Giorno: 20 marzo 2011

20 marzo 2011 1

Strage di cani in Spagna, Aidaa chiede condanna al Parlamento Europeo

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Condannare la Spagna per la mancata ratifica della convenzione europea dei diritti degli animali di compagnia e per il massacro dei 30.000 cani che ogni anno vengono uccisi nelle perreras spagnole. Queste le richieste avanzate con una petizione ufficiale presentata questa sera dall’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE al Parlamento Europeo. La Spagna è una delle nazioni europee dove gli animali di affezione ed in particolare i cani non sono assolutamente tutelati, infatti ogni anno in maniera del tutto legale vengono uccisi oltre 30.000 cani (con il veleno) ospiti nei canili (perreras) spagnoli. Sono infatti gli stessi comuni spagnoli a pagare ai responsabili delle perreras un cifra fino a 80 euro per ogni cane la cui soppressione può avvenire anche dopo solo dieci giorni di presenza in canile.

Si tratta di una pratica diametralmente opposta rispetto alla convenzione Europea dei diritti degli animali di compagnia che prevede il carcere fino a 2 anni per chi uccide gli animali di affezione e fino a 15 mesi per chi maltratta i cani ed i gatti. Convenzione che la Spagna fino ad oggi si è ben guardata dal ratificare. Ora AIDAA chiede un pronunciamento ufficiale da parte del Parlamento Europeo con il quale si condanni la Spagna sia per la strage dei cani sia anche per la mancata ratifica della convenzione Europea. “Il massacro dei cani spagnoli è una vergogna per l’Europa tutta – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- occorre fermare questo ignobile massacro, la Spagna se vuole stare in Europa accetti le regole comunitarie anche quelle che non gli piacciono. Forse – conclude Croce- questi signori godono nell’ammazzare i cani, certo è che la strada da seguire non è quella del massacro ma quella della creazione di un fondo europeo per la sterilizzazione dei cani randagi presenti nei paesi dell’Unione”.

