Giorno: 18 marzo 2011

18 marzo 2011 0

Tir in fiamme sull’A1 tra Capua e Caianello, traffico bloccato

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Al chilometro 703 dell’autostrada del sole in direzione di Napoli tra i caselli di Capua e Caianello il traffico è bloccato a causa di una bisarca carica di autovetture che ha preso fuoco. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polizia Stradale e il personale di Autostrade.

18 marzo 2011 0

Festeggiata l’Unità rendendo omaggio ai caduti

Di redazione

L’Amministrazione Comunale della Città di Lanciano ha celebrato il “150° Anniversario dell’Unità d’Italia” con una manifestazione che ha visto, come momento solenne, l’alzabandiera e la deposizione di una corona di alloro, al monumento dei Caduti in Piazza Plebiscito. Presenti i massimi rappresentanti delle forze dell’ordine della città che hanno accompagnato il sindaco Paolini nella deposizione della corona. Presenti anche tutte le associazioni di combattenti tra cui una folta rappresentazione dell’associazione Bersaglieri. E seguito poi il Consiglio Comunale straordinario presso il Teatro Fedele Fenaroli, nell’occasione è stata effettuata la consegna di 3 pergamene alle Associazioni Culturali riconosciute di interesse comunale.

18 marzo 2011 0

Concorso “1861: nasce l’Italia”, scuole di Lanciano nelle prime tre posizioni

Di redazione

Nell’ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Lanciano per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, domani, Sabato 19 marzo alle ore 17.30, presso Palazzo degli Studi verrà inaugurata la Mostra storico-documentaria DAI GIGLI AL TRICOLORE: IL RISORGIMENTO IN ABRUZZO CITERIORE a cura dell’Archivio di Stato di Chieti. Nell’occasione verrà proiettato il video “Italia 1861-2011” realizzato da Matteo Manzoni, studente del Liceo delle Scienze Sociali “Cesare De Titta” di Lanciano, 1° Classificato al Concorso “1861: nasce l’Italia” promosso dal “Comitato Provinciale per la valorizzazione della Cultura della Repubblica nel contesto dell’unità europea”. “E’ da sottolineare l’ampia partecipazione al concorso da parte degli studenti delle scuole superiori di Lanciano che si sono aggiudicati le tre borse di studio messe in palio – ha detto l’Assessore alla Cultura del Comune di Lanciano, Manlio D’Ortona – oltre a Matteo Manzoni, infatti, sono risultati vincitori : Bocchi Angela del Liceo Linguistico “Cesare de Titta” di Lanciano (2° classificata) e Lorenzo De Sanctis dell’Istituto Professionale “Pietro De Giorgio” di Lanciano (3° classificato)”.

18 marzo 2011 0

Colpo in banca a Pontecorvo, carabinieri sulle tracce del rapinatore

Di redazione

Colpo in banca nel primo pomeriggio diu oggi a Pontecorvo. Erano da poco passate le 15 quando una sola persona si è introdotta all’interno della filiale dei Monti di Paschi di Siena in piazzale Porta Pia e ha obbligato il dipendente a consegnare il contenuto della cassa e, mcon esso, è scappato. Sulle sue tracce si sono messi fin da subito i carabinieri della compagnia di Pontecorvo al comando del capitano Pierfrancesco Di Carlo. La zona è stata citurata e si sta cercando un uomo dalla statura di circa 180 centimetri con barba incolta.

18 marzo 2011 0

Morto sull’A1, la vittima è un 50enne di Maddaloni

Di redazione

Si chiamava Antonio G., aveva 50 anni l’uomo di Maddaloni morto all’alba di questa mattina sul tratto autostradale Roma Napoli dopo il casello di Ceprano, schiantandosi con il suo furgone contro uno smottamento di terra che gli è franato davanti. Ferito anche il figlio chge era al suo fianco. Grossi disagi per chi, questa mattina era in transito sull’A1 dato che diverse ore il traffico è stato bloccato e solo nella tarda mattinata, dopo un duro lavoro di vigili del fuoco e operai dell’Autostrada, il traffico è tornato normale.

18 marzo 2011 1

Prigioniero in una rientranza del fiume, cane salvato da un poliziotto fuori dal servizio

Di redazione

Un salvataggio speciale quello compiuto dagli agenti delle Volanti chiamati a prestare soccorso ad un setter rimasto per giorni prigioniero all’interno di una piccola insenatura adiacente ad un torrente del capoluogo. Il povero cane, scivolato nel torrente ingrossato dalle incessanti piogge dei giorni scorsi, è stato trascinato dalla corrente fino a quando è riuscito a risalire l’argine e a mettersi in salvo in una piccola insenatura. La sua “ancora di salvezza”, però, si è rivelata presto anche la sua prigione poiché per poter mettersi realmente in salvo avrebbe dovuto superare delle pareti in cemento, alte quattro metri, oppure attraversare di nuovo il torrente in piena. A salvarlo da morte certa, che sarebbe sopraggiunta anche per la fame non avendo alcuna possibilità di procurasi del cibo, è stato un poliziotto che libero dal servizio faceva jogging in una strada adiacente al torrente. Sono stati i flebili lamenti del cane ad attirare l’attenzione dell’ agente che vistosi impossibilitato ad aiutarlo con le sue sole forze non ha esitato a richiedere l’ausilio dei propri colleghi. I poliziotti, arrivati sul posto con tutto il necessario per prestare soccorso all’insolita vittima, sono riusciti a portare in salvo il cane trovato impaurito e molto denutrito a causa della sua lunga permanenza in quella “prigione naturale”. Rifocillato il setter è stato restituito al suo padrone che ne aveva denunciata la scomparsa all’incirca una settimana fa; commosso per il ritrovamento ed il selvaggio del suo “fido amico”, l’uomo ha espresso tutta la sua gratitudine agli agenti che lo avevano salvato.

