Giorno: 22 febbraio 2011

22 febbraio 2011 0

Il cardinale Tettamanzi a Montecassino con un folto gruppo di sacerdoti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una singolare e importante visita oggi a Montecassino: S.E. il Card. Dionigi Tettamanzi, Arcivescovo di Milano, è giunto insieme ad un centinaio di giovani Sacerdoti, con cui ha sostato in abbazia come tappa di un pellegrinaggio che stanno compiendo dal 21 al 25 febbraio “in nome di San Tommaso d’Aquino” a Montecassino, Fossanova e Napoli. Nella mattina c’è stata una solenne Celebrazione eucaristica in rito ambrosiano, all’inizio della quale l’Abate Dom Pietro Vittorelli ha porto il saluto di accoglienza ricordando il forte legame di Montecassino con l’arcidiocesi di Milano attraverso il Beato Abate Ildefonso Schuster, benedettino, che divenne Arcivescovo di Milano. Una sua reliquia, infatti, era stata posta sull’altare alla venerazione del clero milanese. Nell’omelia il card. Tettamanzi ha parlato della figura straordinaria di S. Tommaso d’Aquino, che la sua famiglia avrebbe voluto Abate di Montecassino, ma che scelse invece di farsi frate domenicano e fu uomo grande di pensiero e di carità al tempo stesso, e sulle cui tracce stanno compiendo il pellegrinaggio. Nel corso della giornata gli ospiti hanno potuto visitare l’abbazia e nel pomeriggio, dopo l’Adorazione eucaristica, l’Arcivescovo con i suoi presbiteri ha celebrato i Vespri in basilica insieme alla comunità monastica, per un momento alto di preghiera comune.

22 febbraio 2011 0

Assediato in casa dalla… brasiliana, salvato dai carabinieri

Di redazione

Una donna di 41 anni, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuto all’assunzione di alcool, ha assediato la casa di un 39enne di Frosinone prendendo a calci e pugni la porta d’ingresso della casa dell’uomo. Per questo è stato necessario far intervenire i carabinieri che, dopo aver ridotto alla ragione la donna, l’hanno anche denunciata per danneggiamento e tentata violazione di domicilio.

22 febbraio 2011 0

Violenta la figliastra, 32enne in manette

Di redazione

Avrebbe avuto rapporti sessuali con la figlia di primo letto della moglie. Per questo, oggi ad Alatri, i carabinieri hanno notificato a O.D.O. 32 anni nigeriano, in carcere per altri reati, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 18 febbraio 2011 dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone. Il Magistrato, concordando pienamente con le risultanze investigative dei Carabinieri, ha ritenuto l’uomo responsabile di violenza sessuale continuata in danno di minore, con l’aggravante di aver commesso il fatto in qualità di coniuge convivente della madre. A denunciare la violenza è stata la madre della ragazzina.

22 febbraio 2011 0

Valle del Sacco, convegno sulla situazione ambiente

Di redazione

Dopo la polemica mediatica scatenata dal “finto caso Fadda” (l’agricoltore che ha dichiarato al TG1 che i suoi ovini erano morti a causa dell’inquinamento del suo terreno posto tra Artena e Colleferro) prontamente smentita dalle autorità preposte al controllo ambientale come la ASL di competenza, la XVIII Comunità Montana dei monti Lepini guidata da Loris Talone ha organizzato un incontro pubblico per fare il punto sull’attuale situazione ambientale della Valle del Sacco. L’appuntamento è per domenica 27 febbraio alle ore 10.30 a Colleferro, presso il cinema Vittorio Veneto, dove le autorità politiche della zona con il supporto di un tavolo tecnico spiegheranno nel dettaglio la situazione facendo cosi chiarezza in questo particolare momento. A moderare l’incontro sarà Massimo Cacciotti (Vice presidente della XVIII Comunità Montana) che introdurrà gli interventi del presidente Talone, del sindaco di Colleferro Mario Cacciotti, del sindaco di Paliano Maurizio Sturvi, di Carlo Tiberi (Consigliere comunale di Gavignano) oltre che degli On. Angelo Miele e Antonio Paris. Concluderà l’intervento l’On. Silvano Moffa. Il tavolo tecnico sarà composto dal Dott. Spina dell’ufficio commissariale della Valle del Sacco, dal dott. Blasetti del dipartimento di prevenzione della ASL Roma G, e dal dott. Micarelli del servizio veterinario della ASLRMG.

