Giorno: 17 febbraio 2011

17 febbraio 2011 5

Cinque sospensioni in terza media, i genitori ricorrono alla Procura

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cinque ragazzi sospesi alla scuola media Conte Diamare di Cassino ha fatto scattare una denuncia alla procura della Repubblica di Cassino e una segnalazione al Ministro della Pubblica Istruzione da parte di alcuni dei genitori dei ragazzi puniti. I genitori sostengono la tesi secondo la quale la scuola avrebbe adoperato eccessiva severità e, per questo, addirittura, si è arrivati ad interessare la Procura della Repubblica.

17 febbraio 2011 0

Discarica abusiva di rifiuti speciali, ancora un sequestro

Di admin

In località Ponte Nuovo di Sant’Elia Fiumerapido, i carabinieri della stazione hanno individuato un’area dalla quale affioravano rifiuti speciali pericolosi e non (carcasse di frigoriferi e parti elettriche degli stessi, cavi elettrici e materiale di risulta). Sono in corso accertamenti per addivenire all’identificazione dei responsabili. Per le attività di bonifica e ripristino dello stato dei luoghi, sono stati informati gli organi competenti, in particolare l’Arpa, l’Asl, il Servizio di Protezione Ambientale della Provincia e il comune di Sant’Elia Fiumerapido.

17 febbraio 2011 0

Controllo del territorio, dei “sospetti” allontanati con foglio di via

Di admin

A Casacalenda (Cb) i Carabinieri della Stazione durante un servizio notturno hanno fermato e controllato 6 persone che si aggiravano in quel centro abitato. Portati in caserma ed eseguiti gli accertamenti presso la Banca Dati delle Forze di Polizia, i sei sono risultati essere tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio, residenti nella città di Foggia; si tratta di B.V., 17enne, P.V., 22enne, P.E., 29enne, C.A., 56enne, P.F., 17enne e M.E., 23enne. E’ scattata quindi nei confronti di tutti la proposta della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio; solo nei confronti dell’ultimo, trovato in possesso di un coltello, si è proceduto alla denuncia per porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere.

17 febbraio 2011 0

Ditte di autotrasporti non versano l’Inps, denunciati due imprenditori

Di admin

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Campobasso hanno ispezionato due ditte di autotrasporti, una corrente in Guglionesi e l’altra in Pietracatella, denunciando i relativi responsabili per aver omesso di versare all’INPS le ritenute previdenziali ed assistenziali che venivano trattenute sulle retribuzioni dei dipendenti, per un importo totale di oltre 15000 euro.

17 febbraio 2011 0

La commissione provinciale alla Sanità e ai Servizi Sociali visita l’ospedale Fabrizio Spaziani

Di admin

E’ prevista per lunedì 21 febbraio alle 16 la visita organizzata dalla Commissione alla Sanità e ai Servizi Sociali della Provincia di Frosinone presso il nuovo presidio ospedaliero “Fabrizio Spaziani” del capoluogo.

L’iniziativa consentirà ai componenti della Commissione presieduta dal Consigliere Mario Giannandrea, di verificare in primis la sussistenza dei requisiti necessari alla creazione del DEA di II livello. La Commissione di cui fanno parte i Consiglieri Maria Teresa Graziani, Antonio Salvati, Vittorio Di Carlo, Antonio Torriero, Fabio Forte e Vincenzo Quadrini, intende infatti farsi portavoce per l’attivazione della struttura presso i vertici della Regione Lazio, grazie anche alla sinergia tra l’Amministrazione Provinciale guidata dal Presidente Antonello Iannarilli e la Asl di Frosinone.

Nel corso della visita concordata con il Commissario Straordinario della Asl Carlo Mirabella, sarà possibile peraltro verificare lo stato del nuovo ospedale del capoluogo e la dotazione dei moderni macchinari sanitari del nosocomio.