20 marzo 2011 0

L’arte nel Risorgimento e il ruolo degli artisti Ciociari

Di redazione

L’occasione della ricorrenza imminente dell’Unità d’Italia è un buon motivo per rammentare che anche i ciociari hanno giocato un loro ruolo che è più importante di quanto si possa immaginare. Non vogliamo ricordare quella truppa speciale di cosiddetti zampitti che l’amministrazione ecclesiastica romana aveva formato e che era rappresentata solamente da giovani ciociari soprattutto degli Ausoni e degli Ernici che avevano il compito di snidare i nemici, i garibaldini, che infestavano le colline e le montagne intorno a Roma. Qui si vuole rammentare invece una realtà storica che i manuali dimenticano regolarmente di citare e cioè che i ciociari nella città di Roma con la loro presenza sedimentata in molti anni di vita dalla metà del 700 affianco alla popolazione locale erano ritenuti, già a partire dagli anni ’50 del 1800, normalmente e regolarmente, i veri ed autentici abitanti di Roma. I quadri con ciociari dipinti dagli artisti a Roma portano sovente il titolo di ‘Romana’ o di ‘Pastore romano’ o di ‘Ragazza romana’ e la prova più evidente è che quando l’8 dicembre 1854 il Papa Pio IX proclamò il dogma della Immacolata, il grande quadro che doveva illustrare l’avvenimento -e che è ancora appeso nei Musei Vaticani- rigurgita di ciociari a rappresentare il popolo romano presente all’avvenimento. E quando dopo il 20 settembre i giornali italiani e stranieri commentarono l’avvenimento della liberazione, ebbene la popolazione, di nuovo, che ai loro occhi impersonava la città di Roma liberata dallo ‘straniero’, erano solo ed unicamente i ciociari. Trattasi del fenomeno della ciociarizzazione di Roma che non solo non si conosce ma, soprattutto, ripeto, non si vuole conoscere…. Quanto sopra per meglio capire un quadro importante di Gerolamo Induno realizzato a Roma in quegli anni così cruciali per la Storia d’Italia, nel bene e nel male. Questo artista milanese, assieme al fratello Domenico, è tra i grandi dell’arte italiana e allo stesso tempo, tra i grandi cantori del costume ciociaro. Molte decine sono le opere sue e del fratello che hanno come soggetto il personaggio ciociaro, capolavori inimmaginabili. Fortunato quel mecenate che si proponesse di realizzare, a gratificazione del pubblico, la esposizione di queste opere: sarebbe uno degli inni più suggestivi sia all’arte italiana e sia al costume ciociaro. E, per tornare al tema, Gerolamo Induno per far rivivere anche lui in qualche maniera quei grandi frangenti della vita italiana realizzò un piccolo capolavoro pittorico e cioè tre ragazze ciociare che confezionano una bandiera tricolore, un gioiello di quadro che quando apparve sul mercato il sottoscritto si premurò di raccomandare alle nostre autorità amministrative dell’epoca (siamo nel 1987) per farlo acquisire al patrimonio dei cittadini frusinati ma nessuno rispose all’appello, tutti presi dalla cementificazione e dall’asfaltimento del nostro povero territorio. E quindi il quadro andò ad adornare le pareti di qualche fortunato collezionista. Ho ritrovato il catalogo dove apparve l’opera e sono lieto di offrirla all’ammirazione del lettore (un catalogo della casa d’aste Finarte del dicembre 1987). Sempre di Girolamo Induno e sempre di quegli anni propongo anche la visione di un altro piccolo capolavoro che illustra la recluta (la coscrizione obbligatoria è già del 1861) che saluta la sua ciociarella (Finarte, ottobre 1989). E sempre in tema risorgimentale e sempre di Gerolmo Induno, si informa che la Galleria Naz. d’Arte Moderna di Roma proprio in questi giorni ha perfezionato l’acquisto di un’altra opera significativa dal titolo “Trasteverina uccisa da una bomba” che ricorda uno scontro tra le truppe pontificie e quelle francesi del 1850 dove, di nuovo, la ‘trasteverina’ uccisa, è in realtà, una ciociarella. Michele Santulli

20 marzo 2011 0

Montecassino in festa per l’arrivo della fiaccola Benedettina

Di redazione

Oggi, a Montecassino, è arrivata la Fiaccola benedettina accolta, davanti alla chiesa, dall’Abate Vittorelli insieme al Decano dell’abbazia di Wesrminster John Hall. A portarla era il Rettore dell’Università di Cassino Ciro Attaianese insieme ad un gruppo di atleti del Cus Cassino. Sullo scalone e nel chiostro era schierato il Corteo Storico. Momento particolarmente toccante e significativo della celebrazione è stato la consegna all’Abate Vittorelli di un quadro, una tavola in legno intagliato raffigurante la Natività, recuperato da un soldato britannico tra le macerie di Montecassino e oggi, dopo diversi passaggi torna a Montecassino, come segno di riconciliazione. Nel chiostro del Bramante, c’è stata la benedizione delle “panelle” e qualche danza di damigelle e popolane del Corteo, alla presenza dell’Abate e del Reverendo Mr. Dean John Hall. A presentare: Laura D’Onofrio ed Elena Pittiglio. In seguito, nel salone San Benedetto dell’abbazia un concerto: al pianoforte Christian Alejandro Almada, monaco benedettino argentino, al violino Jenny Bae, hanno eseguito la Sonata in Fa maggiore op. 24 (5) – “La Primavera”. Presentatore: Michele Giannì.

