Giorno: 3 marzo 2011

3 marzo 2011 0

Protezione Civile, prosegue consegna medaglie d’oro per impegno terremoto Abruzzo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, ha consegnato oggi a Roma ai rappresentanti dell’ANCI e della Società Nazionale di Salvamento la medaglia d’oro per l’impegno nell’emergenza terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, un riconoscimento sancito dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 ottobre 2010 per i corpi, gli enti e i soggetti che hanno prestato soccorso nel post sisma.

È stato il vice presidente e sindaco di Piacenza, Roberto Reggi, a ricevere il riconoscimento dell’impegno dei comuni italiani che si sono spesi, nell’ambito della Missione Abruzzo di ANCI, in favore delle popolazioni colpite dall’emergenza del sisma aquilano. L’ANCI, attraverso i Comuni che hanno aderito alla Missione, ha mobilitato complessivamente 1859 figure tecniche organizzate in 782 squadre che hanno contribuito a effettuare 52.600 verifiche dei danni, con un ritmo di 500-600 al giorno. Sono stati coinvolti 550 agenti di cui 150 Ufficiali di polizia locale che hanno svolto servizio di istituto non solo presso il Comune de L’Aquila, ma anche nei comuni colpiti dal sisma, e ha realizzato un campo per una capienza complessiva di 130 posti tenda.

Per la Società di Salvamento sono intervenuti il presidente, dott. Giuseppe Marino, e il vice presidente, l’ammiraglio Romano Grandi. L’associazione, dal 1 maggio al 30 giugno del 2009, con 25 volontari, ha gestito il campo ex Italtel 2 e ha prestato assistenza a circa 500 sfollati. Proprio in questo campo, il 22 maggio si sono celebrate le prime Cresime del post terremoto.

3 marzo 2011 0

Celebrazione nella cattedrale cattolica di Westminster

Di admin

La celebrazione odierna si è svolta nella Cattedrale cattolica di Westminster, non distante dalla Abbazia anglicana. Numerosi anche oggi i rappresentanti delle delegazioni di Cassino e Norcia, le autorità istituzionali con l’on. Anna Teresa Formisano, l’on. Abruzzese in rappresentanza della Regione Lazio che ha dato il sostegno alla manifestazione, l’assessore Ruspandini, il sindaco di Norcia Stefanelli e il Commissario Straordinario di Cassino dott.ssa Pagliuca con i gonfaloni dei due Comuni, il Rettore Attaianese, il prorettore De Vivo e il direttore amministrativo Farenti dell’Università di Cassino, i rappresentanti degli sponsor e dei partners al gran completo. Una gran folla di fedeli gremiva la cattedrale, ammirando anche oggi il Corteo Storico “Terra Sancti Benedicti”, schierato ordinatamente e scenograficamente da una parte e soprattutto la Fiaccola Benedettina, ancora protagonista della giornata: ha fatto il suo ingresso solenne con la processione di ingresso ed è rimasta posizionata vicino al gonfalone di Cassino, retta da un tedoforo del Cus Cassino affiancato da due atleti di Norcia. La Messa in onore di S. Benedetto è stata magistralmente animata dal Coro “S. Giovanni Battista Città di Cassino”, che ha eseguito canti polifonici degni del luogo e della circostanza. A presiedere la celebrazione l’Arcivescovo di Westminster S.Ecc.za Rev.ma Vincent Nichols, il quale nell’omelia ha sottolineato con forza il profondo significato della Fiaccola, che si fa oggi portatrice della luce del messaggio sempre attuale di San Benedetto, un messaggio di Pace, unitˆ e fratellanza. Significativo anche il fatto che le preghiere della celebrazione sono state fatte in latino e le letture liturgiche si sono alternate in inglese e italiano per dar modo a tutti i presenti di partecipare consapevolmente, e indicare l’universalitˆ della Chiesa cattolica. Prima del termine della Messa, la parola  andata all’Abate di Montecassino Dom Pietro Vittorelli, il successore del Santo da cui  scaturita non solo l’unitˆ di popoli ma anche quella Regola che ha generato l’evangelizzazione dell’Europa e con essa la civiltˆ e l’identitˆ stessa delle popolazioni europee. Nelle sue parole, ancora una volta pronunciate in inglese, l’Abate Vittorelli ha anche ricordato la recente visita del Santo Padre in Inghilterra e la beatificazione del card. Newman, fatta in quella circostanza. Anche in questa circostanza, al termine della celebrazione, la rappresentanza del Corteo Storico ha sfilato nella piazza della cattedrale, offrendo, per la gioia degli occhi la bellezza dei costumi, il rullo dei tamburi e la grazia vivace delle danze medievali. Dunque, una mattinata, anche questa, densa di spiritualitˆ, di amicizia e di bellezza. Questo pu˜ la Fiaccola, questo pu˜ San Benedetto. E speriamo molto altro ancora. [nggallery id=244]

