Amico Web over 60, via al progetto di informatizzazione per adulti

1 febbraio 2011 0 Di redazione

Sarà presentato ufficialmente venerdì 4 febbraio alle 11:30, presso il salone di rappresentanza dell’amministrazione provinciale di Frosinone, il progetto “Amico web over 60”, realizzato dalla scuola di informatica Steluted in collaborazione con la Presidenza della Provincia di Frosinone, e sponsorizzato dalla Banca Popolare del Frusinate. “Il computer” ha affermato Giuliana Notarnicola, rappresentante legale della scuola “è ormai uno strumento che facilita la vita, anche grazie al crescente accesso a numerosi servizi in rete. Purtroppo, però, sono proprio coloro che avrebbero maggiore bisogno di questi strumenti a non essere in grado, nella maggioranza dei casi, di usare il computer. Il progetto ha la finalità di colmare questa lacuna, portando gli over 60 all’utilizzo di tecnologie innovative con metodi di insegnamento appropriati. L’esperienza vissuta con i cittadini che frequentano i centri sociali anziani di Frosinone, ha inoltre suggerito la necessità e l’esigenza di realizzare un manuale di autoapprendimento diverso dai testi di informatica tradizionalmente conosciuti, un prodotto semplificato che realizzi un percorso formativo in grado di guidare con chiarezza verso l’obiettivo. In questo modo l’uso del computer e di internet sarà un target facilmente raggiungibile e consentirà all’anziano di acquisire una maggiore autonomia, di conoscere ed utilizzare nuovi strumenti di relazione, nonché servizi che possono facilitare la vita di tutti i giorni, come le attività di home banking”. “Ritengo sia ormai indispensabile avvicinare i non più giovanissimi alle nuove tecnologie informatiche,” ha dichiarato in merito l’on. Antonello Iannarilli, Presidente dell’amministrazione provinciale di Frosinone “ed è per questo che sono un convinto sostenitore del progetto “Amico web over 60”. Attraverso una metodologia didattica mirata, infatti, i cittadini che parteciperanno all’iniziativa potranno acquisire conoscenze adeguate non soltanto per interagire con gli altri attraverso la rete, ma anche per adempiere a piccole e grandi incombenze della vita quotidiana che, in maniera sempre più ampia, possono ormai essere sbrigate in via informatica, evitando in molti casi file estenuanti e pagamenti in contanti. Per questo, non posso che auspicare una piena riuscita del progetto, ed un ampio coinvolgimento dei cittadini di questo territorio”.