20 marzo 2011 0

Botte tra calciatori e dirigenti nel dopopartita, 13 denunce per rissa

Di redazione

I Carabinieri della Stazione di Montenero di Bisaccia (CB), a conclusione delle indagini relative agli incidenti verificatisi lo scorso 27 febbraio al termine dell’incontro di calcio tra la locale compagine sportiva ed il Real Isernia, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria le sottonotate persone, resesi responsabili del reato di rissa: S.G., 33enne da Montenero di Bisaccia, dirigente locale squadra calcio; P.G., 42enne da Montenero di Bisaccia, dirigente locale squadra calcio; M.G., 28 enne da Montenero di Bisaccia; M.G., 29enne da Montenero di Bisaccia; D.G.M., 28enne da Montenero di Bisaccia; A.G., 24enne da Montenero di Bisaccia; D.B.G., 17enne da Montenero di Bisaccia, giocatore locale squadra calcio; P.N., 28enne da Mugnano di Napoli (NA), giocatore squadra Real Isernia; T.V.X., 23enne da Isernia, giocatore locale squadra; V.D., 24enne da Afragola (NA), giocatore squadra Real Isernia; D.P.S.L., 29enne da Sant’Elia Fiumerapido (FR), giocatore squadra Real Isernia; G.G., 30enne da Marano di Napoli (NA), giocatore squadra Real Isernia; C.L., 26enne da Napoli, giocatore squadra Real Isernia.

20 marzo 2011 0

L’Inter batte il Lecce, ora a -2 dal Milan. Stasera il Napoli potrebbe avvicinarsi alle milanesi

Di redazionecassino1

L’Inter batte per 1-0 il Lecce a San Siro grazie ad un gol di Pazzini e riapre definitivamente il campionato, portandosi a -2 dal Milan: sempre più fondamentale, dunque, in ottica Scudetto sarà il derby in programma il 3 aprile dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali. Successo meritato per i nerazzurri, che pur non brillando hanno controllato sempre il match, passando in vantaggio ad inizio ripresa e difendendo la vittoria senza troppi problemi, grazie anche a Julio Cesar, puntuale nell’unica occasione in cui è stato chiamato in causa. Unico dato negativo per Leonardo è l’ammonizione di Lucio che era diffidato ed ha ricevuto un “giallo” per un fallo di mano volontario che gli farà saltare il derby. Passata in vantaggio, l’Inter gestisce la situazione: Leonardo inserisce progressivamente Coutinho e Kharja per Pandev e Sneijder mentre De Canio si gioca il tutto per tutto con Jeda per Giacomazzi. I nerazzurri controllano la gara con un attento possesso-palla e, quando i salentini trovano il varco all’94 con una verticalizzazione di Olivera per il destro di Bertolacci, ci pensa Julio Cesar a compiere un grande intervento e a riaprire definitivamente il campionato. Appuntamento al derby del 3 aprile. E stasera il Napoli, confidando in Cavani, contro  il Cagliari potrebbe avvicinarsi alle due milanesi.

20 marzo 2011 0

Sequestrati in pizzeria 22 chili di pesce e carne mal conservati

Di redazione

I Carabinieri del NAS di Campobasso, insieme al personale medico dell’ASREM del capoluogo, hanno ispezionato una pizzeria-ristorante in via IV Novembre, di proprietà C.R., 27enne, rinvenendo e sequestrando circa 22 chili di prodotti ittici e carnei detenuti per la somministrazione in cattivo stato di conservazione (congelamento con attrezzature non idonee e non autorizzato); il legale responsabile è stato quindi denunciato. I Carabinieri della Stazione di San Martino in Pensilis (CB) hanno denunciato per furto aggravato, lesioni colpose, guida senza patente ed omissione di soccorso D.I.G., 30enne del luogo, pregiudicato; l’uomo lo scorso 17 marzo avrebbe rubato a Portocannone una autovettura Peugeot 307, rimanendo successivamente coinvolto in un sinistro stradale pur avendo la patente sospesa. A seguito dell’incidente cagionava lesioni alla controparte; non contento di ciò, l’investitore ometteva di prestare soccorso e si allontanava abbandonando l’autovettura.

