Giorno: 21 febbraio 2011

21 febbraio 2011 0

Commercio, Buffardi: “Cassino ha bisogno di grattacieli”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Sarebbe stato intelligente far crescere Cassino in altezza con alcuni grattacieli”. A dirlo e Florindo Buffardi presidente di Confcommercio che risponde così alle problematiche relative agli affitti stellari che si pagano per locali in centro a Cassino. “Tutti vogliono aprire una attività commerciale in Corso della Repubblica o in viale Dante, ma la città deve svilupparsi anche nelle altre zone”. Aprire un negozio, però, è un grosso investimento e aprirlo in un’area non sufficientemente trafficata, significa rischiare molto. Per questo la richiesta di locali in centro è altissima. “Un’alternativa potrebbe essere adottare le stesse normative di alcune grandi città che, come Roma, permettono attività commerciali anche ai primi piani dei palazzi. Significherebbe raddoppiare il numero dei locali in centro, e per farlo basterebbe cambiare la normativa comunale che attualmente lo vieta. Inoltre, ovviamente, andrebbero adeguati i locali alle vigenti norme sulla sicurezza”. A Cassino, però, evidentemente i problemi degli spazi sono strutturali proprio per la costituzione della città delimitata a ud dalla ferrovia e a nord da Montecassino. “Il piano urbano è da criticare fortemente – aggiunge Buffardi – Se avessimo dato possibilità di aumentare gli indici di edificabilità nel centro invece che in alcune periferie, avremmo risposto alle esigenze della gente. Basti solo pensare ai servizi che, in centro ci sono, e nei nuovi quartieri vanno costruiti. Si sarebbe risparmiato di costruire vere cattedrali nel deserto come quelle in via Casilina Sud di fronte al distributore Agip; quel complesso si svilupperà con grande difficoltà. Basti pensare a San Bartolomeo e a quanto tempo ha impiegato quel quartiere per svilupparsi. Sarebbe stando intelligente pensare di far crescere Cassino in altezza con alcuni grattacieli”. Per rilanciare il commercio ognuno deve fare la sua parte: l’amministrazione deve mantenere la città bella dal punto di cista urbanistico e del decoro urbano, i commercianti, però, devono trovare nuove soluzioni di vendita. Uno è, per esempio, il progetto del centro commerciale naturale San Benedetto per il quale è stata delineata l’area e a breve partiranno forme di fidelizzazione che mettono insieme una serie di iniziative relative alle 60 attività commerciali di vari settori che hanno aderito”.

21 febbraio 2011 0

Occultarono in un terreno una santabarbara, arrestati coniugi e un complice

Di admin

Dopo meno di un anno i carabinieri sono arrivati alla conclusione di una indagine partita con l’arresto di una donna a Ferentino.

Nel suo terreno nell’aprile del 2010 era stato rinvenuto un arsenale da guerra. L’anziana donna era stata rilasciata poco dopo perché non era stata ritenuta responsabile del reato.

Per quell’arsenale nascosto sono finiti in manette all’alba di oggi tre persone. L’ Ordinanza di custodia cautelare in carcere è scattata per Plinio Rossi 43 anni e la moglie del 33 anni attualmente ai domiciliari.

Rossi, già ai domiciliari per droga, ora è in carcere e sarà interrogato Mercoledi alle 15.30 dalla dott.ssa Marzano. La moglie dovrà comparire in tribunale Venerdi alle 12. Il terzo arresto ha riguardato un loro complice. I due coniugi, intanto, assistiti dal legale di Fiducia Raffaele Maietta sono accusati di aver violato la legge sulle armi.

Hanno occultato in un terreno in via Pigna Castello, alla periferia di Ferentino, due ordigni esplosivi funzionanti, tre salciccioti di esplosivi per un totale di 4 kg, polvere da sparo per due kg ed una bomba da mortaio di 80mm funzionante ed altamente pericolosa. E ancora Fucili, mitragliette e 30 munizioni. Un arsenale il cui scopo ed utilità sono ancora da chiarire in sede di interrogatorio. Tamara Graziani

21 febbraio 2011 0

A Pofi il libro “Nel Segno di Valcento”

Di admin

Sabato 26 febbraio 2011 alle ore 16.00, presso il Museo Preistorico di Pofi in via S. Giorgio snc (Uscita autostradale A1 di Frosinone o Ceprano) nell’ambito delle iniziative culturali “Incontri con gli autori” si terrà la presentazione del libro “Nel Segno di Valcento” di Giancarlo Pavat. Oltre all’autore, interverranno come relatori il prof. Italo Biddittu, la dott.ssa Eleonora Campoli e la dott.ssa Alessandra Leo. Nell’occasione sarà possibile visitare gratuitamente il Museo Preistorico.