17 febbraio 2011 0

La Destra, forza di popolo e forza di governo

Di admin

Da Antonio Abbate, Segretario provinciale La Destra Frosinone riceviamo e pubblichiamo: “In un quadro come quello attuale, in cui i partiti vanno perdendo il loro ruolo e la loro funzione, sempre più spesso contenitori vuoti e, ancora peggio, luoghi in cui i valori si svendono per interessi contingenti, resiste strenuamente un’eccezione. E’ il partito de ”La Destra”, che fa della identità, dei principi e della coerenza i valori concretamente applicati nella quotidiana azione di governo nelle amministrazioni in cui i propri esponenti sono chiamati a dare il loro contributo. Adesso, dopo l’annuncio del presidente Berlusconi dell’ingresso di un nostro rappresentante, Nello Musumeci, nell’incarico di sottosegretario, anche nel governo del paese. “La Destra”, la vera destra, quella sociale che, così come approvato nell’ultimo documento del Comitato Centrale, tenutosi a Milano il 4 u.s., pone alla base della propria azione politica l’idea del bene comune, della realizzazione di una comunità legata da vincoli di società e di spirito, fondata sulla solidarietà e sull’etica, invece che una mera associazione di persone con interessi individuali. Uno spirito di comunità che si realizza coltivando i valori della tradizione, della giustizia sociale, della legalità, della cultura, del lavoro e della partecipazione e che si condensa nell’idea di Nazione, come sintesi delle diverse specificità della nostra penisola. Proprio per porre l’attenzione su questo modo di intendere la politica, un modello virtuoso di governo, il prossimo 25 febbraio, alle ore 18, presso l’Hotel Cesari di Frosinone, “La Destra” della provincia di Frosinone ha organizzato il convegno: “La Destra, forza di popolo, forza di governo”. Saranno presenti il Segretario nazionale del partito, Onorevole Francesco Storace, l’Assessore alle Politiche per la Casa della Regione Lazio, Teodoro Buontempo e Antonio Abbate, Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone. Introdurrà i lavori il Commissario cittadino di Frosinone, Filiberto Abbate. Nel corso dell’incontro si farà il punto, oltre che sul delicato momento politico nazionale, sulle iniziative portate avanti dal partito nei governi della Regione Lazio e della Provincia di Frosinone. In particolare, le politiche sociali quali il tema della casa per i meno abbienti, attraverso il provvedimento del mutuo sociale per il riscatto degli alloggi di edilizia popolare. E le politiche culturali messe in atto nella provincia di Frosinone, volte alla riscoperta del patrimonio artistico locale ed alla crescita del territorio. Contemporaneamente, si lancerà la volata per le prossime elezioni amministrative di primavera, in cui molte città e paesi rinnoveranno i consigli comunali. “La Destra” sarà presente e costituirà la forza decisiva per la vittoria all’interno dello scacchiere delle alleanze del centrodestra, non disdegnando, in alcuni casi e in alcune realtà, di guidare in prima persona la stessa coalizione. Pronti, naturalmente, anche nel caso di elezioni politiche nazionali, per riportare la Destra autentica in Parlamento. Con il nostro partito e con suoi valori, vince la politica, la politica con la P maiuscola, intesa come perseguimento e raggiungimento del bene e dell’interesse collettivo”.

17 febbraio 2011 0

Reperti archeologici: il Sindaco Stante risponde al Consigliere Petragnani

Di admin

Il bravo Consigliere Petragnani può essere paragonato al pur bravo calciatore Nicolai del Cagliari degli anni ’60 noto per i suoi autogoal che realizzava. Anche questa volta il Consigliere millanta dei finanziamenti dell’amministrazione passata relativi agli scavi archeologici di cui ad oggi non vi è alcuna traccia, a differenza, invece, dei debiti reclamati dallo studio tecnico D’Ercole di Pescara e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici per l’Abruzzo che ha effettuato gli scavi a San Giovanni in Venere per tramite del Direttore e Coordinatore dott. Andrea Staffa Soprintendente per i Beni Archeologici per l’Abruzzo, i quali sono stati onorati dall’Amministrazione Stante subito dopo il suo insediamento. Per quanto riguarda “lo scippo dei preziosi cimeli”, forse, il Consigliere di minoranza non è al corrente dei numerosi incontri e sopralluoghi (testimone anche sua Eccellenza il Prefetto Vincenzo Greco) con la Soprintendenza per i Beni Archeologici per l’Abruzzo a cui era stata offerta l’ubicazione del polo museale nei locali al di sotto del Portale della Luna che tuttavia ha declinato l’offerta unitamente all’ulteriore ipotesi di localizzare il museo al Palazzo dell’ex Genio civile in Piazza Fantini. Il Sindaco inoltre afferma – “Non sono stato invitato all’inaugurazione del Polo museale di Lanciano pertanto ringrazio il Consigliere Petragnani che mi ha dato l’opportunità di chiarire ed esplicitare gli accadimenti e mi pare si proponga come un dilettante allo sbaraglio insinuando fatti che contrastano con la realtà vera degli eventi”.