3 marzo 2011 0

La delegazione di Cassino ricevuta in ambasciata d’Italia a Londra

Di admin

Nel pomeriggio del 2 marzo la delegazione di Cassino, insieme a quella di Norcia, è stata ricevuta dall’ambasciatore d’Italia a Londra S.E. Alain Giorgio Maria Economides. Nei saloni dell’ambasciata italiana sono convenuti tutti i rappresentanti delle delegazioni legate alla Fiaccola Benedettina, giunte da Cassino e da Norcia. Erano presenti, oltre Dom Pietro Vittorelli, Arciabate e Ordinario di Montecassino, e Mons.Renato Boccardo, Arcivescovo di Spoleto-Norcia, anche le autoritˆ, l’on. Mario Abbruzzese Presidente del Consiglio della Regione Lazio, l’on. Anna Teresa Formisano, il Sindaco Gian Paolo Stefanelli di Norcia e il Commissario Straordinario di Cassino dott.ssa Angela Pagliuca, personalitˆ della Regione Umbria, la Fondazione S. Benedetto, e molti rappresentanti degli sponsor e dei partners che hanno collaborato all’evento: l’Universitˆ di Cassino, con il Rettore, Confindustria, Confcommercio, Enit, Associazione Pentacromo, Cooperativa “Il Sentiero”. Impossibile elencarli tutti. Nelle sue parole di benvenuto, l’Ambasciatore Economides ha mostrato grande interesse e apprezzamento per l’iniziativa, incoraggiando a proseguire sulla strada intrapresa. Anche gli interventi successivi, dell’Abate Vittorelli, dell’on. Abbruzzese e dell’on. Formisano hanno evidenziato i significati profondi sottesi alle iniziative inerenti la Fiaccola Benedettina, con l’orgoglio di essere riusciti a portare avanti un progetto cos“ importante sul piano spirituale ma anche sociale e culturale, in armonia con la cittˆ di Norcia.

Subito prima di questo ricevimento in ambasciata, si era svolto un altro momento importante, organizzato dalle associazioni di partigiani col sostegno di Confindustria: un incontro celebrativo “Cassino 1944-2011- Peace&Riconciliation” con approfondimenti storici di James Holland, l’autore tra l’altro di L’anno terribile 1944 – 1945: la campagna d’Italia, la guerra partigiana, il dramma dei civili, la fine del fascismo, e Peter Caddick-Adams, esperto di storia militare e di sicurezza globale al Royal Military College of Science Campus della Cranfield University; con la testimonianza di Antonio Grazio Ferraro e l’intervento dell’Abate Dom Pietro Vittorelli. Un momento significativo e solenne vissuto dai veterani con piena partecipazione e consapevolezza.

3 marzo 2011 0

Cgil, il 6 maggio sciopero generale di 4 ore

Di admin

E’ stato indetto per venerdì 6 maggio 2011 lo sciopero generale della Cgil, deciso dopo il mandato del direttivo. Lo annuncia Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, all’attivo dei delegati a Modena. Una grande mobilitiazione con manifestazioni a livello territoriale e con lo stop di quattro ore per dare una scossa al governo partendo dai problemi del lavoro.

