Marrazzo e i trans su Libero, Montino (Pd): “Un attacco giornalistico che è una schifezza

1 febbraio 2011 0 Di redazione

La notizia apparsa oggi sul quotidiano Libero secondo la quale l’ex presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo sarrebbe stato fermato da una pattuglia dei carabinieri mentre si accompagnava da un trans, è stato etichettato come un attacco vergognoso dall’ex assessore Montino.
“Libero sferra un attacco vergognoso e inqualificabile all’ex presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, a cui vorrei esprimere tutta la mia solidarietà. Lo fa nella maniera più vigliacca, in totale spregio delle più elementari regole di deontologia professionale, riportando in prima pagina la notizia di un cittadino fermato dalle forze dell’ordine che non ha compiuto alcuna irregolarità penale o amministrativa. Il quotidiano di Belpietro confeziona una vera e propria schifezza colpendo un uomo con illazioni e non notizie e senza che abbia commesso alcun reato. Vorrei ricordare agli smemorati che scrivono su Libero che, per la Corte di Cassazione, Marrazzo è stato vittima nel 2009 di un’imboscata organizzata ai suoi danni senza che sia stata ravvisata nei suoi confronti alcuna responsabilità. Vittima anche dei suoi errori certo. Ma se ne è assunto tutte le responsabilità, lasciando subito il campo senza trasformare la Regione in un fortino come invece sta facendo il vegliardo che si ostina a fare il giovin signore. Il Presidente del Consiglio continua a rimanere legato alla sua poltrona e al suo incarico nonostante le ipotesi di reato di concussione e prostituzione minorile che pendono sulla sua testa. Marrazzo si è comportato da signore, Berlusconi si sta comportando da satrapo. Dagli uomini del centrosinistra e dal loro rispetto per le istituzioni e per i cittadini, i direttori di Libero avrebbero molto, ma molto da imparare. Non credo ne siano capaci”.