17 febbraio 2011 0

Proseguono i servizi antiprostituzione nel capoluogo: denunciate due cittadine rumene

Di admin

Continuano, ormai quotidianamente, servizi mirati di controllo del territorio per debellare la presenza di meretrici sulle strade della città.

I poliziotti delle pattuglie Volanti hanno identificato, in pieno giorno e nei pressi di un noto centro commerciale, due giovani cittadine rumene che, in abiti succinti, erano intente ad adescare clienti in transito, provocando anche notevoli disagi alla circolazione stradale.

Dai controlli sulla loro identità è emerso che le stesse erano inottemperanti al rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Frosinone.

Le due donne sono state quindi denunciate a piede libero.

Prosegue senza sosta anche l’attività degli investigatori per risalire alle organizzazioni criminali che sfruttano giovani donne, in particolare ragazze provenienti dall’Est e, ormai sempre più spesso, dal continente asiatico, fatte venire nel nostre Paese con la falsa promessa di un lavoro e di una vita migliore.

17 febbraio 2011 0

Acquistano stabilimento industriale con false fatture, scoperte e denunciate dai finanzieri 5 persone

Di admin

Nell’ambito delle ispezioni condotte dalla Guardia di Finanza di Cassino disposte dal Comando Provinciale di Frosinone, volte a tutelare l’economia locale da fenomeni di evasione fiscale e di frodi finanziarie, particolare attenzione viene posta alle imprese provenienti dalle aree geografiche dell’Italia Meridionale ad alta densità criminale.

Stavolta, invece, la truffa tributaria è stata posta in essere da una società con sede nella raffinatissima Milano, nel quartiere adiacente la prestigiosa Fiera Campionaria.

La presenza nel Pontecorvese di una società originaria della capitale finanziaria d’Italia, ha insospettito le Fiamme Gialle, che si sono chieste quali interessi economici avesse la stessa in Provincia di Frosinone.

Dai primi riscontri è emerso che l’impresa operava in campo immobiliare, ed era arrivata a Pontecorvo per rilevare un immobile adibito a stabilimento industriale.

Dall’esame della transazione, tuttavia, si è accertato che la società lombarda, in stretta cooperazione con altre imprese consorelle, aveva architettato una articolata frode finalizzata ad appropriarsi dell’immobile a scapito di una società già operante nel settore dei trasporti, in via di fallimento.

Appropriandosi dello stabilimento industriale, la società ha sottratto lo stesso immobile al patrimonio che sarebbe stato devoluto ai creditori del fallimento.

Inoltre, per appropriarsi dell’immobile, la società lombarda ha allestito una finta transazione di compravendita, simulando che la stessa sia avvenuta attraverso l’emissione di fatture che non sono state mai pagate, perché fittizie ed emesse da società compiacenti facenti capo tutte alle stesse persone.

L’importo delle fatture false, pari a circa quattro milioni di euro, è stato recuperato a tassazione dagli ispettori della Guardia di Finanza: tre milioni e trecentomila euro circa quale base imponibile ai fini delle imposte dirette, e seicentocinquantamila euro circa quale imposta sul valore aggiunto non versata.

Le cinque persone responsabili della società di capitali, quattro originarie dell’Italia Settentrionale ed una del Pontecorvese, sono state segnalate all’Autorità Giudiziaria per i reati di frode fiscale e bancarotta fraudolenta.

L’attività di polizia tributaria e giudiziaria è maturata grazie allo stretto monitoraggio effettuato dalle Fiamme Gialle sull’economia locale, finalizzata a vigilare sugli operatori commerciali anomali e sulle infiltrazioni criminali di ogni tipo.