3 marzo 2011 0

Maltempo, domani ancora piogge al centro-sud e sulle isole

Di admin

La vasta circolazione depressionaria che ha colpito la penisola italiana negli ultimi giorni persiste sul Mediterraneo centro-occidentale, determinando spiccate condizioni d’instabilità sul nostro paese. Domani una perturbazione secondaria di origine africana arriverà sul Tirreno meridionale, portando temporali sulle due isole maggiori e sulle regioni centro-meridionali tirreniche.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso dunque un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi e che prevede, dalla mattinata di domani, venerdì 4 marzo, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia e Sardegna, in estensione dal pomeriggio alle regioni centromeridionali tirreniche. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

3 marzo 2011 0

All’Ospedale di Chieti un corso di formazione per neo-mamme

Di admin

Un corso di formazione e informazione consentirà alle future mamme e alle neo-mamme di chiarire i tanti dubbi che i genitori hanno in gravidanza e subito dopo la nascita del loro bambino: a organizzarlo è l’unità operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale di Chieti, diretta dal professor Giuseppe Sabatino, il quale, da domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, 4 marzo, terrà personalmente gli incontri ogni venerdì dalle ore 15 nel suo studio al XIII livello (corpo C) del Policlinico. Per informazioni e adesioni si può telefonare ai numeri 0871.358339 o 0871.357248.

A Chieti ogni anno l’unità operativa del professor Sabatino assiste neonati provenienti da tutta la regione Abruzzo, con l’obiettivo di garantire benessere, sicurezza e salute sia al bambino sia alla mamma. Un progetto, al quale partecipa il personale medico e infermieristico della Neonatologia e TIN (istituita a Chieti nel 1987), divenuto la base di un testo pubblicato recentemente con il titolo «La triade madre padre e bambino», appena tradotto in inglese, che il professor Sabatino ha deciso di far distribuire gratuitamente alle mamme di Paesi in via di sviluppo attraverso la rete della World Health Organization (l’Organizzazione mondiale della sanità, Oms).

Uno dei temi più rilevanti riguarda i bambini nati prematuri. Per loro è stata da poco presentata in Senato una Carta dei diritti, composta da dieci articoli: «In Italia, primo Paese a recepire le indicazioni dell’Onu e dell’Oms – spiega Sabatino – prima della 37/a settimana nascono ogni anno 40mila neonati, il 6,7% di tutti i nati vivi. Di questi, 5.600 hanno un peso alla nascita inferiore a 1.500 grammi. La mortalità nel primo anno di vita è pari a 3,7 ogni mille nati vivi: tra questi, il 71,2% riguarda i decessi nel primo mese. Ridurre la mortalità infantile vuol dire, dunque, ridurre la mortalità neonatale, attraverso tre livelli di prevenzione: primaria (eliminando le cause della prematurità), secondaria (riducendo i fattori di rischio della prematurità), terziaria (attraverso programmi riabilitativi)».

«Nessuno di noi ha deciso di nascere – prosegue il direttore della Neonatologia teatina -, ma la nostra vita è la conseguenza delle scelte altrui. Pertanto, ogni neonato ha diritto di essere assistito nel modo migliore possibile, ovunque egli nasca. Il luogo della nascita (il cosiddetto “punto nascita”) non deve essere una scelta politica, ma la conseguenza meditata di una mamma dopo un processo di formazione e informazione che le permetta di dire: “Vorrei partorire laddove c’è il massimo dell’assistenza per mio figlio e, se possibile, anche per me”. La scelta è quindi basata sulla conoscenza dei servizi offerti da ciascun punto nascita, dove vanno assicurati benessere, sicurezza e salute a madre e figlio. In particolare il neonato pretermine ha diritto al contatto immediato e continuo con la propria madre e con la famiglia in generale».

Il neonato deve, inoltre, poter usufruire dei benefici del latte materno (compreso quello donato dalla Banca del latte materno, attiva presso l’Ospedale di Chieti), ma soprattutto va attaccato subito al seno della mamma, in un progetto di “rooming in”.

«I genitori del neonato pretermine – conclude il professor Sabatino – devono essere informati sulle condizioni di salute del loro bambino e la mamma deve poter stare accanto al suo bambino per tutto il tempo che lo desidera. Tutti i neonati pretermine hanno diritto alla continuità delle cure post ricovero, su un programma di follow-up multidisciplinare, concordato con i genitori e coordinato ed effettuato dall’équipe che lo ha accolto e curato alla nascita per tutto il periodo della vita di cui il neonato ha bisogno».