18 marzo 2011 0

Addio a Enzo Cannavale, uno degli ultimi interpreti della commedia napoletana

Di redazionecassino1

Addio a Enzo Cannavale, l’attore napoletano di cinema e teatro si è spento a 82 anni, ne avrebbe compiuti 83 ad aprile. Vincenzo, detto e meglio conosciuto come Enzo, è stato interprete di tanti film comici di successo degli anni ’70 e ’80, spesso in coppia con Bombolo.  Nel 1988 vinse il Nastro d’Argento al migliore attore non protagonista per 32 dicembre di Luciano De Crescenzo ed è stato tra i protagonisti del film premio Oscar di Giuseppe Tornatore Nuovo Cinema Paradiso. Ha recitato con Massimo Troisi, Luciano De Crescenzo, Vincenzo Salemme ma anche con Nanny Loy, Marco Ferreri e Lina Wertmuller e sul palcoscenico ha fatto divertire lavorando con Eduardo De Filippo e Aldo Giuffré in tante commedie di successo.

18 marzo 2011 0

Sorteggi dei quarti di finale per la Champions League: l’Inter opposto allo Schalke 04.

Di redazionecassino1

Effettuati i sorteggi per i quarti di finale  della Champions League. L’Inter sorride: dall’urna del sorteggio i nerazzurri pescano uno degli avversari meno temibili, lo Schalke 04, che affronteranno prima in casa e poi a Gelsenkirchen. Nella sua storia l’Inter ha sfidato quattro volte lo Schalke, perdendo una finale di Coppa Uefa ai rigori a San Siro ma quella attuale è una squadra tutt’altro che in salute e che sta vivendo un cambio tecnico, con l’esonero di Felix Magath e l’arrivo in panchina di Ralf Rangnick. Dall’altra parte del tabellone, invece, il Real Madrid e Barcellona: i merengues sfidano il Tottenham Hotspur mentre i catalani ospiteranno lo Skahthar Donetsk, con in prospettiva un succulento derby spagnolo in semifinale.

Ecco il quadro dei quarti di finale, in programma il 5, 6, 12 e 13 aprile.

 Real Madrid-Tottenham Hotspur (5 e 13 aprile)

Barcellona-Shakhtar Donetsk (6 e 12 aprile)

Chelsea-Manchester United (6 e 12 aprile)

Inter-Schalke 04 (5 e 13 aprile)

18 marzo 2011 0

Operaio rumeno morto a Lanciano, l’uomo lavorava a nero

Di redazione

A seguito del decesso del cittadino rumeno avvenuto il 14 marzo all’interno di un fondaco in via Corsea a Lanciano, il personale del Commissariato di Lanciano, in collaborazione con il personale del Dipartimento di Prevenzione U.O. servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro, ha effettuato accertamenti diretti a stabilire il livello di sicurezza in quel luogo di lavoro. Dalle citate attività è emerso che l’impianto elettrico non rispondeva alla normativa in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, con un evidente rischio elettrico. E’ stato inoltre evidenziato che all’interno del fondaco lavoravano due cittadini rumeni dipendenti di due diverse ditte. Pertanto i relativi datori di lavoro sono stati denunciati per “non aver preso tutte le misure necessarie- tecniche, organizzative e procedurali- affinchè i lavoratori siano salvaguardati dai rischi di natura elettrica…”. Dal sopralluogo, inoltre, sono state evidenziate alcune inadempienze in materia di sicurezza su alcuni dei materiali utilizzati (ponte su ruote)per le quali verranno applicate le relative sanzioni. Inoltre è emerso altresì che il lavoratore deceduto non era stato assunto regolarmente. Il datore di lavoro, ritenendo di non essere scoperto, provvedeva ad assumere il lavoratore lo stesso giorno 14 marzo. Ma da accertamenti esperiti dal personale del Commissariato emergeva che le relative pratiche di assunzione erano state effettuate in ore successive al decesso del rumeno. Anche per questo il datore di lavoro sarà sanzionato.

18 marzo 2011 0

Casa Ater affittata agli studenti, la polizia sequestrato l’alloggio e denuncia l’intestatario

Di redazione

un alloggio popolare Ater è stato sequestrato dalla polizia che ha provveduto a denunciare per truffa anche l’intestatario che affittava l’appartamento a studenti universitari. Si tratta di un 60enne di Cassino che viveva nell’alloggio popolare intestato alla madre defunta mentre quello intestato a suo nome, era utilizzato per gli studenti. Una situazione su cui la Squadra Informativa del Commissariato di polizia di Cassino coordinata dall’ispettore Crescenzo Pittiglio ha indagato raccogliendo elementi utili per far scattare un sequestro preventivo convalidato dal P.M. Maria Beatrice Siravo. L’appartamento è in via Monte Gagliardo ed era già stato al centro di una dura polemica quando, a febbraio, una giovane mamma lo aveva occupato abusivamente. Per giustificare il suo gesto la ragazza aveva riferito agli investigatori che si era introdotta all’interno della casa in quanto era venuta a conoscenza che la stessa era disabitata.