Tutto in rosa il prossimo servizio di guardia alla Presidenza della Repubblica

3 febbraio 2011 0 Di redazione

In occasione del prossimo fine settimana saranno le ragazze del 235° RAV “Piceno”, unità inquadrata nel Raggruppamento Unità Addestrative (R.U.A.) di Capua, con al vertice il Generale B. Attilio Claudio Borreca, a svolgere il prestigioso servizio di Guardia al Palazzo del Presidente della Repubblica. Sabato 05 febbraio 2011, le Volontarie del 235° RAV “PICENO” avranno ancora una volta l’onore di svolgere il servizio di Guardia d’Onore presso “La Casa degli Italiani”. Il 235° Reggimento “Piceno” è preposto alla formazione iniziale di tutte le giovani italiane che per la prima volta si affacciano alla vita militare, attraverso la partecipazione
ai concorsi per Volontari in Ferma Prefissata di un anno, ed all’aggiornamento tecnico-professionale delle Volontarie in Ferma Prefissata di quattro anni che tornano a distanza di qualche anno nella città che le tenne a battesimo quali soldati donne. Si ripeterà pertanto quanto avvenne il 23 novembre del 2007, allorquando, per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana, un reparto militare composto esclusivamente da donne ha assolto a tale solenne e prestigioso compito. Sulle note musicali della Banda dell’Aeronautica Militare le Volontarie del 4° Blocco 2010, agli ordini del Capitano Enrico PACE, faranno il loro ingresso nella residenza del Capo dello Stato, scortando fiere ed orgogliose la Bandiera di Guerra del 235° Reggimento Addestramento Volontari “PICENO”, decorata di Medaglia d’Argento al Valor Militare, conseguita nell’agosto 1917 per i fatti d’arme di Selo Korite, durante la Prima Guerra Mondiale. Tale solenne e significativo impegno giunge a suggellare il termine della prima fase di addestramento prevista dall’iter formativo di base e segue, a distanza di una sola settimana, la Cerimonia di Giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana che ha avuto luogo, in forma solenne, il 28 gennaio scorso presso la Caserma “Emidio CLEMENTI”, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe VALOTTO, del Comandante della Scuola di Applicazione e Istituto di Studi Militari dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe E. GAY, e del Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative (R.U.A.) dell’Esercito, Generale di Brigata Attilio Claudio BORRECA.
Nunzio De Pinto