3 marzo 2011 0

Eccellenza: Cenceglie si riprende il primato in classifica

Di redazionecassino1

Solo una settimana è durato il primato in vetta alla classifica di TopWay La Ferrara nel torneo di ‘Eccellenza’. La formazione di casa nel match contro Mignano, non va oltre il pareggio a reti inviolate, racimolando un solo punto. Ne approfitta Cenceglie Sora che supera il Moscuso per 2 a 1 e si riporta in vetta al torneo. Negli incontri più attesi, quello fra Shascia Boys (nella foto) e Rocca D’Evandro e fra Galluccio e Colfelice terminano con un pareggio e con identico risultato. E’ la gara fra Galluccio e Colfelice che trasmette ai sostenitori le maggiori soddisfazioni non tanto per il risultato, quanto per la bella prova fornita dalle due formazioni. La prima marcatura è prerogativa della formazione campana, che va a segno con Capuano. Colfelice però, risponde fra primo e secondo tempo, con una bella doppietta di Daniele Fraioli. Il pareggio per i campani arriva con Guido Cecchini. Entrambi gli incontri, infatti, finiscono 2 a 2. Ma ad essere scontente sono proprio le prime due formazioni, Rocca D’Evandro e Shascia Boys costrette dal risultato a dividersi il terzo posto in classifica. Cerreto batte il S. Giorgio per 3 a 2, mentre Longobarda Pontecorvo riesce a conquistare i tre punti, di misura 0 a 1, sul terreno di Castelnuovo. Nello scontro di centro classifica, Real Foresta la spunta su Selvacava per 2 a 0. Notevole il numero di reti segnate nella ventunesima giornata, ben diciannove.

3 marzo 2011 0

La testimonianza di Parete, sopravvisuto al lager, al comando regionale della Guardia di Finanza abruzzese

Di admin

Ermando Parete “vecchia fiamma gialla” ha fatto visita alla caserma “M.O.V.M. Tito Giorgi”- sede del Comando Regionale Abruzzo – ove è stato ricevuto dal Comandante Regionale, Generale Nunzio Antonio Ferla e dal personale presente alla sede.

Ermando Parete, allora ventenne si era arruolato nella Guardia di Finanza nel 1942. Inquadrato nell’11 Battaglione del Corpo operante sul fronte Jugoslavo, venne catturato dopo l’8 settembre 1943 e internato a Dachau un lager nei pressi di Monaco di Baviera ove rimase fino all’aprile del 1945.

Il sottufficiale, a poche settimane dalla “Giornata della memoria”, ha ripercorso la sua dolorosa vicenda umana e ricordato con commozione di aver patito il freddo, la fame, l’umiliazione di non avere più un’identità e di essere stato sottoposto a sevizie di vario genere assistendo impotente alla morte di uomini, donne, bambini.

Il Comandante Regionale ha ringraziato Ermando Parete per la sua testimonianza, che ci consente di riflettere sugli orrori del passato, ma che rappresenta nel contempo segnale di speranza sulla capacità umana di conservare nelle condizioni più disperate e nei dolori più profondi compassione per il proprio prossimo ed impegno per un futuro migliore da costruire.

3 marzo 2011 0

Beccati con l’eroina dai carabinieri, denunciati

Di admin

I carabinieri della Stazione di San Salvo hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: – S. G. 22enne, cameriere, di Vasto; – G. G., 33enne, commerciante, di San Salvo. Nella tarda serata di ieri, infatti, i carabinieri, impegnati nel controllo del territorio e della circolazione stradale, in un quartiere semi centrale di San Salvo, intercettavano un’autovettura, Daew-Matiz, con a bordo due soggetti. All’alt dei militari, l’autovettura si fermava ma, al momento del controllo i due occupanti si dimostravano oltremodo agitati. I carabinieri decidevano, quindi, di procedere ad un controllo più approfondito e sottoponevano a perquisizione personale i due giovani. All’interno della tasca dei pantaloni di G. G. veniva trovato un involucro in cellophane contenente cinque grammi circa di eroina. La perquisizione veniva estesa anche all’autovettura e, occultata sotto il sedile lato passeggeri, veniva trovato un altro involucro contenente dieci grammi circa della stessa sostanza. A questo punto i carabinieri si recavano presso le abitazioni dei due soggetti, rispettivamente a Vasto e San Salvo, nel tentativo di ritracciare altra sostanza stupefacente. Presso l’abitazione di G. G., infatti, venivano trovati cinque grammi di hashish e un bilancino di precisione. Nell’abitazione di S. G., invece, la perquisizione dava esito negativo. La sostanza stupefacente e il restante materiale, rinvenuti durante le perquisizioni, venivano sequestrati, mentre i due giovani, già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, nonché per spaccio di stupefacenti, venivano denunciati alla locale Procura della Repubblica.