davanti alla scena del vecchietto aggrappato alla donna seminuda che tentava ancora di fuggire. Intanto l’altra ladra è scappata in auto con il terzo complice che ha imboccato una stradina contromano investendo un altro mezzo. La 67enne originaria di Mondovi in provincia di Sondrio è stata tratta in arresto per rapina. A suo carico 13 pagine di precedenti penali. L’82enne per stato ricoverato in ospedale per accertamenti. Salva anche la pensione dei due coniugi, circa 2 mila euro, che la ladra ha lasciato cadere durante il parapiglia. Tamara Graziani

16 febbraio 2011 0

Travolto dalla motozappa, grave un pensionato

Di redazione

In un incidente in campagna a Castellalto (Te), un pensionato è rimasto gravemente ferito alle gambe rimanendo travolto dalla motozappa. L’uomo stava lavorando il terreno di sua proprietà, quando per cause in corso di accertamento è stato investito agli arti inferiori dal mezzo. Trasportato presso l’Ospedale Civile di Teramo è stato sottoposto ad intervento chirurgico d’urgenza ed adesso si trova in terapia intensiva. Sul luogo si sono recati i Carabinieri della Stazione di Castelnuovo Vomano.

16 febbraio 2011 0

Stalking: “Vanno assistiti vittima e carnefice”, lo dice lo psichiatra

Di redazione

Stalking, quando l’amore diventa molesto, è il titolo del convegno che si è svolto questa mattina nella sala teatro della Asl di Frosinone in via Armando Fabi, organizzato dalla stessa Asl. “Non esiste un profilo unico dello stalker, è un fenomeno complesso e trasversale. Lo stalker, al di la della professione, è un individuo fragile quasi sempre di sesso maschile che nella fase adolescenziale ha sofferto della sindrome dell’abbandono.” Lo psichiatra Salvatore Merra, ospite presso la Asl di Frosinone in qualità di relatore, spiega il fattore scatenante dello stalkilg, da dove origina e quali possono essere gli aspetti psicologici da individuare per riconoscerne uno potenziale. Colui che segue furtivamente la preda. Questa la traduzione di “stalker”, termine inglese ormai molto conosciuto in Italia e che definisce un individuo insicuro, dalla personalità fragile. Secondo le statistiche è quasi sempre un uomo che non si rassegna alla fine di una relazione sentimentale e quindi innesca un meccanismo persecutorio di ricerca assillante della sua ex, le telefona continuamente, lasciando messaggi o mail e aspetta la propria preda in prossimità di luoghi frequentati nella sua quotidianità come locali, ufficio e casa. In provincia di Frosinone il fenomeno dello stalking è in netta crescita e si cerca di fronteggiarlo sotto il profilo terapeutico e della sicurezza. Sono 28 i casi denunciati solo nel 2010. Tra le vittime venti donne ed otto uomini. “La segnalazione alle forze dell’ordine e la relativa denuncia è un passo fondamentale per non rischiare che ci sia una degenerazione del reato”, cosi come afferma il questore Giuseppe De Matteis. Lo stalking è stato introdotto nell’ordinamento giudiziario come reato, spesso purtroppo è l’anticamera dell’omicidio. “l’aspetto ossessivo compulsivo dell’atto persecutorio può sfociare in comportamento antisociale e non si esclude la degenerazione estrema dello stalking in omicidio. Motivo per il quale è necessario parlare del fenomeno, denunciarlo e supportare vittima e stalker. Quest’ultimo è a sua volta, vittima e carnefice, si tratta di una persona affetta da gravi disturbi affettivi e vive la separazione dall’oggetto d’amore come un evento luttuoso. L’assenza pesa come un vuoto e nelle persone fragili si innesca un meccanismo di ansia e panico tali da indurre alla persecuzione nei riguardi del proprio oggetto d’amore”.

Tamara Graziani

16 febbraio 2011 0

Cade dal balcone mentre monta una tenda, muore un 76enne

Di redazione

Erano circa le ore 16.00, quando Massimo Croce 76 anni, titolare di una ditta di Atri (Te) per cause in corso di accertamento, è caduto dal primo piano di un’abitazione in Borgo Santa Maria. L’uomo stava montando una tenda sul balcone quando all’improvviso è caduto. Subito le condizioni sono apparse critiche, tanto che il personale del 118 poco dopo ne ha constatato la morte, a causa del politrauma, dopo una disperata corsa presso l’Ospedale Civile di Teramo. Sull’episodio indagano i Carabinieri della Stazione di Pineto e quelli della medicina del lavoro della ASL di Teramo, coordinati dalla Procura della Repubblica di Teramo che ha disposto l’esame autoptico della salma.

16 febbraio 2011 0

Obiettivo montagna per il decimo appuntamento di Convivium

Di redazione

Il numero dieci simboleggia da sempre la perfezione. Sicuramente anche gli amici dell’associazione “Convivium” riusciranno a creare un’atmosfera perfetta durante il loro decimo incontro in programma sabato 26 febbraio, all’Hotel “Best Western Fiuggi Terme” divenuto ormai sede storica di questo graditissimo appuntamento culturale. “Obiettivo montagna, il sogno” questo il titolo della serata. Alture sconfinate e paesaggi mozzafiato saranno i protagonisti. Ad accompagnarci in questo suggestivo viaggio, sarà il Dott. Vittorio Misiti da sempre appassionato di montagna e di tutti gli sport invernali, ha partecipato nel 2001 alla spedizione “Appennino 8000” che aveva come obiettivo la cima del Gasherbrum II (8035 m/sm) nella catena himalayana del Karakorum in Pakistan; ha raggiunto la vetta del Monte Rosa e del Gran Paradiso nonché svariati tremila sulle alpi; attualmente ha quasi terminato la “col…lezione” di tutte le cime degli Appennini di quota superiore ai 2000 metri avendone raggiunte 150 su 240; alpinista per passione, dunque, profondamente innamorato della natura, costantemente alla ricerca di quelle emozioni che solo i grandi silenzi e gli immensi orizzonti sanno dare. Il Dott. Misiti si avvarrà di un altro grande contributo, quello di Daniele Nardi, il più famoso alpinista del centro Italia. Tutti e due condurranno i tanti convivianti attesi, alla scoperta dei tanti segreti della montagna, proponendo una vasta serie di fotografie e filmati che illustreranno nei minimi dettagli le loro grandi avventure. Naturalmente come sempre, ad allietare il tutto, ci sarà l’impareggiabile cucina del “Fiuggi Terme” che renderà la serata ancora più… “gustosa”.

16 febbraio 2011 0

Maria Rosaria Di Bartolomeo, dal Questore una medaglia di commiato ai familiari

Di redazione

Venerdì alle 11, presso la Chiesa di San Bartolomeo a Cassino, avrà luogo una messa in ricordo dell’Agente della Polizia di Stato Maria Rosaria Di Bartolomeo, tragicamente scomparsa il 7 dicembre 2005 a Roma, a seguito dell’investimento da parte di un carrellino che transitava lungo una banchina della Stazione Termini. Nell’occasione verrà consegnata ai familiari dal Questore di Frosinone una medaglia di commiato alla presenza delle autorità civili e militari della città martire e dei numerosi colleghi provenienti da Cassino e da Bologna, ultima sede di lavoro della compianta collega. La santa messa sarà offciata dal Cappellano Militare della Polizia di Stato Don Giuseppe Said.