22 febbraio 2011 0

Meteo / Neve, pioggia e vento; al centro sud torna l’inverno

Di redazione

Una forte perturbazione, alimentata da correnti fredde provenienti dal Mare del Nord, è in arrivo sul Mediterraneo centrale, determinando un peggioramento del tempo sulle regioni centro-meridionali italiane. A ciò si unirà sempre al centro-sud una consistente intensificazione della ventilazione. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalle prime ore della giornata di domani, mercoledì 23 febbraio 2011, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità, dapprima su Sicilia e Calabria, in estensione alla Puglia. Sono previste inoltre nevicate deboli sulle regioni centro-meridionali adriatiche, con quota neve in calo fino ai 200-400 metri. Le nevicate si estenderanno anche a Basilicata e Calabria, dove saranno da deboli a localmente moderate, con quota neve in calo fino ai 400-600 metri. Dalla mattinata di domani inoltre, ci saranno venti forti dai quadranti settentrionali, su tutte le regioni centrali e meridionali con possibili mareggiate sulle coste esposte. Alla luce delle previsioni disponibili, si raccomanda la massima prudenza nella guida a quanti si trovassero in viaggio nelle zone interessate dal maltempo. In particolare si consiglia di informarsi sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire – prevedendo la necessità di dotarsi di catene o gomme da neve se comprende tratti stradali dove si prevedono nevicate e privilegiando le ore diurne per mettersi in viaggio: di notte e nelle prime ore del mattino, a causa delle temperature più basse, è maggiore la probabilità di incontrare tratti ghiacciati. Per ridurre al minimo il rischio di incidenti in caso di neve o ghiaccio si raccomanda in ogni caso di usare la massima prudenza nella guida, moderando la velocità, aumentando le distanze di sicurezza ed evitando le frenate brusche. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

22 febbraio 2011 0

Rifiuti speciali e non, terreno comunale sequestrato dai carabinieri

Di admin

In località Capitino ad Isola del Liri i carabinieri della locale Stazione, nell’ambito di servizi predisposti per infrenare il malcostume dell’abbandono incontrollato di rifiuti pericolosi, individuavano un’area per una superficie complessiva di circa 150 metri quadrati di pertinenza comunale, dove ignoti reiteratamente depositano rifiuti speciali pericolosi e non consistenti in alcune apparecchiature elettroniche, televisori, pneumatici per autoveicoli, scarti dell’edilizia derivanti dalle demolizioni, mobili e materassi in disuso, nonché altro materiale vario. La suddetta area, delimitata con apposito nastro, sarà bonificata a cura del Comune.

22 febbraio 2011 1

Alla guida sotto l’effetto del metadone, cinque giovani denunciati

Di redazione

Si mettevano al volante dopo essersi sottoposti alla terapia del metatone, il farmaco utilizzato come curativo anti-dipendenza da oppioidi. Un rischio per la circolazione stradale, secondo il Dipartimento delle Politiche Antidroga del Consiglio dei Ministri, contro il quale i carabinieri pongono un argine intensificando i controlli nei pressi dei Sert. Proprio in una circostanza simile, ieri, i militari della compagnia di Lanciano, hanno denunciato cinque persone, sequestrato 4 mezzi, ritirate 4 patenti di guida, 6 perquisizioni personali e veicolari, 15 soggetti identificati, 10 automezzi controllati, 5 contravvenzioni al Codice della strada. Nonostante i divieti, però, la frequenza di quanti si recano alla guida del proprio mezzo presso il Ser.T. è notevole, trascurando del tutto l’alto rischio di incidenti che possono essere causati, mettendo così a repentaglio l’incolumità propria e altrui, in virtù del fatto che, pur trattandosi di farmaci sostitutivi, determinano comunque effetti sul sistema nervoso centrale. Pertanto, a seguito di mirati accertamenti sanitari condotti presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Renzetti, risultando positivi all’assunzione di metadone ed essendo stati, dunque, intercettati alla guida di veicolo sotto l’influenza del suddetto stupefacente, sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica L.P., classe 83 e C.D’A., 39enne, entrambi di Lanciano, a cui è stata ritirata la patente di guida. Stessi provvedimenti – ovvero denuncia a piede libero e ritiro di patente – a cui si aggiunge anche il sequestro dei mezzi, in quanto intestati ai soggetti stessi, sono stati assunti nei confronti di B.C., 29enne nativo di Atessa e residente a Montazzoli; A.M., classe ’67, nato a Torre Annunziata e residente a Lanciano; F.I., 33enne nato in Germania e residente a Lanciano. Quest’ultimo, inoltre, è stato anche sanzionato per aver condotto l’autovettura nonostante la patente di guida sospesa.