21 febbraio 2011 0

Piante di edera con sorpresa, nascondevano calzini “ripieni” di eroina

Di admin

Questa mattina, gli agenti del Commissariato di P.S. di Sora hanno arrestato due cittadini albanesi, un venticinquenne ed un ventenne, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Le indagini degli investigatori hanno preso il via ad agosto dello scorso hanno quando anno arrestato, per il medesimo reato, un loro connazionale.

I poliziotti, dopo una lunga attività di appostamenti e pedinamenti dei due albanesi, stamattina hanno assistito ad una scena davvero inusuale.

I due stranieri, a bordo di un’auto, si sono recati presso un casolare abbandonato, situato nel comune di Castelliri, le cui pareti erano ricoperte di edera.

Il passeggero, sceso dall’auto si è avvicinato all’abitazione ed alzata l’edera ha tirato fuori, da un vano ricavato nella parete, un calzino rigonfio.

A quel punto gli agenti sono intervenuti ed hanno bloccato i due, trovando occultato all’interno del nascondiglio anche un altro calzino.

Dentro i due singolari “contenitori” sono stati trovati in totale circa 260 grammi di eroina, contenuti in un barattolo per marmellata e divisi in circa 100 confezioni da dieci ed un grammo, pronte per essere vendute sul mercato.

La vendita avrebbe reso ai due malviventi circa 30/35 euro a grammo, per un totale di circa 9.000 euro.

Addosso al venticinquenne è stata trovata una somma di denaro pari 2.050 euro, con taglio da 100 e e 50, provento dell’attività di spaccio, e 33 euro in monete da un euro.

La perquisizione effettuata presso l’abitazione del venticinquenne ha consentito il rinvenimento di altri 12.000 euro.

Le indagini proseguono per individuare possibili complici degli arrestati e per accertare, visto il possesso di tante monete, se gli stessi siano anche gli autori di alcuni recenti furti commessi in zona ai danni di slot machine.

21 febbraio 2011 0

Sclerosi multipla, a Chieti parte una sperimentazione

Di admin

Il Centro Sclerosi Multipla dell’Ospedale di Chieti procederà il prossimo 5 marzo 2011 all’estrazione dei nominativi di persone che parteciperanno a uno studio epidemiologico sull’associazione tra l’insufficienza venosa cerebro-spinale cronica (CCSVI) e la sclerosi multipla.

La sperimentazione, promossa dalla Fondazione italiana sclerosi multipla onlus (FISM), sarà totalmente volontaria e gratuita, aperta a persone residenti o domiciliate in Abruzzo e Molise (o comunque da tempo seguite dal Centro teatino) di età compresa tra i 18 e i 55 anni, sane ovvero affette da sclerosi multipla, da altre patologie neurodegenerative infiammatorie o non infiammatorie, secondo i criteri che è possibile consultare sul sito www.aism.it, all’indirizzo http://allegati.aism.it/manager/UploadFile/2/20110118_712.pdf, oppure rivolgendosi via E-mail alla segreteria del Centro Sclerosi Multipla di Chieti (sclerosimultipla@unich.it). Sono comunque esclusi quanti soffrono di patologie cardiocircolatorie.

I cittadini interessati e in possesso dei requisiti possono segnalare il loro nominativo al Centro Sclerosi Multipla per E-mail (sclerosimultipla@unich.it) o anche via fax (0871.358523). A chi avesse già fatto richiesta il Centro suggerisce di verificare comunque l’effettiva presenza del proprio nominativo in elenco entro giovedì 3 marzo 2011. Entro giovedì 10 marzo i pazienti estratti saranno contattati per la conferma dell’inclusione nello studio. Per garantire il corretto svolgimento del sorteggio l’estrazione avverrà alla presenza dei delegati delle sezioni AISM (Associazione italiana sclerosi multipla) di Abruzzo e Molise.

