Il cardinale Tettamanzi a Montecassino con un folto gruppo di sacerdoti

22 febbraio 2011 0 Di redazione

Una singolare e importante visita oggi a Montecassino: S.E. il Card. Dionigi Tettamanzi, Arcivescovo di Milano, è giunto insieme ad un centinaio di giovani Sacerdoti, con cui ha sostato in abbazia come tappa di un pellegrinaggio che stanno compiendo dal 21 al 25 febbraio “in nome di San Tommaso d’Aquino” a Montecassino, Fossanova e Napoli. Nella mattina c’è stata una solenne Celebrazione eucaristica in rito ambrosiano, all’inizio della quale l’Abate Dom Pietro Vittorelli ha porto il saluto di accoglienza ricordando il forte legame di Montecassino con l’arcidiocesi di Milano attraverso il Beato Abate Ildefonso Schuster, benedettino, che divenne Arcivescovo di Milano. Una sua reliquia, infatti, era stata posta sull’altare alla venerazione del clero milanese. Nell’omelia il card. Tettamanzi ha parlato della figura straordinaria di S. Tommaso d’Aquino, che la sua famiglia avrebbe voluto Abate di Montecassino, ma che scelse invece di farsi frate domenicano e fu uomo grande di pensiero e di carità al tempo stesso, e sulle cui tracce stanno compiendo il pellegrinaggio.
Nel corso della giornata gli ospiti hanno potuto visitare l’abbazia e nel pomeriggio, dopo l’Adorazione eucaristica, l’Arcivescovo con i suoi presbiteri ha celebrato i Vespri in basilica insieme alla comunità monastica, per un momento alto di preghiera comune.