Muore in ospedale, autopsia a favore dei medici indagati

9 febbraio 2011 0 Di redazione

L’autopsia sul corpo di Silvana Fionda, la 56enne morta venerdì scorso in ospedale a Cassino dopo essere stata per otto ore sotto osservazione dei medici del pronto soccorso, scagionerebbe l’operato dei medici che, nel frattempo, sono finiti indagati per omicidio colposo, dalla Procura della Repubblica. L’esame autoptico svolto dal medico legale Broccoli, assistita dai periti delle parti, è stato disposto dalla procura di Cassino che indaga sul caso dopo la denuncia sporta ai carabinieri dai familiari della 56enne. Per conoscerne i risultati si dovranno attendere i canonici 60 giorni ma è trapelata la notizia secondo la quale, ad uccidere la donna sia stata una fessurazione dell’aorta, a causa della quale la 56enne sarebbe morta improvvisamente e in un modo non prevedibile. Se confermata la notizia, si alleggerirebbe la posizione dei tre medici del pronto soccorso di Cassino indagati per omicidio colposo dalla procura.