Chi parteciperà alla sperimentazione eseguirà una visita neurologica nella quale sarà valutato anche lo stato di salute generale. Sarà poi eseguito un esame eco-color-doppler. Lo studio non prevede alcun prelievo di sangue né altri esami invasivi né la somministrazione di farmaci diversi dall’eventuale terapia già in corso né alcuna restrizione alle attività quotidiane dei soggetti arruolati.

L’insufficienza venosa cerebro-spinale cronica (CCSVI) descrive un’anomalia del flusso di sangue in cui il sistema venoso, a causa di malformazioni che causano un restringimento delle principali vene cerebrali, non è in grado di rimuovere efficacemente il sangue dal sistema nervoso centrale.

21 febbraio 2011 0

Una mostra fotografica e un libro per celebrare la Sila

Di admin

Mercoledì 23 febbraio prossimo, alle ore 11.00, a Cosenza, Palazzo Arnone, Salone giallo, si terrà la conferenza stampa di presentazione della mostra fotografica Sila Dono Sovrano. Interverranno: Sonia Ferrari, presidente dell’Ente Parco Nazionale della Sila; Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria; Antonio Manta, fotografo e Roberto De Gaetano, presidente del Corso di Laurea in DAMS dell’Università della Calabria. La mostra, che nasce da una felice intuizione del presidente dell’Ente Parco Nazionale della Sila, sarà ospitata a Palazzo Arnone dal 26 febbraio al 27 marzo 2011. Le opere di Antonio Manta e della sua Bottega, circa 90 scatti di Tony Atheron, Paola Binante, Francesco Granelli, Antonio Manta, Paolo Pagni e Pietro Vallone restituiscono una lettura suggestiva ma non convenzionale dell’altopiano calabrese. Un percorso di immagini, un immenso patrimonio documentale su luoghi e bellezze della Sila, vere e proprie visioni d’autore si esprimono attraverso diverse metodiche e tecniche di realizzazione che sono il risultato di uno sguardo profondo sull’antica selva brutia in grado di suscitare emozioni e spunti di riflessione su un luogo che ha incantato Antonio Manta e la sua bottega di artisti, proprio come aveva affascinato i viaggiatori del Grand Tour del ’700. La mostra è a cura di Fabio De Chirico, Sonia Ferrari e Antonio Manta. L’Ente Parco, che ha finanziato l’intero progetto, farà dono alla Soprintendenza calabrese di cinque opere fra quelle esposte, affinché entrino a far parte del patrimonio della Galleria Nazionale di Cosenza. La mostra si avvale del patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Calabria, delle Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone e di Federparchi/Europarc. In questa occasione verrà inoltre presentato il volume Sila Dono Sovrano (Polyorama Edizioni) a cura di Elena Paloscia, che raccoglie le immagini delle opere in mostra.

21 febbraio 2011 1

Trenta lepri ripopolano la riserva ad Esperia, soddisfatta Federcaccia

Di redazione

Sabato scorso, nella Zona Addestramento Cani (Zac) di Esperia, individuata a ridosso del parco Naturale dei Monti Aurunci tra il Monte Fammera e la località Vigna del Pozzo ,in un paesaggio d’altri tempi totalmente incontaminato ma allo stesso tempo facilmente raggiungibile dalla strada comunale che sale verso il castello Medievale di Roccaguglielma, sono state liberate ben 30 lepri fornite dall’ATC FR2. Positivissimo il giudizio espresso dalla Sezione Federcaccia di Esperia con sede in Piazza Roma la quale tramite il proprio presidente Margherita Paliotta esprime tutta la propria soddisfazione nei confronti di un progetto ritenuto serio e duraturo nel tempo, portato avanti dall ATC fr 2 con la collaborazione di tutti i cacciatori locali e non . “I federcacciatori racconta il Presidente Paliotta hanno preso parte all’evento portando a spalla le casse contenenti i selvatici a più di mille metri d’altitudine, un sacrificio enorme pari solamente alla passione ed alla voglia di fare dei giovani associati alla nostra federazione”. “Ringraziamo vivamente la struttura dell’Atc FR2 ed il Presidente De Giuli – si legge in una nota della Zac – sempre vicino alle problematiche inerenti al mondo della caccia e soprattutto disposto ad aiutare i cacciatori che abbiano voglia di crescere e confrontarsi nella difficile gestione dell’attività venatoria. Sosteniamo il lavoro svolto dal nostro Atc sapendo quando sia duro oggi giorno portare avanti un discorso migliorativo nell’ambiente venatorio ma siamo convinti che, con una programmazione adeguata ed individuando gruppi di cacciatori disposti a rendersi utili e collaborare, si possano raggiungere risultati soddisfacenti”.