17 febbraio 2011 0

Raccolta differenziata, a Villa Santa Lucia si ricicla il 76%

Di redazione

“E’ assolutamente positivo ed incoraggiante il primo dato ufficiale della raccolta differenziata a Villa Santa Lucia, a poco più di un mese dall’avvio del servizio, i cittadini hanno separato e riciclato il 76 per cento di materie prime secondarie, che altrimenti sarebbero finiti in discarica. Un dato che va ben oltre il limite imposto dalla normativa vigente sulle percentuali di raccolta differenziata da raggiungere entro il 2012”: a darne notizia è il presidente dell’Unione Cinquecittà Sergio Staci, al termine di una riunione con i tecnici e i consulenti dell’ente sovra comunale, indetta per analizzare i dati relativi alla raccolta porta a porta avviata il 28 dicembre 2010 presso i residenti e le attività commerciali presenti sull’area urbana e ed extraurbana di Villa Santa Lucia. “Si tratta di un risultato eccellente raggiunto grazie agli abitanti di Villa Santa Lucia che premia tutti coloro che credono nella salvaguardia dell’ambiente, e credo che di poter dire che oggi nel nostro comprensorio abbiamo compiuto un grosso passo di civiltà. Il mio ringraziamento va ai cittadini, agli operatori che quotidianamente svolgono il servizio facendo anche opera di sensibilizzazione presso gli utenti del servizio, ed in maniera particolare agli uffici dell’Unione Cinquecittà per il lavoro di preparazione ed organizzazione del servizio. Il dato del 76 per cento di raccolta differenziata – ha aggiunto Sergio Staci – conferma che abbiamo fatto un buon lavoro, sia in fase di preparazione delle strutture che in termini di organizzazione del servizio secondo il l’ottimo piano operativo redatto dall’architetto Di Palma. Va però ulteriormente sottolineato il ruolo fondamentale che hanno i cittadini, ed in questo caso quelli di Villa Santa Lucia, perché senza la loro collaborazione non si può raggiungere alcun risultato”. Poi il presidente Staci si rivolge a quanti gestiscono la cosa pubblica nell’area circostante, ed ovviamente ai Sindaci degli altri tre comuni aderenti all’Unione Cinquecittà: “Il risultato raggiunto dimostra che siamo in grado non solo di realizzare il servizio, ma anche di poter raggiungere con successo l’obiettivo. Il Sindaco di Villa Santa Lucia ha fatto da pioniere nel decidere per primo di avviare il servizio, e lo stanno ora seguendo anche i colleghi che siedono intorno al tavolo dell’Unione Cinquecittà. Ma – suggerisce Staci – la struttura che abbiamo allestito è in grado di servire anche altri comuni che non devono necessariamente far parte del sodalizio sovracomunale, e siccome la pratica della raccolta differenziata è divenuta un obbligo per le Amministrazioni pubbliche, non solo una scelta dettata dalla coscienza ecologista, inviterei a considerare l’opportunità rappresentata dalla nostra realtà che potrebbe fornire ai Comuni il servizio evitando di dover trovare risorse ed accollarsi i costi dell’organizzazione e di realizzazione di eventuali impianti ed isole ecologiche ”. Entusiasta del risultato raggiunto anche il sindaco di Villa Santa Lucia Antonio Iannarelli che sul servizio di raccolta differenziata dell’Unione Cinquecittà ha voluto scommettere per primo, fiducioso nella risposta che avrebbe ottenuto dai suoi cittadini: “Il loro ruolo è fondamentale, ma li ringrazio tutti anche a nome dell’amministrazione comunale, perché il 76 per cento che abbiamo raggiunto è soprattutto merito degli abitanti di Villa Santa Lucia e dei lavoratori delle attività commerciali. Hanno accolto con favore la novità, e l’hanno presa a cuore partecipando con dovizia al programma messo a punto dall’Unione Cinquecittà. Ringrazio il Presidente Sergio Staci e tutti coloro che hanno lavorato all’organizzazione del servizio, e che oggi lo portano avanti cercando di non trascurare le esigenze e le richieste di ogni singolo cittadino”. Un dato, quello diffuso oggi dall’Unione Cinquecittà, che darà un ulteriore impulso alle trattative già in corso tra il Presidente Staci e gli amministratori comunali dei comuni vicini, che hanno mostrato interesse nei confronti dell’attuazione del servizio, vedi il Comune di Colle San Magno di cui si è data notizia nelle settimane scorse.