Controlli ai cantieri edili dell’università, tre lavoratori a nero (violenti)

10 febbraio 2011 0 Di redazione

I controlli ai cantieri edili, in corso nella cittadella universitaria nella zona La Folcara di Cassino ha permesso di individuare alcuni lavoratori in nero. Il timore che spinge le forze dell’ordine a controlli di questo genere è sempre lo stesso: la camorra. Il pericolo è che le infiltrazioni malavitose, dalla Campania, possano arrivare a contaminare anche il tessuto economico della città Martire. Questa mattina, gli agenti del commissariato dio polizia insieme al personale Inps, Inail e Ispettorato del Lavoro, ha eseguito attività di controllo del territorio con particolare riferimento ai cantieri edili. È stato oggetto di verifica il cantiere edile sito a la Folcara dove si stanno eseguendo opere di urbanizzazione relative alla costruzione degli stabili delle facoltà di Lingue e Lettere dell’Università degli Studi di Cassino. Particolare attenzione è stata rivolta ad una ditta con sede in Casale di Principe (Ce).
Nell’occasione sono state identificate 27 persone di cui 3 sono risultate essere lavoratori in nero. In un caso, uno degli operai non in regola, un polacco di 32 anni residente a Casal di Principe (CE), che si era nascosto all’interno di uno sgabuzzino per eludere il controllo, è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.
Altre posizioni dei lavoratori sono al vaglio dei competenti organi che hanno concorso nei servizi e gli esiti verranno comunicati ad attività concluse.