Dal 26 Febbraio la Zac sarà fruibile agli appassionati tramite preventivo tesseramento da effettuare contattando il coordinatore designato D’Epiro Massimo al seguente numero 3484751298.

21 febbraio 2011 0

11 marzo 2011 sciopero generale con manifestazione nazionale a Roma

Di admin

Dall’Usb Frosinone riceviamo e pubblichiamo: USB, Slai Cobas e CIB Unicobas, con la condivisione e l’adesione dello Snater, raccogliendo la forte richiesta emersa nelle mobilitazioni e negli scioperi di categoria attuati negli ultimi mesi, proclamano lo sciopero generale per l’intera giornata dell’11 marzo 2011. Nella stessa giornata si svolgerà una manifestazione nazionale a Roma.   Lo sciopero è indetto: per difendere l’occupazione e il contratto nazionale e per lo sblocco dei contratti del pubblico impiego; contro la precarietà e la delocalizzazione degli impianti produttivi; contro il tentativo di imporre il modello Marchionne ed estenderlo a tutto il mondo del lavoro; per un reddito certo per tutti, per la difesa dei salari e delle pensioni pubbliche, per la tutela dei beni comuni, il diritto all’abitare ed il controllo delle tariffe; per un fisco più giusto, che faccia pagare le tasse agli evasori e riduca la pressione fiscale sui lavoratori dipendenti e sulle fasce più deboli della popolazione; per la difesa della scuola, dell’università, della ricerca pubblica, contro la riforma Gelmini e per il diritto al sapere; per la regolarizzazione generalizzata di tutti i migranti e per la rottura netta del legame tra permesso di soggiorno e contratto di lavoro; per la democrazia sui posti di lavoro ed una legge sulla rappresentanza sindacale, affinché siano i lavoratori e non le aziende a scegliere da chi farsi rappresentare; contro la realizzazione del nuovo Patto sociale tra Governo, Confindustria, Cisl, Uil e Cgil attraverso il quale si vuole favorire e rendere sempre più competitiva l’impresa peggiorando le condizioni ed il salario dei lavoratori.    Le Organizzazioni che indicono lo sciopero rivolgono un appello a tutte le organizzazioni sindacali conflittuali ed indipendenti, alle associazioni ed ai movimenti che operano nel sociale, nella scuola e nelle lotte per l’abitare, ai precari, ai migranti, ai disoccupati, ai cassaintegrati, agli studenti, ai pensionati e a tutti i lavoratori pubblici e privati a fare propria questa giornata di lotta per dare un segnale forte di opposizione e dissenso a ciò che sta venendo avanti nel paese, sia in termini economici e sociali, sia rispetto alla ormai evidente mancanza di democrazia che avvolge ogni aspetto della vita del paese.

21 febbraio 2011 0

Pacco bomba inesploso trovato vicino la redazione de Il Fatto Quotidiano

Di admin

Un pacco bomba inesploso è stato trovato vicino la redazione de Il Fatto Quotidiano a Milano, in Corso Sempione. Sembra che fosse a pochi metri dalla redazione del quotidiano e che l’esplosivo disinnescato dagli artificieri era collegato ad una bottiglia incendiaria. Le forze dell’ordine stanno indagando per risalire agli autori e al momento non ci sono rivendicazioni.

21 febbraio 2011 0

Lavoro nero, sospesa e sanzionata attività edile

Di admin

Sospensione dell’attività imprenditoriale per impiego manodopera “in nero” adottata dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro che nel corso di una ispezione congiunta con funzionari della Direzione Provinciale del Lavoro di Isernia, hanno riscontrato un lavoratore in nero presso un’attività di edilizia nel venafrano. Nei confronti del responsabile, un imprenditore edile della provincia di Caserta, sono scattate anche sanzioni amministrative per oltre 5.000 Euro.