20 marzo 2011 0

Frane e smottamenti, Abbruzzese incontra i vertici della Guardia Forestale

Di redazione

Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, ha incontrato i vertici laziali del Corpo Forestale dello Stato. L’incontro si è tenuto nella tarda mattinata di venerdì all’interno della sede dell’ufficio territoriale della biodiversità, nel vivaio degli Altipiani di Arcinazzo. Abbruzzese ha avuto modo di confrontarsi con il comandante regionale del Corpo, ing. Aleandro Falchi, con il suo vice Felice Di Lucente e i comandanti delle cinque province del Lazio, sulle diverse attività che in questi giorni stanno impegnando gli uomini della Forestale a tutela della sicurezza delle popolazioni e del territorio colpito in queste ultime ore da frane e smottamenti. Il presidente dell’Assemblea regionale del Lazio ha effettuato una ricognizione in elicottero, alzatosi dal centro operativo di Roma-Urbe, che è servita a visionare dall’alto la situazione, in particolare su quanto accaduto a ridosso del fiume Aniene e in gran parte della provincia di Frosinone. “E’ indubbio che il Corpo Forestale dello Stato svolga un lavoro di primo piano a tutela dell’Ambiente e del territorio – ha affermato Mario Abbruzzese. L’incontro avuto con i vertici regionali è servito a comprendere meglio e di persona quali e quanti siano i danni causati dal maltempo. La Regione Lazio è particolarmente impegnata sul problema del rischio idrogeologico che riguarda tutto il territorio ed in particolar modo la provincia di Frosinone. La sicurezza e la prevenzione sono due argomenti sul quale il governo di Renata Polverini ha già ampiamente dimostrato grande attenzione. Basti pensare ai 120 milioni di euro che sono stati stanziati proprio con l’intento di prevenire possibili emergenze sul territorio regionale. E sulla falsariga di quanto già fatto, la Regione non farà mancare il sostegno necessario per intervenire con la stessa solerzia nelle zone dove si sono verificate frane e smottamenti e per dare quelle risposte che chiedono i cittadini a tutela della propria incolumità e sicurezza”.

20 marzo 2011 0

Enel: Autiero nuovo responsabile distribuzione a Pescara

Di redazione

Vincenzo Autiero è il nuovo responsabile Enel per il servizio di distribuzione di energia elettrica nella provincia di Pescara. Autiero, 44 anni, napoletano, ingegnere elettrotecnico, arriva a Pescara dopo aver rivestito ruoli con responsabilità sempre crescente in Campania e in Sicilia. Sostituisce Antonio Parente, nuovo responsabile della provincia di Rieti. Tra i compiti di Autiero il trasporto e la trasformazione dell’energia elettrica, la gestione delle reti e l’esercizio degli impianti con interventi di sviluppo e manutenzione.

20 marzo 2011 0

Genitori e figli a rubare al centro commerciale, adulti in galera e ragazzini in casa famiglia

Di redazione

Ieri pomeriggio a Cassino, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno arrestato nella flagranza del reato di furto aggravato, una coppia romena, senza fissa dimora. I due, unitamente a due minori di 14 anni, sono stati bloccati subito dopo aver asportato, dal centro commerciale “Panorama”, prodotti alimentari, cosmetici e prodotti per l’igiene. La refurtiva, del valore di 400 euro circa, è stata restituita all’avente diritto. Gli arrestati sono stati associati rispettivamente presso la Casa Circondariale di Cassino e quella di Roma Rebibbia – Sezione femminile.

20 marzo 2011 0

Pareggio tra Fiorentina e Roma, ora l’Inter può tentare di avvicinarsi al Milan

Di redazionecassino1

 Finisce con un pari e con una doppietta di Totti l’anticipo di mezzogiorno in serie A. Sarà, quindi,  un pomeriggio decisivo quello che ci attende in chiave campionato, dopo la debacle del Milan a Palermo sabato sera. Un incontro intenso, tanto quanto la vigilia per lo scontro a distanza Totti-Mihajlovic. Il capitano giallorosso, in stato di grazia, segna ben due reti al Franchi, sfatando un personalissimo tabù statistico recuperando i gol di Mutu e Gamberini. L’Inter prova ad approfittare della situazione con il Lecce, mentre la Juve sempre più in crisi ospita il Brescia. Le altre partite delle 15 sono Bari-Chievo, Bologna-Gernoa, Sampdoria-Parma e Udinese-Catania.