22 febbraio 2011 0

Ultima notte… di furti per due rumeni arrestati dalla Stradale

Di redazione

“Ultima notte”, così gli uomini della polizia stradale di Lanciano e Chieti, hanno denominato l’operazione con la quale, questa mattina, hanno tratto in arresto dei rumeni N. P. Z., 32 anni e I. C. G. 25 anni, residenti rispettivamente a Conegliano Veneto(Treviso) e Lesina (Foggia) ritenuti gli autori di numerosi furti in abitazione, di auto e sale giochi, perpetrate negli ultimi mesi a Lanciano, Atessa e Orsogna. “Ultima notte”… di ruberie dato che il duo è indagato per una serie di furti che hanno creato apprensione in tutto il Frentano. Tutta l’indagine è nata dai controlli effettuati in autostrada, sulla A-14, lo scorso 13 febbraio, nei pressi di un’area di servizio di Torino di Sangro(Ch). I rumeni facevano scorribande nel nostro territorio per poi dividersi e tornare nei campi nomadi sparsi in Italia, dove restavano non più di un mese. L’operazione è scaturita a seguito di severi controlli in autostrada culminata poi con la fuga dei due, dopo aver cercato di speronare una nostra pattuglia, che avevano poi abbandonato l’auto lasciandovi dentro 4 mila euro, provento di un furto appena compiuto in un ristorante di Fossacesia. Attraverso un lungo lavoro di intelligence degli uomini della pg di Lanciano i rumeni sono stati identificati ed arrestati.

22 febbraio 2011 0

“Bionde” dall’Ungheria, contrabbandieri di sigarette in manette sull’A1

Di redazione

Gli interni dell’abitacolo diversi dall’originale hanno tradito due contrabbandieri di sigarette arrestati questa notte dalla polizia stradale del distaccamento di Cassino a San Vittore del Lazio. Erano da poco passate le 3.30 quando gli agenti, alle irette dipendenze del sostituto commissario Italo Acciaioli, hanno notato una renault Espace che dirigeva verso sud. L’occhio esperto degli uomini in divisa ha fatto scattare loro il campanello della curiosità, per questo hanno fermato la macchina intenzionati a controllarla. A bordo c’erano due fratelli di nazionalità ungherese: I. K. e A. K. entrambi residenti in Ungheria. Le manette sono scattate, tra alcune buste di generi alimentari, gli agenti hanno notato che il vano portabagagli era stato modificato in quanto gli allestimenti interni erano differenti, inoltre il vicolo non era dotato di ruota di scorta. Il fatto, inoltre, che i due erano entrati in autostrada dal casello di Venezia Mestre, ha creato ulteriori sospetti. Sono quindi stati trovati alcuni doppifondi in cui i due avevano nascosto 195 stecche e sette pacchetti di sigarette di produzione straniera di marca Chesterfield, per un totale di 1957 pacchetti corrispondenti a 39.140 sigarette per un peso complessivo di Kg. 39,140. Al termine delle incombenze di rito i due venivano associati alla Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’A.G. [nggallery id=240]

22 febbraio 2011 0

Ladri di ferro arrestati dai carabinieri

Di admin

Erano circa le 12.00 di ieri quando i Carabinieri della Stazione di Bisenti agli ordini del Maresciallo Di Felice, hanno tratto in arresto due cittadini rumeni resisi responsabili di furto aggravato in concorso. I due si erano introdotti all’interno di un cortile di una villetta di montagna ed approfittando dell’assenza della proprietaria avevano asportato 73 pali tubolari in ferro, 395 staffe in ferro ed un cancello. I due ladri però sono stati traditi dalla celerità con la quale un residente del luogo ha avvisato i Carabinieri della locale Stazione, informandoli che i due ladri erano fuggiti a bordo di un furgone Fiat Iveco. I militari hanno iniziato le ricerche e dopo alcuni minuti hanno intercettato il furgone. Gli occupanti hanno cercato di scappare, ma il mezzo è rimasto impantanato in una strada sterrata, dove i militari li hanno tratti in arresto. La refurtiva del valore di circa 5.000 euro è stata interamente recuperata e restituita alla legittima proprietaria, che ha ringraziato gli uomini dell’Arma, mentre l’autocarro è stato sottoposto a sequestro. COCIU Cristian e BAIARAM Marian, di anni 22 e 27, residenti il primo in provincia di Chieti ed il secondo a Napoli, sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Giulianova e nella mattinata odierna saranno sottoposti a rito direttissimo dinanzi al Giudice del Tribunale di Teramo. Sono in corso indagini finalizzate ad accertare l’eventuale loro responsabilità in altri furti commessi in provincia di Teramo con lo stesso modus operandi.